The mummy's ghost

Media utenti
Titolo originale: The Mummy's Ghost
Anno: 1944
Genere: horror (bianco e nero)
Note: Aka "The Revenge Of The Mummy". Terzo capitolo del cosiddetto "Ciclo di Kharis" iniziato con "The Mummy's Hand".
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 30/07/07 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 30/07/07 13:05 - 4762 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Chaney torna a rivestire (in modo impeccabile) i panni della mummia in questo penultimo capitolo della saga targata Universal. I cinefili appassionati dell'horror vi ritrovano un ottimo cast di specialisti del genere (Carradine, Zucco). Bella la sequenza finale col fuoco.

Noncha17 4/06/17 23:04 - 87 commenti

I gusti di Noncha17

Come accade sovente, quello che succede alla fine dell'episodio precedente non viene considerato e, quindi, tutto risulta stravolto: la mummia è identica, il suo risveglio avviene per caso, non si capisce più quante sono le foglie che servono per attivarla, va in giro di giorno... E il fatto è che queste diversità vengono spiegate dal professore che già aveva studiato la mummia in precedenza! Detto ciò, pur non stando in piedi, il film che ne esce è molto più avvincente di The mummy's tomb. E tanto basta! Probabile un messaggio nascosto: quello che viene trovato va restituito e non tenuto.
MEMORABILE: La guardia legge un hard boiled e ascolta i racconti horror alla radio; I ciuffi bianchi stile Moglie di Frankenstein; La scalinata modello tempio.

Rufus68 7/12/18 21:53 - 3083 commenti

I gusti di Rufus68

Chaney con le bende debitamente svolazzanti e un Carradine asciutto e credibile sono le uniche cose degne di nota. Per il resto siamo dalle parti del discount egizio: donne reincarnate, lucerne fumiganti, geroglifici un tanto al chilo e una netta propensione per la risoluzione grossolana (la mummia, di una maleducazione rara: sfonda le staccionate e strangola vecchi signori; i cazzottoni finali). I cultori dell'horror in chiaroscuro se la godranno comunque.

Von Leppe 9/09/20 13:57 - 1026 commenti

I gusti di Von Leppe

In questo terzo capitolo del “ciclo di Kharis” tocca a John Carradine (nuovo sacerdote stavolta di Arkam e non di Karnak come negli episodi precedenti) prendere il comando della mummia (ancora Lon Chaney Jr.) e riportare i resti della principessa Ananka in Egitto. Per fortuna mancano gli antefatti dei film precedenti e ci si concentra su una storia non male, tutta ambientata in America (tranne il prologo), con un finale divertente che non è il solito lieto fine per la bella di turno. Originale pure il rifugio di Yousef Bey (un buon Carradine).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Noncha17 • 29/05/17 18:00
    Magazziniere - 1073 interventi
    A 8 anni da La Mummia, la Universal decide di produrre un film - a basso costo - in cui "la mummia" è un semplice strumento atto ad uccidere chi osi profanare la tomba della principessa Ananka. Due anni dopo ne viene realizzato un secondo, che vede gli "eredi" di entrambe le fazioni scontrarsi. Mentre il terzo - ambientato nello stessa cittadina statunitense del precedente - con alcuni strafalcioni si "trascina" nel quarto film finale (furono difatti realizzati nello stesso anno, il 1944).

    Distaccandosi dal classico del 1932, quindi, questa serie di film dà vita a una nuova saga chiamata semplicemente con il nome della mummia.

    Il "CICLO DI KHARIS" è così composto:

    1) The Mummy's Hand (1940) di Christy Cabanne

    2) The Mummy's Tomb (1942) di Harold Young

    3) The Mummy's Ghost (1944) di Reginald Le Borg

    4) The Mummy's Curse (1944) di Leslie Goodwins