Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/08/07 DAL BENEMERITO HOMESICK POI DAVINOTTATO IL GIORNO 16/10/13
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 19/08/07 17:47 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia agrodolce sulla mediocrità e l'ipocrisia della vita in provincia, che tarpa le ali ai sogni di un onesto trentenne (Volo) dall'animo ancora adolescenziale. Discrete alcune caratterizzazioni (l'amica d'infanzia, il capo carogna) e situazioni tragiche e realistiche (il vecchio impiegato che muore proprio il giorno del pensionamento); il meglio proviene, però, dai vecchi attori del cast: su tutti, il grande Foà nei panni di un perfetto presidente della Repubblica.

Galbo 25/08/07 07:28 - 11693 commenti

I gusti di Galbo

Buona commedia italiana che ha il suo pregio principale in una discreta scrittura della sceneggiatura, cosa non comunissima nei film italiani. La descrizione della provincia italiana e del mondo del lavoro (specie quello dipendente) è divertente e veritiera. Il film si avvale inoltre di buone interpretazioni di tutto il cast; in modo particolare di Foà che offre una grande prova nei panni di un credibile presidente della repubblica. Simpatico come sempre Fabio Volo, qui mai sopra le righe (a differenza di altri film come Manuale d'amore 2).

Gugly 24/12/07 20:03 - 1036 commenti

I gusti di Gugly

Commedia agrodolce che può contare sulla verosimiglianza della storia (finale consolatorio a parte). Il protagonista è sufficientemente credibile e ben si presta a porsi come modello per ciascuno di noi nel vissuto quotidiano tra invidia e meschinità varie. Bravi tutti i comprimari, a partire da Cochi Ponzoni fino ad Adnoldo Foà.
MEMORABILE: La scena del sogno col padre.

Redeyes 11/03/08 14:31 - 2268 commenti

I gusti di Redeyes

Una buona commedia italiana che non calca mai la mano ed appare fin da subito decisamente verosimile. C'è una buona introspezione dei personaggi, una sceneggiatura curata, che non cerca il colpo ad effetto, ed un buon cast a partire dai comprimari. Volo, contrariamente a quel che si può pensare, non dispiace affatto. Sicuramente godibile.

Nando 17/01/11 19:36 - 3580 commenti

I gusti di Nando

Valida commedia ambientata nella provincia lombarda che narra le vicissitudini di un giovane geometra animato da buone intenzioni ma frenato dal suo capoufficio, le sue speranze e le sue aspirazioni associate alla ricerce dell'amore. Interessante la narrazione, mai banale e discreto il cast.

Guru 29/06/11 23:31 - 348 commenti

I gusti di Guru

Il sogno lavorativo di un gruppo di ragazzi: l'apertura di un locale quale spazio per la realizzazione di un progetto di vita. Ma quanti ostacoli, quante trappole e soprattutto il cerchio si stringe intorno a un clientelismo senza scrupoli e al quale lo stesso protagonista non potrà sottrarsi. Il messaggio passa ed è sviluppato coerentemente e con originalità. È una costante ricerca di comunicazione e di lealtà che spesso rimane intrappolata nell'ipocrisia.

Stefania 30/06/11 00:17 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Intermittente come la febbre, la vita del trentenne Mario, tra sforzi di integrazione e impennate di ribellione, oscilla come un pendolo tra il rispetto per la memoria del padre, la gratitudine per la madre stanca e indurita, tra un rabbioso isolazionismo e l'antico affetto per gli amici di sempre. Anche il film ondeggia tra i toni severi e pungenti della vecchia commedia all'italiana e concessioni al giovanilismo, nella stucchevole colonna sonora e nella confettata love-story con la cubista-poetessa. Onesto, ma irrisolto, poco uniforme e scivoloso in un finale retorico-bucolico.
MEMORABILE: Pretenziosa la scena onirica col Presidente della Repubblica, divertente quella col padre, stonata la resa dei conti col capufficio. Ma quanti padri..

Luchi78 10/08/11 10:29 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Inizio interessante, sviluppo della scrittura niente male, peccato per un finale piuttosto stucchevole con qualche punta di retorica evitabile. Fabio Volo nella parte del "bamboccione" è perfetto, mentre la Solarino sembra messa lì solo per bellezza. Insomma, una commedia sicuramente gradevole, permeata da una critica sociale che però non diviene mai "dramma".

Giacomovie 26/08/11 18:05 - 1368 commenti

I gusti di Giacomovie

Non rappresenta la ripresa del cinema italiano ma neppure la sua caduta. È una rappresentazione garbata del quotidiano, con le sue descrizioni metaforiche e il carattere popolare (accentuato dalla musica bandistica). Un cinema leggero, definibile “cine-fiction”, che come tema notevole sfiora quello della contrapposizione vita-morte. Volo vola basso, la Solarino un po' più in alto ma sempre a bassa quota. Piccolo suggerimento a D’Alatri (capace comunque di qualche finezza): ritenta, Casomai, ma non con Commediasexi. **!

Hackett 10/12/11 08:57 - 1807 commenti

I gusti di Hackett

Ascesa, caduta e rinascita di un giovane impiegato comunale partito con l'entusiasmo del neofita e finito nel groviglio di ipocrisie e favoritismi tipiche del sistema Italia. Volo è bravo come sempre e sa trasmettere al suo personaggio una naturalezza che non lo fa cadere nello stereotipo. Bella l'ambientazione cremonese e funzionali gli interpreti di contorno.

Arnoldo Foà HA RECITATO ANCHE IN...

Dusso 10/07/12 22:27 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Commedia italiana di buona fattura, con un tema di fondo molto realistico (purtroppo) che fa riflettere. Cast azzeccato anche nelle parti secondarie (a parte il fratello di Volo). Riprese aeree ottime e anche la fotografia non è malaccio. A corredo colonna sonora dei Negramaro.

Paulaster 30/09/19 10:10 - 3300 commenti

I gusti di Paulaster

Capoufficio comunale metterà i bastoni tra le ruote a un nuovo impiegato. Il tema dell'invidia è solo accennato, tanto che non si parla per niente di mobbing e ci si concentra sui sogni infranti dei trentenni d'oggi. Critica sociale grossolana e come soluzione la fuga in cascina. Volo ha anche la verve giusta, ma gli manca la capacità di drammatizzare; discreto Foà e sempre piacevole Cochi Ponzoni. Musiche dei Negramaro stucchevoli.
MEMORABILE: La birra col Presidente; Cochi nella banda musicale; I soldi chiesti per le tombe e gli insulti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.