La baia dell'amore e del terrore

Media utenti
Titolo originale: The Bay of Love and Sorrows
Anno: 2002
Genere: drammatico
Note: Aka: "La baie de l'amour et des regrets". Tratto dal romanzo di David Adams Richards.
Numero commenti presenti: 1

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/04/19 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Buiomega71 22/04/19 01:02 - 2193 commenti

I gusti di Buiomega71

Dramma a tinte fosche, che innesca una reazione a catena di tragici eventi (assassinii di ragazze innocenti e ingenue, ritardati mentali accusati stile Cane di paglia, donne uccise a botte, suicidi, ricatti, loschi raggiri) in un'atmosfera campagnola e uggiosa che ricorda I ragazzi del fiume. Location umidicce e plumbee quasi kinghiane, boschi notturni che riecheggiano certi stilemi horror e una narrazione serrata che sfocia, inevitabilmente, nella violenza più belluina (il pestaggio di Madonna). Cinema indie di buona fattura e Southam ha certo talento.
MEMORABILE: Carrie che avanza, nelle acque del lago, con la torta per Michael tra le mani; La storta alla caviglia; Coccolando il cadavere di Carrie.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 22/04/19 10:16
    Pianificazione e progetti - 21564 interventi
    Cinema indie di buona fattura, diretto da un regista di un certo talento Dramma a tinte fosche e nerissime, dove gli eventi precipitano in un baratro di violenza e disperazione, non riuscendo ad evitare le tragiche conseguenze. Innocenti e ingenue ragazzine innamorate uccise barbaramente a sassate, ricatti, gelosie, donne prese a calci (il crudo pestaggio di Madonna) fino alla morte, avidità, esplosioni di insensata violenza, suicidi, lo scemo del villaggio accusato di colpe che non ha commesso (sullo stile di Cane di paglia), coccolando cadaveri nella fattoria che sembra quella di Ed Gein. Atmosfere plumbee e umidicce (che ricordano quelle dei Ragazzi del fiume), in una location (la cittadina canadese di Miramichi) che pare il Maine di Stephen King, fatta di laghi, fattorie, stalle, piccoli drugstore, strade, boschi notturni o dipinti dai colori dell'autunno (che danno una dimensione ancor più melanconica all'infausta vicenda) e stamberghe non dissimili da quelle della family mansoniana. Southam tiene il racconto serrato, partendo in sordina, per poi far crescere la tensione, fino al precipitare dei funesti eventi, aiutato da un cast di giovani attori (tranne Peter Outerbridge, farabutto e belluino ceffo da galera che assomiglia incredibilmente a Robert Patrick) in palla (bellissima e bravissima Joanne Kelly nel ruolo della tosta "redneck" dal nome biblico di Madonna), dalle stranianti musiche di Gaetan Gravel e dai cieli ora velati ora minacciosi della fotografia di Eric Cayla (echeggiando il texas hooperiano). La storta alla caviglia di Carrie, Carrie che si immerge nel lago per portare la torta a Michael (che, però, non sembra apprezzare), la dirittura di arrivo che si immerge nella sciagura che non si può evitare, nella concatenazione di eventi che porta alla disgrazia e alla rovina dei personaggi coinvolti. Passato praticamente inosservato da noi con un uscita in dvd invisibile da cestone da discount, merita il recupero, molto più di certi filmetti da Sundance celebrati e blasonati. Opera tagliente, dolorosa, che non risparmia quasi nessuno, che all'inizio fatica a carburare, ma che poi prende pieghe rovinose che lasciano il segno, in un microcosmo proletario di indigenza ai margini della società, dalle parti di Un gelido inverno Se non fossero passati sedici anni, il nome di Sothman (dove il suo cinema ricorda il Tim Hunter degli inizi) sarebbe da segnare sul taccuino delle promesse emergenti.
    Ultima modifica: 22/04/19 12:12 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 22/04/19 10:34
    Pianificazione e progetti - 21564 interventi
    Spartano e di mediocre qualità il dvd edito dalla Usa Home Entertainment Edizione : 16 gennaio 2006 Formato: 1.33:1 Audio: italiano (5.1) e inglese (2.0) Nessun sottotitolo Presenza di immagini pixelate durante la visione Come extra: galleria di immagini e foto (con striminzita filmografia) dei personaggi/attori Durata effettiva: 1h, 34m e 22s Immagine al minuto 00:36:41. Carrie (Elaine Cassidy) scarpette in mano, dopo la storta alla caviglia, accompagnata a casa da Michael (Jonathan Scarfe) , è il preludio della tragedia. Il frame risalta la non ottimale resa del dvd.
    Ultima modifica: 22/04/19 17:45 da Zender