Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 3/02/07 00:29 - 5233 commenti

I gusti di B. Legnani

Una parte centrale chilometrica (come il titolo, peraltro) appesantisce un film che ha qualche freccia al suo arco, ma che le diluisce eccessivamente. In altre parole un'opera che promette ben più di quanto poi mantenga. All'epoca, da un film con Sordi, ci si attendeva assai di più. Cast secondario poco efficace. Non è il primo film con viaggio dall'Italia all'Australia...

Stubby 24/09/07 19:17 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Alberto Sordi è bravissimo come sempre nella sua parte, così come la Cardinale. Il film presenta momenti molto lenti ed altri dove ci si diverte ma senza mai esagerare (nel senso che più che altro si ride amaro). La sceneggiatura è simpatica e il film è passabile, però una volta visto riesce difficile ridargli un occhiata per intero.

Galbo 15/01/08 20:07 - 11904 commenti

I gusti di Galbo

Da un regista bravo quanto sottovalutato come Zampa i cui film hanno avuto il merito di fotografare come pochi la realtà sociale italiana (si pensi a Il medico della mutua) questa divertente e significativa commedia dal chilometrico titolo. La storia è quella di due poveracci che si imbrogliano reciprocamente per un futuro migliore e si sviluppa grazie ad una riuscita ed arguta sceneggiatura (specie nella prima parte) nonchè grazie ad una coppia di protagonisti sulla carta improbabile ma che si rivela assortita al punto giusto.

Homesick 30/03/08 17:17 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Commedia di Zampa sugli italiani all’estero – questa volta è protagonista il Nuovissimo continente – che a momenti gustosi ed efficaci (principalmente gli animati duetti tra Sordi e una Cardinale irresistibile nei suoi abitini estivi) alterna alcune lungaggini narrative che appesantiscono ulteriormente un film già di durata eccessiva. L’intento di divertire ha comunque la meglio su quello di descrivere con malinconica amarezza vita ed aspettative degli emigranti italiani. Discreto.
MEMORABILE: Il tango; le convulsioni di Sordi; la scenata sul treno.

Capannelle 26/04/08 00:55 - 4073 commenti

I gusti di Capannelle

Film godibile, ma rimasto a metà. La premessa è divertente e interessante al tempo stesso. Queste storie, infatti, accedevano davvero e Zampa riesce ad inquadrarla benissimo. Le missive e l'incontro con la Cardinale (brava, bene nella parte) sono gustose; i dialoghi reggono bene almeno finché Sordi non scopre le carte. Dopo di che Sordi diventa prigioniero del suo personaggio (troppo caricaturale) e il racconto diventa meno coinvolgente.

Lovejoy 19/06/08 15:16 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Scialba commediola ravvivata sopratutto dagli interpreti. In particolare da una bella e convincente Cardinale e da un Garrone eccellente come suo solito. Per contro, Sordi che recita in sottrazione è poco convincente, così come lo sono la sceneggiatura infarcita di luoghi comuni e amenità varie e la regia distratta di Zampa. Insomma, si è visto di meglio.

Pigro 26/08/08 08:50 - 8871 commenti

I gusti di Pigro

Emigrato italiano fa venire in Australia una giovane donna del suo paese per sposarla, ma nessuno dei due è quel che dice di essere. Il film, basato su una sofferta e poco conosciuta usanza, racconta con le armi della comicità una storia amara che mette in risalto il dolore dello strappo culturale e sociale di migliaia di lavoratori. Zampa costruisce un film intenso e sincero, solidamente imperniato su due grandi e bravissimi interpreti come Sordi e Cardinale. Un po’ lunghino e diluito in qualche punto, ma sempre di buon livello.

Matalo! 2/04/09 16:21 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Sordi più ridicolo che mai, in questo soleggiato racconto on the road di uno sfigatissimo ex minatore che trova fidanzata via lettera. Solo che lei è bonissima e ha un segreto che è meglio non rivelare. Divertente, talvolta patetico, talvolta ruffiano. Impagabile taglio di capelli per Sordi; uno schianto la Cardinale, che usa bene la sua voce roca. In un breve ruolo di magnaccia/amico l'adorabile Riccardo Garrone. È pur sempre un Sordi turistico-educativo.
MEMORABILE: L'attacco epilettico in treno; la sera dei balli con le scarampie di BunBunGa; la Cardinale in costume da ballo; il tango figurato.

Daniela 28/05/09 15:32 - 11655 commenti

I gusti di Daniela

Un doppio imbroglio, racchiuso nel chilometrico titolo: lui non è propriamente bello, lei non è propriamente illibata. A prima vista, uno dei tanti exploit turistici di Albertone, veicolo per una satira scontata dei difetti dell'italiano medio. Ma il film, nonostante non sia del tutto riuscito, si eleva una spanna sopra la media del sotto-genere, grazie alla malinconia di fondo che ispira l'incontro fra la solitudine del protagonista e la speranza di una vita migliore della donna. L'Australia fa da sfondo bizzarro, la coppia protagonista offre buona prova, Garrone è valida spalla.

Cotola 10/07/09 13:10 - 8403 commenti

I gusti di Cotola

L'idea di partenza è interessante e realistica ma lo svolgimento è deludente. Poco divertente e poco graffiante, risente di un ritmo non certo trascendentale e di una sceneggiatura abbastanza fiacca che non sfrutta a dovere le potenzialità di quello che avrebbe potuto essere il narrato. Sordi è bravo (come al solito) e la Cardinale se la cava egregiamente. Risultato insipido. Zampa ha fatto pellicole molto migliori.

Riccardo Garrone HA RECITATO ANCHE IN...

G.Godardi 25/10/09 17:02 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Commedia esotica on the road diretta del buon Zampa. È soprattutto un veicolo per Alberto Sordi che è presente sullo schermo per tutto il tempo. La splendida Cardinale rifà praticamente los tesso personaggio di C'era una volta il west. Diligente, ben filmato, privo di volgarità e con un po' troppi paesaggi da cartolina. Un po' prolisso ma con buone annotazioni di costume e un paio di buoni caratteristi (Garrone, Cimarosa). Musiche ovviamente di Piero Piccioni. Datato ma ancora godibile.

Fabbiu 19/11/12 15:04 - 2052 commenti

I gusti di Fabbiu

Zampa mette sotto i riflettori della commedia un intero contesto culturale: gli emigranti in Australia e le corrispondenze per cercare affetti del tutto italiani. Questo viene rappresentato fedelmente (almeno come tipo d'atmosfera) con cura di particolari e con ruoli interpretati da veri emigranti. Sordi, per quanto ripeta ancora il personaggio già visto in altri film più noti, è naturale e sincero, come anche la Cardinale, molto brava nel dare anima al suo personaggio. Non un capolavoro ma un film piacevole, malinconico e a tratti grottesco.

Pau 6/08/10 02:15 - 125 commenti

I gusti di Pau

Sarebbe stato un piccolo capolavoro se Sonego e Zampa avessero trovato il giusto mix tra comicità e malinconia, tra risata e descrizione di una profonda solitudine; invece prevalgono con decisione i momenti farseschi, a volte decisamente azzeccati (impagabili alcuni duetti Sordi/Cardinale), altre basati su facili espedienti (il personaggio di Sordi vira spesso nella macchietta). Alcuni "inserti" australiani appaiono, al gusto odierno, un po' gratuiti. Però il film è gradevole e si chiude su una nota dolceamara che gli fa acquistare spessore.
MEMORABILE: La sequenza ambientata nella dance hall, dove l'invito a ballare fa parte di un rituale per proporsi alle "belle" figlie degli emigranti italiani.

Nando 6/09/10 16:23 - 3654 commenti

I gusti di Nando

Un Sordi emigrato in Australia in cerca di moglie disposta a trasferirsi nella terra dei canguri. Commedia agrodolce con discreti risvolti sociali. La Cardinale mostra una bellezza scintillante, soprattutto nelle scene della foresta, Sordi genera tenerezza nella sua ingenuità mentre Garrone fa il loffio con garbo.

Domino86 9/03/11 10:29 - 600 commenti

I gusti di Domino86

Una buona commedia che, dietro alle tante risate, mostra la nostalgia per la patria e gli affetti lasciati dall'altra parte del mondo. La stessa storia dei due protagonisti (ma anche degli altri personaggi) è infatti caratterizzata da tanta solitudine. Bravissimo Alberto Sordi: le scene in cui ha le crisi epilettiche sono memorabili. Film la cui tematica è assolutamente attuale, ma questa volta gli italiani sono dall'altro lato.

Cangaceiro 28/06/11 19:32 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Albertone in trasferta fa quasi sempre centro, e anche in questo caso è così. Per dirla tutta la sua performance (c'è pure qualche punta drammatica) è la cosa migliore di un film zavorrato da troppi voli turistici sì necessari a cementare un'ambientazione chiarissima e suggestiva, ma alla lunga pesanti da reggere. Amedeo Battipaglia non è il solito cialtrone furbastro ma un povero diavolo a cui ne vanno dritte poche: forse è il personaggio più puro e positivo della carriera di Sordi. Perfetta per la parte la volitiva Cardinale. Bene le musiche di Piccioni.

Rambo90 24/02/12 16:32 - 7137 commenti

I gusti di Rambo90

Una bella commedia, che unisce risate alla malinconia dell'italiano emigrato all'estero, solo e povero come in patria. Sordi è perfetto nella parte, ma bravissima (e bella) è anche la Cardinale, che tratteggia un personaggio fiero e aggressivo, ma al tempo stesso fragile. Un po' lento nella parte centrale e con qualche banalità (Sordi che non riesce a dire chi è davvero), ma resta un film piacevole che si fa guardare fino alla fine. Buona la colonna sonora.

Markus 21/09/12 09:01 - 3524 commenti

I gusti di Markus

Forse non è il Sordi più divertente ma è senza dubbio una pellicola importante perché lo mostra nei panni di una persona onesta e vittima degli eventi dalla vita, quindi non il solito arrivista cinico. Entrambi i ruoli gli calzano a pennello. Una vicenda sociologica/sentimentale contestualizzata nell'Australia degli immigrati italiani ben raccontata seppur non priva di lungaggini che si potevano evitare. In parte e incantevole la Cardinale (a mio giudizio nel suo ruolo più bello di sempre).

Motorship 22/09/12 17:41 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Ottima commedia del grande Luigi Zampa, resa ancora più appetibile da una straordinaria interpretazione di un grandissimo Alberto Sordi, il quale sa ben mixare humor e drammaticità. Splendide le location e le riprese australiane, così come splendida ed affascinante è Claudia Cardinale, credibile con l'accento calabrese sulla sua stessa voce roca. Qualche lentezza vi è, ma non compromette più di tanto il film. Molto buono il cast di contorno (spiccano Garrone e Cimarosa).

Graf 5/09/13 22:13 - 708 commenti

I gusti di Graf

Sordi e Sonego in grande spolvero per quella che è la migliore commedia italiana girata all'estero. Zampa ci racconta di due solitudini che si incontrano, si conoscono, si innamorano e si sposano vincendo lontananze ed emarginazioni. Senza cedere al bozzettismo sul colore locale e al macchiettismo degli italiani all'estero, in questo film, caratterizzato da accenti di notevole umanità e verità, il regista supera la dimensione della semplice rappresentazione della commedia all'italiana per elevarsi sul piano della più universale commedia umana.
MEMORABILE: La grande maturità espressiva di Sordi; Claudia Cardinale è azzeccatissima nel ruolo della donna fiera e accigliata oltre che bella.

Luigi Zampa HA DIRETTO ANCHE...

Gabrius79 6/09/13 19:07 - 1331 commenti

I gusti di Gabrius79

Commedia godibile con la coppia Sordi-Cardinale che ci regala alcuni momenti spassosi. Un po' di stanchezza affiora qua e là, ma alla fine resta un prodotto decisamente appetitoso. Il tutto condito dalla gradevole presenza di Riccardo Garrone. Si ride ma c'è tempo anche per un paio di lacrimucce.

Paulaster 30/10/13 10:53 - 3699 commenti

I gusti di Paulaster

Sordi porta la sua mimica in Australia in una commedia in cui prevalgono le venature malinconiche. Ambientazione accattivante che sfrutta la componente sociologica, la bellezza del territorio e della Cardinale. Trama lineare nella prima parte che scema nel proseguio scadendo in un ritmo blando con continui riferimenti alla natura o inserendo parentesi narrative che danno l’impressione di allungare un discorso che perde qualche colpo. Anche la regia di Zampa ne risente, nella rappresentazione.

Piero68 11/10/13 13:03 - 2881 commenti

I gusti di Piero68

Torna sul grande schermo, per l'ultima volta, la bella accoppiata Zampa-Sordi, che in tanti lavori passati era sempre riuscita a fotografare alcune realtà italiche, anche inconfessabili. E, nonostante Zampa sia un regista sottovalutato, anche questa volta riesce a colpire nel segno, disegnando un affresco molto riuscito sui migranti in terre lontane e sul famoso "matrimonio per corrispondenza". Cast perfetto per i ruoli (anche se scarno) con una bellissima fotografia, intelligente nel saper cogliere gli enormi e desolati spazi australiani. Mitico.

Rigoletto 14/01/14 15:19 - 1734 commenti

I gusti di Rigoletto

Mi ha fatto davvero un'ottima impressione il tratteggio dell'emigrante italiano. Sordi col passare dei minuti ci prende gusto e la sua performance sale di tono, facendo decollare l'intera pellicola. Brava la Cardinale, bellissima figlia del profondo Sud, col suo incedere orgoglioso e passionale. Bravo Zampa a rendere il tutto credibile (in fondo, chi non ha imbrogliato un pochettino per conquistare qualcuno?). Da vedere. ***

Lady 26/03/14 19:16 - 54 commenti

I gusti di Lady

Il reciproco, truffaldino, mare magnum di menzogne tra Amedeo, emigrato timido e ormai poco in salute a causa di un trascorso ingrato lavoro alla ricerca di una compagna per la vita e Carmela, in precipitosa fuga da una condizione di sfruttamento sessuale dal profondo sud Italia, è il leitmotiv di questa grande commedia di Luigi Zampa. Ma questo inganno tra i due non può che generare nello spettatore un'insopprimibile e tenera indulgenza. Infiniti i momenti di elevata comicità. Intramontabile.
MEMORABILE: Le "sceneggiate" di Sordi e della Cardinale, sul treno diretto verso il futuro nido d'amore coniugale, di fronte a un pubblico di attoniti turisti.

Tomastich 12/06/14 10:12 - 1248 commenti

I gusti di Tomastich

Bello e onesto sono due aggettivi tranquillamente utilizzabili anche per il giudizio di questa pellicola di Luigi Zampa. Sordi e la Cardinale giocano da soli in un mare di comparse, deserti e orizzonti australiani. La geografia del luogo diventa quindi anche un ulteriore attore, un ulteriore aiuto che serve a raccontare modi e vizi degli italiani emigrati in cerca di moglie (per corrispondenza). Da promuovere sia il lato sociale sia quello puramente comico e d'intrattenimento.

Squash 10/09/14 01:34 - 35 commenti

I gusti di Squash

Della serie Sordi all'estero, questo film attrae tutti gli amanti dei road movie che questa volta hanno la possibilità di vedere un paese affascinante come l'Australia. La Cardinale naturalmente bella ha la possibilità di recitare con la sua vera voce in quanto il suo personaggio lo richiede, vista la sua non perfetta salute. Il continente australiano terra di lavoro per immigrati di tutto il mondo è considerata la ex colonia inglese dove la parte più rozza dell'Inghilterra si trasferì tanti anni fa. Da vedere.
MEMORABILE: "Sai quanto ce frega a noi da musica vostra!" (risposta di Sordi a un australiano che voleva ascoltare la musica di un pianoforte in treno).

Deepred89 25/05/17 07:43 - 3517 commenti

I gusti di Deepred89

Soggetto curioso svolto in maniera decisente blanda, nonostante la buonissima confezione e un notevole Sordi che ricicla caratteri e pettinatura dal suo personaggio di Un italiano in America. Ritmo lento (troppi minuti per entrare nel vivo, troppo dilatata l'avventura on the road), qualche momento azzeccato, come il finale poco accomodante. A sorpresa, più convincente dal punto di vista etnologico e naturalistico che da quello comico. La Cardinale, mai amata dal sottoscritto, risulta perfetta: forse il miglior ruolo della sua carriera. ** e 1/4

Liv 17/11/14 08:40 - 237 commenti

I gusti di Liv

Ottimi interpreti, ottimo regista, luoghi interessanti, trama ingegnosa, film mediocre. La commedia italiana era in crisi, forse per la crisi sociale che a quell'epoca turbava il panorama italiano. Il film non convince perché è basato su costumi italiani ormai molto traballanti e non più condivisi. D'altra parte, non si sente un intento sincero e convinto nel mettere insieme la storia. La recitazione di Sordi è quella dell'epoca, ormai ripetitiva; quella della Cardinale è un poco irritante.

Vitgar 29/05/15 13:26 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Buona commedia malinconicamente ironica del bravo Zampa sull'emigrazione e i problemi umani che comporta. Matrimoni per corrispondenza che non sempre fanno incontrare "anime gemelle" quanto piuttosto personaggi con i loro problemi e le loro storie. Sordi e Cardinale si compendiano bene interpretando credibilmente i loro personaggi: l'ingenuo sempliciotto e l'aggressiva insicura. Suggestive ambientazioni originali australiane. Gradevole la colonna sonora di Piccioni.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Alex75 27/10/15 09:20 - 788 commenti

I gusti di Alex75

Zampa presenta un amaro spaccato sulla solitudine e sulla difficile integrazione dei nostri emigrati in un’acuta commedia che offre anche spunti sull’evoluzione del rapporto tra i sessi. Punto di forza del film è l’inedita coppia Sordi-Cardinale: il primo è a suo agio nel ruolo a lui congeniale dell’italiano all’estero, la seconda, oltre a mostrare una bellezza popolare e al tempo stesso altèra, rivela buone doti tragicomiche. Suggestiva la fotografia, che valorizza i paesaggi australiani.
MEMORABILE: Il tristissimo veglione con le ragazze italiane; Le crisi epilettiche di Sordi; La Cardinale nella foresta; Il viaggio in treno.

Pessoa 16/09/17 19:57 - 2280 commenti

I gusti di Pessoa

Lui non è bello ed è pure epilettico, lei non è illibata ma fa la vita: di onestà manco a parlarne. Una storia originale che Zampa scrive (con Sonego) e dirige con intelligenza indovinando grandi momenti di regia nelle non agevoli location. Notevole il cast con Sordi che tira fuori dal cilindro l'ennesimo capolavoro, affiancato da ottimi comprimari (Cardinale, Garrone, Cimarosa, Infanti). Ritmo buono per la prima ora, poi la storia s'ingarbuglia troppo e indugia in qualche momento di stanca. Nel complesso più che buono. Visione consigliata.
MEMORABILE: "Non abballo, sono imbegnata"; Sordi che fa l'epilettico; La Cardinale che fa scattare il coltello in faccia a Cimarosa (che si spaventa sul serio).

Il ferrini 3/12/17 23:41 - 1962 commenti

I gusti di Il ferrini

Perfetta sintesi di dramma e commedia che si regge in gran parte sulle spalle di Sordi ma che può vantare anche un eccezionale cast di caratteristi, sui quali svetta Garrone (l'ultimo geometra Calboni). Quasi interamente girato in Australia, ne restituisce il caldo, i paesaggi desertici ma soprattutto la disperazione dei tanti che vi cercavano fortuna e sovente vi trovavano solitudine e silicosi. La Cardinale è a suo agio, bella e risoluta, non risparmia né la lingua né il coltello per farsi valere. Si ride amaramente.

Noodles 2/01/19 15:14 - 1550 commenti

I gusti di Noodles

Non la prima commedia basata sul reciproco inganno e non sarà l'ultima. L'Australia fa da sfondo a una vicenda patetica, ricca di luoghi comuni ma che fa riflettere per tutta la sua durata. Meglio del solito Claudia Cardinale e anche Alberto Sordi rende sempre, nelle commedie più amare. Forse un po' troppo lungo. Godibile ma non incisivo come in altre opere di Luigi Zampa, il precedente Medico della mutua su tutte.

Il Dandi 4/06/19 19:49 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Commedia brillante basata su equivoci, bugie (se lui non può dirsi bello, tantomeno lei può dirsi illibata) e scambi di identità (i cinici suggerimenti di Garrone sembrano anticipare quelli di Manuel Fantoni a Verdone). La descrizione dei matrimoni per procura (compresa l'idea verginale della donna italiana conservata da emigrati poco aggiornati) era - temo - molto più realistica di quanto si possa immaginare. Zampa tiene bene a freno Sordi, che ci regala un'indimenticabile espressione intontita ma, se si fosse autodiretto, avrebbe strafatto.
MEMORABILE: La fila dei pretendenti al ballo iniziale; La Cardinale in viaggio sull'aereo di emigranti.

Minitina80 31/10/19 20:09 - 2746 commenti

I gusti di Minitina80

Commedia dolceamara, carica di malinconia, imperniato sulla ricerca transfrontaliera della moglie. Peccato per quella ripetitività di fondo che allenta il passo della parte centrale, facendolo sembrare prolisso. Il personaggio di Sordi, inoltre, non è affatto facile da digerire e per quanto la sua condizione sia precaria, non viene facile sviluppare empatia, tale è la negatività che si porta dietro. Un pregio e difetto allo stesso tempo che complica un’eventuale seconda visione di un’opera che si può comunque considerare ben fatta.

Zampanò 6/07/20 14:00 - 374 commenti

I gusti di Zampanò

Sonego pesca gli emigrati italiani nella loro Fase 2: sistemato più o meno il lavoro vogliono accasarsi ma solo con donne del proprio paese. Spunto etnologico per un film di estrema godibilità, mezzo road movie e un po' commedia degli equivoci. La maschera di Sordi, che pare cambiarsi i connotati (un superfaccione ovoidale), amarissima e candida, in tandem con una Cardinale al top, micidiale e sensuale (vinse il David). Piccioni fa cantare i campi lunghi sull'Australia e Zampa raccorda bene le mestizie dei promessi sposi sotto il memorabile titolo telegrafato.
MEMORABILE: L'arrivo della Cardinale in aeroporto; l'incontro col Bampo.

Gordon 27/06/20 10:01 - 237 commenti

I gusti di Gordon

Buona commedia che precorre lo stile "road movie" raccontando, pur con leggerezza, la vitaccia dei nostri emigranti in Australia. Sordi, archetipo dell'italiano medio, è perfettamente calato nella parte ed è supportato da un'ottima Cardinale. Quest'ultima dà vita a deliziosi duetti col mattatore romano il quale, e non potrebbe essere altrimenti, appare più che altro come un pugile suonato. Discreti i comprimari; peccato per un eccesso irrealistico di parti in italiano e per alcune incongruenze.

Siska80 12/09/20 13:27 - 2372 commenti

I gusti di Siska80

Difficilmente belle donne e comicità vanno a braccetto, e questa commedia "on the road" non è un'eccezione. La trama (che tratta di legami epistolari ed equivoci annessi) ricorda vagamente quella di Scrivimi fermo posta di Ernst Lubitsch e non manca di episodi rocamboleschi; sebbene sostenuta da un'idea di partenza interessante (lo scambio di persona) è tuttavia limitata da una sceneggiatura lacunosa che determina un finale frettoloso e insoddisfacente. Degne di nota le interpretazioni di Sordi e Cardinale, molto affiatati.
MEMORABILE: L'accoltellamento.

Zoltan 9/09/20 13:54 - 201 commenti

I gusti di Zoltan

Uno di quei film che per forza di cose col passare del tempo non possono invecchiare bene e risultano datati, sia per la storia che per una sceneggiatura poco brillante e destinata a impolverarsi parecchio. Può essere un film per chi è interessato a una testimonianza di un determinato periodo storico, ma per gli altri è un film sconsigliato. Certo che Claudia Cardinale era di una bellezza sconvolgente...

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.