Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dietro a una semplice storia d'amore con qualche timida traccia thriller si nasconde in realtà una riflessione scontata ma non peregrina sul rapporto tra i membri di una comunità Amish particolarmente "intransigente" (chiamati "swartzentruber") e il mondo che li circonda, rappresentato qui da un'infermiera di ritorno dall'Afghanistan, Grace Conner (Macallan). Tutto comincia quando, tornato a casa da una cavalcata (le auto non sono consentite), Lew Troyer (Faris) trova il sue secondo padre disteso in terra morto e sua madre (incinta) in fin di vita. Disperato corre a chiamare aiuto e arriva all'abitazione di Elizabeth (McGillis), dove da poche ore abita anche la nipote Grace che ha ritrovato lì...Leggi tutto sua sorella (Horvath) e la nonna. E' proprio Grace a raggiungere la fattoria dell'agguato: facendo ricorso all'esperienza riesce a salvare sia la donna che il nascituro. Levi, per ringraziarla, le regala una cesta e capisce di provare per lei un affetto che va oltre la riconoscenza. Le limitazioni a cui tuttavia è sottoposto dalla comunità swartzentruber sono alla base di una relazione che non solo non è facilmente gestibile, ma che sulle prime pare proprio non poter esistere in alcun modo. Tanto che, soprattutto da parte di Grace, il cui carattere è quello di chi non dà troppe confidenze né si lascia andare, c'è piuttosto la volontà di rispettare il credo di Levi senza forzare in alcun modo le sue decisioni su nulla. Si accorgerà di come chi come lei proviene dall'esterno (loro li chiamano “inglesi”, a prescindere dalla reale provenienza) non sempre sia visto di buon occhio; anzi, la giovanissima figlia del vescovo (a quest'ultimo dà la voce Claudio Sorrentino, direttore del doppiaggio italiano) la guarda con estrema diffidenza e la identifica non a torto come una rivale in amore... Apprezzabile la misura nei dialoghi, che restituisce credibilità a una vicenda sommariamente ben interpretata: la coppia protagonista sviluppa un rapporto maturo che sa a tratti commuovere senza mai dover far scendere una lacrima. Merito di una sceneggiatura che per un filmtv evidenzia qualità nient'affatto disprezzabili, e se magari nel tratteggiare la figura dell'ingenuamente perfida figlia del vescovo (in parte comunque la giovane Emily Basso) si ricorre a stereotipi evitabili, non si può dire che i temi siano sempre affrontati con superficialità. Certo, nulla di memorabile e ancor meno se si guarda al mistero da risolvere cui fa riferimento il titolo italiano (quello originale gioca sulla doppia valenza della parola "grace"), cui si dà spazio occasionalmente durante la vicenda per offrirne nel finale la soluzione in modo abbastanza sgraziato e anonimo, ma se non altro il film si lascia vedere improntando sull'ego combattuto di Levi le scene più significative. Confezione di riguardo con una buona colonna sonora e una fotografia vivace ma fortunatamente non ultrasatura come ci si aspetta ormai oggi. Kelly McGillis, lontanissima dai tempi gloriosi in cui affiancava Tom Cruise (cui Sean Faris curiosamente molto somiglia) nel film culto di una generazione, torna al tema Amish dopo esser stata la coprotagonista di WITNESS - IL TESTIMONE, ma si vede poco e poco incide.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/07/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.