Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DOVE VOLANO I CORVI D'ARGENTO

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/4/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Daidae, Mco
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Noodles
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Il Gobbo, Pussycat
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Renato


ORDINA COMMENTI PER:

Il Gobbo 6/4/07 10:42 - 3011 commenti

Pretenzioso drammone sardo con Istevene (Stefano)/Corrado Pani che non vuole vendicare l'omicidio del fratello malgrado le pressioni dell'ambiente. Il casting è sempre stato il punto debole dei film di ambientazione sarda, e questo non fa eccezione; difficile, in particolare per i nativi (come chi scrive), accettare i pur bravi (al solito) Montagnani nei panni di Maineddu (sic. Mai sentito un nome del genere in Sardegna) o Albertini come patriarca barbaricino! Modesto.
I gusti di Il Gobbo (Gangster - Poliziesco - Western)

Renato 11/2/09 13:24 - 1495 commenti

Mediocre dramma girato in un paesello sardo, col protagonista che torna da Milano sull'isola perché gli hanno ammazzato il fratello e decide quindi di restare e vendicarsi, ma a modo suo. Se la regìa è corretta e l'ambientazione è forse la cosa migliore del film, a non convincere davvero mai è la sceneggiatura, banale e con personaggi monodimensionali che sparano battute di un'ingenuità micidiale. Peccato, perché l'atmosfera poteva anche funzionare, e c'è Montagnani in un raro ruolo serio.
I gusti di Renato (Commedia - Drammatico - Poliziesco)

Daidae 4/2/09 7:15 - 2570 commenti

Attori fuoriposto (si vede lontano un miglio che non sono sardi eccetto Pani che perlomeno aveva origini sarde), ma film più che vedibile sul tema della vendetta personale. Istevene torna al paese per il funerale del fratello, ucciso perché ha visto troppo, nonostante le pressioni di alcuni parenti rinuncerà all'omicidio del colpevole anche se... Film rarissimo, girato bene che ha come unica pecca la mancanza di attori sardi (sarebbe stato molto più credibile).

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'omicidio di Podda.
I gusti di Daidae (Comico - Horror - Poliziesco)

Mco 21/6/17 11:19 - 2039 commenti

Più che un film un trattato sul diritto alla giustizia fai da te in terra sarda. L'esegesi delle fonti di tale ius viene glossato da Piero Livi su un sostrato che attinge pienamente ai mores consuetudinari. Se si subisce un torto familiare tocca lavarne l'onta con una replica sanguinosa. Gli interpreti risultano quasi astratti dal mondo reale, si adattano alla perfezione a un contesto in cui l'arma si sostituisce spesso alla parola. Tutti convincenti, con Pani e il poliedrico Montagnani su tutti. Alla graziosa Tamburi sfugge anche un seno...

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: L'abbandono della chiesa da parte dei fedeli dopo il discorso sociale del parroco; I sogni di Stintino.
I gusti di Mco (Animali assassini - Giallo - Horror)

Noodles 4/5/19 20:56 - 146 commenti

Gli splendidi paesaggi di una Sardegna pre-invasione turistica fanno da cornice a una vicenda già trattata in diversi frangenti e meglio. Il film non è male, ma vi sono frequenti cali di ritmo vertiginosi nonché alcune scene potenzialmente buone rovinate da dialoghi scontati. Ottimo Renzo Montagnani in un ruolo serio che finalmente gli rende giustizia e buono in generale il cast, così come le musiche. Strappa la sufficienza, ma si poteva fare di più.
I gusti di Noodles (Commedia - Drammatico - Horror)

Pussycat 14/3/11 17:51 - 6 commenti

Un giovane pastore assiste ad un sequestro di persona e viene ammazzato. Il fratello torna in Sardegna per il funerale e secondo tradizione dovrebbe vendicarne la morte, ma lui ha altre idee. Drammone ben girato che cerca di analizzare il mondo chiuso dei pastori barbaricini, dove gli antichi codici contano più di tutto il resto. Errori di casting (Montagnani boss in Barbagia?) e povertà di mezzi non permettono al film di decollare, ma alla fine resta la sensazione di un prodotto dignitoso.
I gusti di Pussycat (Erotico - Gangster - Sentimentale)