Whisky e gloria

Media utenti
Titolo originale: Tunes of Glory
Anno: 1960
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dal romanzo omonimo del 1956 dello scrittore scozzese James Kennaway, autore anche della sceneggiatura.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/01/20 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 10/01/20 14:26 - 9222 commenti

I gusti di Daniela

Nel secondo dopoguerra, in un castello scozzese che ospita un reggimento, l'ex colonnello, accomodante verso i sottoposti ed incline all'alcool, entra in rotta di collisione col suo sostituto, ufficiale di carriera ligio alla disciplina... Melodramma d'ambientazione militare incentrato su uno scontro di caratteri che si avvale di due interpreti superlativi impegnati in una gara di bravura che li vede entrambi vincitori, a differenza di quanto avviene ai rispettivi personaggi. Molto valido anche il resto del cast. Cinema vecchio stile, solido, inossidabile, il capolavoro del regista.
MEMORABILE: La breve confessione di Mills sulle torture subite in campo di concentramento; Il discorso finale di Guinness

Rigoletto 3/08/20 11:19 - 1502 commenti

I gusti di Rigoletto

Raramente ci si imbatte in un film di tale compattezza e solidità. Capolavoro nascosto all'occhio della grande massa che si rivela, alla scoperta, come uno scrigno di delizie. Accattivante nella trama (lo scontro di personalità e metodo fra due colonnelli), praticamente perfetto nei tempi e nel ritmo narrativo, curato nella parte scenografica. Si sarebbe potuto chiedere di più? Sì, lo chiede Neame e il fato glielo accorda: due mostri di bravura quali Guinness e Mills, ciliegine di una torta nella quale amore e passione creano un sapore inconfondibile; quello del grande cinema.

Kinodrop 2/07/20 20:00 - 1462 commenti

I gusti di Kinodrop

Due colonnelli diversamente formati e "deformati" dalla carriera e dall'etica militare si trovano per un breve periodo al comando di un glorioso reggimento scozzese combattuto tra la disciplina "elastica" dell'uno e l'intransigenza problematica del nuovo arrivato, tra mosse e contromosse dall'esito drammatico. Un racconto teatrale anche nell'ambientazione e nella guerra di parole tra i due ufficiali (superlativa la prova di Guinness e Mills), che giungerà al culmine con la visionaria anticipazione della cerimonia funebre (vivida ed emozionante pur solo nella descrizione). Potente.
MEMORABILE: Kilt, whisky e cornamuse; L'ironia tagliente di Sinclair; Il progressivo isolamento di Barrow; L'impressionante assolo di Guinness nel finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Daniela • 10/01/20 15:11
    Consigliere massimo - 5071 interventi
    Svariati decenni fa ho letto un romanzo breve di uno scrittore a me sconosciuto, edito nella collana universale economica feltrinelli. Il titolo era Whisky e gloria, la scelta del volumetto era stata fatta per motivi economici (trovato usato su uno dei banchini di fiducia) ed estetici: mi era garbata l'immagine stilizzata in copertina di un soldato scozzese in gonnellino.
    Scelta casuale quindi, ma fortunata, perché il romanzo mi era molto piaciuto.

    Solo ieri sera ho visto il film che ne è stato tratto: altamente consigliato, soprattutto a chi ama il cinema vecchio stile, sceneggiato con cura, diretto e messo in scena con ottimo mestiere, interpretato splendidamente. E qui in campo ci sono due campioni di finezza come Guinness e Mills.
  • Discussione Greymouser • 10/01/20 19:10
    Capo call center Davinotti - 569 interventi
    Beh, aspetterò di leggere il tuo commento. Lo scrittore non lo conosco, in verità. Se ti è piaciuto tanto, meriterà senz'altro una dovuta considerazione.