Cerca per genere
Attori/registi più presenti

THE CREATION OF THE HUMANOIDS

All'interno del forum, per questo film:
The creation of the humanoids
Titolo originale:The Creation of the Humanoids
Dati:Anno: 1962Genere: fantascienza (colore)
Regia:Wesley Barry
Cast:Don Megowan, Erica Elliott, Frances McCann, Don Doolittle, David Cross, Richard Vath, Reid Hammond, Malcolm Smith, George Milan, Dudley Manlove, Pat Bradley, Gil Frye, William Hunter, Paul Sheriff, Alton Tabor
Visite:128
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 28/6/16 DAL BENEMERITO SARALEX

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Saralex
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Gestarsh99
  • Scarso, ma qualcosina da salvare c'è a detta di:
    Schramm


ORDINA COMMENTI PER:

Schramm 11/8/19 16:26 - 2345 commenti

Blablablatissima paratassi di Dick e Gibson, Asimov e Ballard via Orwell? Tutto molto bello, con un adombrantissimo MA: il quid pro quo della blatera teorica sopravanza il cinema. Spannometrici sottotesti facenti pelo a Darwin e contropelo all'eugencibernetica non vogliono saperne di restare sotto manco mezzo minuto, in un joyciano comizio sovratestuale che sbrana 95' di metraggio pietrificando scatti e scarti narrativi, neutralizzando chance ritmiche e visive. A trarsi in salvo, una caramellatissima fotografia; quasi un exposé dell'excursus baviano tutto. Ma è più ornamentale che funzionale.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Gestarsh99 24/5/19 16:47 - 1219 commenti

Radio-apocalisse distopica e tecno-utopia progressista in questo piccolo, inconsueto esempio di sci-fi anni '60. Fantascienza che prende-e-sorprende da tergo senza un filo di preavviso, abbordando materie e concetti in largo anticipo su capi d'opera titolati che han poi fatto giurisprudenza: l'antropizzazione delle macchine di pari passo al progredire dell'ingegneria robotica, le tensioni "razziali" tra esseri organici e inorganici, la predazione discriminatoria e ghettizzante delle cyber-minoranze. Impostato sulla staticità, preponderantemente teorico, disvelatore anzitempo. Lungescagliante.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le avanguardistiche discettazioni dei clickers: "Humanity is a state of mind"; "A human is the sum of his experiences"...
I gusti di Gestarsh99 (Horror - Poliziesco - Thriller)

Saralex 28/6/16 19:06 - 72 commenti

Splendido prodotto statunitense, basato su un racconto di Jack Williamson, "The humanoids". E' un film quasi interamente costituito da scene di dialoghi in un'era post atomica. Una realtà che magari si realizzerà in un lontano futuro, ma non del tutto impossibile. Io non lo definirei un film, perché non esiste una trama vera e propria. Sembrano più una sorta di interviste e spiegazioni sul perché il nostro pianeta si sia ridotto così. Notevole e intelligente.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Don Megowan quando scopre il suo "vero essere".
I gusti di Saralex (Commedia - Horror - Peplum)