Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• LES REVENANTS - QUANDO RITORNANO (2 STAGIONI)

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 7
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/4/13 DAL BENEMERITO SCHRAMM

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 13/2/17 5:51 - 11085 commenti

Un tema narrativamente forte, quello del ritorno "post mortem" per una serie francese di grande successo. La scelta di dedicare ad un personaggio ogni episodio consente una buona caratterizzazione dei personaggi; ottimo il comparto tecnico, con ambientazioni e fotografia davvero eccellenti. Trasognante, rarefatta e dal clima sospeso, adiuvata da una colonna sonora quantomai adatta. Ottima la scelta degli attori.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Schramm 25/4/13 14:02 - 2402 commenti

Rarefatto, trasognato, sospeso e sornione come le note dei Mogwai che lo permeano invadendo ogni frame e vivaddio altra cosa quanto a trama e suoi sviluppi, dall'anaffettiva matrice filmica da cui prende le mosse, a partire da quel seduttivo vago che di twinpeaksiano che t'invoglia a continuarlo benché vacilli un po' quanto a coinvolgimento emotivo. Il nostro mondo è il solo Aldilà possibile, limbo materiale come trascendentale. L'Altrove è qui. L'ennesima riprova di come tv e cinema si siano scambiati di posto, segno, forma e forza, e di come ormai le serie-tv facciano gli occhi neri al cinema
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Rebis 16/7/15 14:25 - 2075 commenti

Ritornare. Riaffiorare dalle acque. Schiantarsi nel mondo dei vivi, nel rimosso, nel metabolizzato. Zombi tale alla francese che addensa misteri metafisici inanellando coincidenze e conseguenze, mentre l'umanità insorge in una progressione catatonica che ha il suo contrappunto ipnotico nelle note di Mogwai e il suo layout visivo nelle luci plumbee di Blossier. Finale rarefatto, spalancato su un'apocalisse intellettuale che sará dura rinfocolare senza sedersi sulla logica seriale, sempre incline a chiudere l'imprevedibile nel cerchio asfittico della razionalità. Gobert: genio o regolatezza?
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Lythops 14/12/14 17:30 - 972 commenti

La serie, geniale e sofisticata, rara per fotografia e ambientazione (le inquadrature della diga sono sorprendenti), poggia su una solidissima e affascinante prestazione attoriale di tutti, giovani e bambini compresi. Il casting è perfetto e la sceneggiatura studia, in otto momenti, un personaggio dei "ritornati". Tutte queste note positive, unitamente al fatto che non si cade mai nel banale, fanno perdonare qualche saltuaria stonatura e/o caduta di stile. Alcune sequenze sono davvero perfette, genuinamente inquietanti come si conviene. Bello.
I gusti di Lythops (Documentario - Poliziesco - Thriller)

Corinne 22/11/13 16:23 - 391 commenti

Gioiellino d'Oltralpe, spesso paragonato a Twin Peaks. In effetti ne riprende la piccola comunità isolata, popolata da personaggi legati tra loro da segreti via via svelati, nonché l'atmosfera surreale e misteriosa (enfatizzata dalla bella colonna sonora dei Mogwai), senza scopiazzarne le vicende. Lascia però un po' interdetti il finale, che non spiega praticamente nulla, in attesa di una seconda stagione.
I gusti di Corinne (Giallo - Horror - Thriller)

Stelio 27/11/15 12:19 - 384 commenti

La prima cosa che colpisce è l'estetica assolutamente fuori parametro: i colori, la regia, la fotografia, il design di qualsiasi cosa, dalla stradina secondaria del villaggio al tavolo della cucina di uno dei protagonisti. Solo per questo entrambe le serie meritano la visione. La storia, mistica e con la giusta dose di mistero si chiude in una serie di metafore efficacissime. Gli attori sono quasi tutti eccellenti. La colonna sonora empatica. Forse qualche elemento superficiale c'è, ma per il resto è una perla assoluta.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Quasi tutti i momenti con Viktor; Le panoramiche; Le scene con tendenze horror.
I gusti di Stelio (Animazione - Commedia - Drammatico)

Manrico 14/8/15 11:40 - 80 commenti

Dolorosi ritorni, quelli di Les Revenants. Quindi, etimologicamente, un piccolo gioiello di "nostalgia", intesa come dolente tenerezza di quanto abbiamo perso o perdiamo. Zombi sì, una montagna fotografata in modo eccellente, location magistrali e una notevole compagine attoriale. Incubo e strazio, mistero e fascino. Si cita spesso Twin Peaks, ma qui è altra cosa. Non meglio o peggio, ma altro. Scuro, urgente, con qualche smagliatura di tenuta, emotivamente fortissimo. Splendida serie.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Julie e Laure tentano di fuggire dalla valle con Victor, ma si ritrovano sempre sulla stessa strada sulla diga.
I gusti di Manrico (Comico - Erotico - Fantascienza)