DISCUSSIONE GENERALE di L'ultima parola - La vera storia di Dalton Trumbo (2015)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Buiomega71 • 4/02/16 19:25
    Pianificazione e progetti - 21647 interventi
    Per chi scrive E Johnny prese il fucile è un capolavoro assoluto!
  • Daniela • 5/02/16 16:53
    Consigliere massimo - 5006 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire: Per chi scrive E Johnny prese il fucile è un capolavoro assoluto! Io ne ho un bel ricordo, ma molto lontano nel tempo. E' tempo di dare una rinfrescata...
  • Daniela • 20/02/16 17:42
    Consigliere massimo - 5006 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire: Per chi scrive E Johnny prese il fucile è un capolavoro assoluto! Nel film viene inquadrato su uno scaffale il romanzo pubblicato nel 1939, ma non c'è alcun cenno al film che Trumbo diresse nel 1971. E' vero che la narrazione si arresta prima, ma almeno nelle didascalie finali poteva trovare posto questa che è stata la sua unica regia...
  • Capannelle • 6/03/16 00:05
    Scrivano - 2490 interventi
    Grazie Goodman per avermi svegliato dal torpore in cui la regia insipida mi aveva fatto calare Ah ho letto che quello spezzone è stato inserito nei momenti memorabili, assolutamente d'accordo.
    Ultima modifica: 6/03/16 00:19 da Capannelle
  • Daniela • 6/03/16 06:06
    Consigliere massimo - 5006 interventi
    Capannelle ebbe a dire: Grazie Goodman per avermi svegliato dal torpore in cui la regia insipida mi aveva fatto calare Ah ho letto che quello spezzone è stato inserito nei momenti memorabili, assolutamente d'accordo. E si, Goodman in questo film riece a rendere al massimo in un personaggio molto marginale quanto a metraggio, confermando la massima di Stanislavskij: "Non esistono piccoli ruoli, esistono piccoli attori.". La sequenza in cui strapazza il tizio facendo a pezzi il mobilio con una mazza è stata in effetti quella più memorabile di una pellicola lodevole negli intenti, "utile" a livello informativo, ma dispersiva quanto a sceneggiatura e, come hai notato, "piatta" a livello registico.