Verità sepolte

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/05/16 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 20/05/16 16:00 - 6347 commenti

I gusti di Rambo90

Un gruppo di giovani cineasti decide di girare un documentario su un suicidio di massa avvenuto negli Anni Ottanta. Tra loro ci sono l'unica sopravvissuta e la figlia di uno dei detective che indagò sul caso. Trama interessante ma sviluppo non sempre all'altezza per un film tutto sommato riuscito e che non annoia tra i suoi continui rimbalzi tra passato e presente. La Alba fornisce una prova di routine, molto meglio Jane in versione santone schizzato. Fotografia un po' troppo scura, qualche discreto spavento verso la fine. Vedibile.

Pumpkh75 16/08/16 12:07 - 1316 commenti

I gusti di Pumpkh75

Stessa giostra, altro giro: dopo The sacrament, ancora una volta un simil massacro della Guyana, ancora una volta filmini e telecamere. L’approccio fortunatamente è decisamente più mainstream e paranormale, con un bel gruzzolo di apparizioni e possessioni extra-terrene, ma di contro l’andamento senza sobbalzi né freschezza è troppo floscio e ingessato; la questione la risolve il twist finale, inatteso e lusinghiero. Benino Thomas Jane, maluccio l’anonima bambolina Alba. C’è di peggio, ma non ne reclamizzerei con enfasi la visione.

Daniela 30/05/19 09:56 - 9415 commenti

I gusti di Daniela

All'inizio, fortissimo déjà vu rispetto ad un brutto film di West di pochi anni fa, dato che anche qui si parla di una troupe di cineasti improvvisati e il soggetto è un inspiegabile suicidio di massa simil-Jonestown. Per nostra fortuna, Joanou non ricorre alla tecnica del fake-doc, cadendo però nell'errore di puntare tutto su jumpscares a ripetizione invece di affidarsi all'atmosfera e alla storia che pure aveva delle potenzialità come dimostra l'epilogo, meno banale del previsto. Nel cast, l'unico a salvarsi è Jane, gustosamente gigione nel ruolo del santone ossesso.

Anthonyvm 23/06/19 23:47 - 1950 commenti

I gusti di Anthonyvm

Inizia come un mockumentary sul suicidio di massa di una setta (con a capo un certo Jim... sigh), poi lo stile da found-footage si va a fondere con una risaputa ghost-story moderna, tutta misteri e possessioni e jumpscare. Ambientazione e sviluppi ricordano The Blair witch project, ma nel complesso si ha l'impressione che siano diversi i film "ispiratori": tutto molto di routine, qualche spavento efficace, ma poco di davvero memorabile. Il finale va un po' meglio, con un twist beffardo e un po' di crudeltà grafica. Okay se non si hanno pretese.
MEMORABILE: Le ben rese immagini da telegiornale anni '80; L'esperimento tipo Linea mortale; Il "balzo" del cadavere; Il filmato rivelatore; La crocifissione.

Lupus73 8/08/20 14:24 - 602 commenti

I gusti di Lupus73

Ennesima setta fanatica, una comunità in una baracca nel bosco che segue le prediche di un santone sulla resurrezione e l'immortalità fino al suicidio di massa (1985). Anni dopo un'equipe ne ricerca le cause con l'unica superstite. Dopo una prima parte preparatoria ci si sposta nel territorio del paranormale con spettri vari. La confezione è negli standard con buoni SFX usati spesso per i jumpscare, che non sono l'unica sorpresa della pellicola; infatti il twist verso la fine cambia la lettura della vicenda. Tra tutti spicca il carisma del predicatore/Thomas Jane. Si guarda.
MEMORABILE: Il delirio farneticante del predicatore sul finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.