"Peaky Blinders" stagione per stagione

30 novembre 2020

LA PAGINA DEGLI ESPERTI

In questa pagina sono raccolti i commenti pervenuti sulle singole stagioni della serie "Peaky Blinders". Chi volesse contribuire commentando un'unica e precisa stagione non ha che da CLICCARE QUI e farlo, scrivendo nel forum il proprio commento e facendolo anticipare dal numero della stagione (es. STAGIONE 2) e dal relativo pallinaggio. Il commento verrà prelevato “automaticamente” (per via umana, cioè da me) dal forum e trasferito in questa pagina nel punto esatto.


STAGIONE 1 (2013)

****! I Peaky con le loro lamette nel berretto sfregiano la produzione di genere annichilendola e conquistando celermente la leadership forti di una messa in scena eccellente e di prove attoriali notevoli. Nel cast spiccano Neill e Murphy, antitetici ma in fondo uniti e col cuore e nella determinazione. Lo si potrebbe accusare di una presunta prevedibilità di fondo, ma viene ampiamente superata dalla qualità della ricostruzione storica e dalla tensione che non ci abbandona per nessun momento. Una delle migliori serie di genere degli ultimi tempi. (Redeyes)

STAGIONE 2 (2014)
****
I Peaky blinders, ormai forti nella loro Birmingham, decidono di espandere il loro business finendo per incrociare il pazzo Alfie (Tom Hardy). Parallelamente si dà ampio spazio alle questioni di cuore oltre a quelle d'onore, senza per questo stravolgere l'atmosfera della serie. Sempre più in primo piano il dualismo con Cambell (un Neill eccezionale), con i due che finiranno per chiudere il cerchio nella puntata finale. Sarà la stagione anche del "Segreto di Grace". (Redeyes)

STAGIONE 3 (2015)
****
Siamo nel 1923 e Tommy e Grace convoliano a nozze nello sfarzo della loro villa ma anche sotto la scacco di nuove vicissitudini: nella fattispecie la lega economica e gli esiliati russi che vogliono scacciare i bolscevichi. I Peaky dovranno cooperare per agevolare la controrivoluzione "guidati" da un lurido parroco pedofilo (John Hughes) dalle mille risorse, ma anche "aiutati" dalla disinibita Tatiana Petrovna. Il livello della stagione resta alto e gli episodi sono al solito ben curati sia stilisticamente che come script. Finale al solito con colpo di scena, anche se il vero botto avviene già nel secondo episodio. (Redeyes) 

STAGIONE 4 (2017)
****
Il cappio non pende da due anni, ma sulle vite dei Peaky scivola la mano nera. Dagli States arriva Changretta (Ciangretta per la versione italiana), teso e deciso a vendicare il padre ucciso interpretato da un Adrien Brody, cui il doppiaggio non rende giustizia. Fin dalle prime scene s'intuisce la difficoltà di scontrarsi con la mafia italiana e le perdite che porterà. Questa stagione, forse, evidenzia ancora di più, semmai qualcuno ne avesse ancora dubitato, lo spessore del personaggio di Tommy rispetto agli altri, vero deus ex machina. Sul finale di stagione ci sarà il gancio per una nuova carriera politica ancora una volta legata a doppia mandata con il grande tessitore di trama Churchill. (Redeyes)

STAGIONE 5 (2019)
****
Sconfitta la mano nera arriva un'onda ancora più nera e pericolosa a oscurare il già piovoso cielo di Birmingham, pronta ad avvolgere non solo la città ma tutta l'Europa. Sotto il manto terrificante di fascismo e nazismo si muoverà questa stagione che muove i passi dal tracollo di Wall street e dal malcontento generale per terorizzare e rendere quisquilie le "scorribande" criminali dei nostri Blinders. Rispetto alle precedenti i piani di Thomas troveranno un terreno più che impervio che porterà distruzione e morte e che lascerà sospesa la resa dei conti. Il mondo sta cambiando e l'impero pare iniziare a scricchiolare senza via d'uscita. Finale non finale che ci lascia col fiato sospeso in attesa della penultima stagione. (Redeyes) 

Articoli simili

commenti (0)

RISULTATI: DI 0