DISCUSSIONE GENERALE di Hammamet (2020)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Capannelle • 11/01/20 12:34
    Scrivano - 2508 interventi
    L'avevo letto e le prime recensioni lo confermano: bravissimo Favino come lo era stato nell'interpretare Buscetta. Complimenti all'attore per scegliere/farsi scegliere in ruoli impegnativi.
  • Raremirko • 11/01/20 22:34
    Addetto riparazione hardware - 3503 interventi
    Il trucco ha dell'incredibile; meglio pure del Servillo conciato ad hoc per i vari ruoli.
  • Bubobubo • 12/01/20 14:13
    Call center Davinotti - 223 interventi
    Sono d'accordo col Davinotti che Filippi interpreti un personaggio assai poco rilevante per l'80% del tempo in cui viene portato sullo schermo, ma dissento dal giudizio sul finale (che trovo, nella sua allucinata glacialità, davvero ottimo).
  • Zender • 12/01/20 18:18
    Consigliere - 43733 interventi
    Ti svelo una cosa: il Marcel è uomo d'altri tempi, quando i film finivano senza inutili appendici dalle quali oggi sembra non ci sia verso d'affrancarsi. C'era il gran finale e stop, oggi pare sia vietato: tocca per forza sorbirsi il "dopo", anche quando non c'è assolutamente nulla da aggiungere, e parte quindi un po' prevenuto. Nello specifico, al di là del glaciale (è vero), anche a me parrebbe per nulla necessario, ma contento che ti sia piaciuto e ovviamente trovo sacrosanto dissentire (non solo dal giudizio del Davinotti, che è il correggibile per definizione, ma da quello di chiunque).
  • Bubobubo • 12/01/20 21:46
    Call center Davinotti - 223 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ti svelo una cosa: il Marcel è uomo d'altri tempi, quando i film finivano senza inutili appendici dalle quali oggi sembra non ci sia verso d'affrancarsi. C'era il gran finale e stop, oggi pare sia vietato: tocca per forza sorbirsi il "dopo", anche quando non c'è assolutamente nulla da aggiungere, e parte quindi un po' prevenuto. Nello specifico, al di là del glaciale (è vero), anche a me parrebbe per nulla necessario, ma contento che ti sia piaciuto e ovviamente trovo sacrosanto dissentire (non solo dal giudizio del Davinotti, che è il correggibile per definizione, ma da quello di chiunque).

    Sono molto d'accordo con te (e col Davinotti? o con te due volte? :) quando dici che il vizietto di aggiungere un "dopo" anche quando non ce n'è assolutamente bisogno ha raggiunto livelli di pervasività piuttosto sgradevoli. Difatti, valutato da questa prospettiva, è insalvabile. Mi è piaciuto più come segmento in sé, come rappresentazione di una follia e di un'incomunicabilità totali.
  • Zender • 13/01/20 08:10
    Consigliere - 43733 interventi
    Capito. Sì, in quel senso è interessante.
  • B. Legnani • 14/01/20 13:32
    Consigliere - 13980 interventi
    Interessante intervista a Craxi, ad Hammamet. C'è pure il carrarmato presente nel film, qui a 10'15".
    https://www.youtube.com/watch?v=4fRJXM1zh-E
    Ultima modifica: 14/01/20 14:59 da B. Legnani
  • B. Legnani • 14/01/20 15:02
    Consigliere - 13980 interventi
    Vorrei tornare sul film. Nel ricordo, anche a breve scadenza, i film tengono, crescono, calano.
    Questo, nel mio caso, cala. Resta la memoria di un grande Favino, ma il personaggio del figlio di Vincenzo (e non solo lui) porta verso il basso.