LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/08/16 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Buiomega71 25/08/16 19:08 - 2460 commenti

I gusti di Buiomega71

Esplosivo il cinema di Armitage, che mostra l'altra faccia della giustizia fai da te. In un involucro da produzione cormaniana, il regista di Miami blues ci infila una trama non banale, evitando sesso e violenza (ce n'è, ma non troppa) tipici del Corman pensiero, per riflettere sugli effetti devastanti del vigilantismo. Si respira aria di western moderno, tra risse e leggi del più forte. Finale che mischia il post atomico con il viet-movie, tra silos in fiamme e scontri a fuoco. Bastardissimo Kristofferson che spara alle spalle alla Principal. Robusto B-movie da riscoprire.
MEMORABILE: L'inizio tutto fumettosa violenza e dilagare della criminalità; La festa del 4 luglio prima dell'ecatombe; Il combattimento dei galli alla sagra.

Herrkinski 2/08/21 14:28 - 6010 commenti

I gusti di Herrkinski

Si dice ispirato al blaxploitation Bucktown; comunque sia, è un'interessante riflessione sugli effetti del vigilantismo e sulla fama di potere che acceca le persone, in questo caso un Kristofferson in un ruolo negativo inusuale, contrapposto al fratello buono Vincent. La storia non è raccontata benissimo e risulta un po' frammentaria, a tratti quasi confusionaria oltre che improbabile; rimangono perlopiù alcuni momenti di violenza e le scene di massa, tra risse e sparatorie, in una sorta di western moderno ben confezionato ma dal potenziale in parte sprecato, pur se potabile.
MEMORABILE: I titoli di testa con la mega-rissa; I soprusi di Kristofferson.

Bernadette Peters HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 25/08/16 19:15
    Pianificazione e progetti - 23093 interventi
    RASSEGNA ESTIVA: L'ESTATE AVVENTUROSA DEGLI INEDITI DAVINOTTABILI

    In una piccola cittadina californiana, dove giacciono alcuni pozzi petroliferi, la criminalità è all'ordine del giorno. Per ovviare a questo problema che affligge la cittadina, Ben ( Jan-Michael Vincent), chiede aiuto a suo fratello Aaron (Kris Kristofferson), un ex veterano del vietnam, perchè possa risolvere la rovente situazione. Aaron mette così insieme una squadra di vigilantes (composta da suoi ex commilitoni) e spazza via la criminalità. Ma , una volta ripulita la città, Aaron prende il potere insieme ai suoi scagnozzi (e a un gruppo di criminali), gettando i cittadini nel terrore con estorsioni, omicidi, minacce. Un abuso di potere che diventa sopraffazione e violenza. A Ben non rimane altro che cercare di fermare il fratello e la sua cricca, prima che sia troppo tardi...

    Armitage è regista straordinario quanto sfortunato (il successo non le ha arriso molto) sottovalutatissimo e poco incline a piegarsi alle regole. Pochi film nel suo carnet (per il sottoscritto, MIAMI BLUES, non solo e uno dei migliori film degli anni '90, ma forse il più bel "pulp" pre-Tarantino mai girato), che, alla corte di messere Corman si fà le ossa, licenziando , all'inizio, filmetti exploitation nel più puro Corman/pensiero

    Ma e con VIGILANTE FORCE che Armitage sovverte le regole dall'interno: niente sesso, violenza poca e fumettistica, una sceneggiatura (scritta da lui stesso) ben più complessa e molto meno banale degli standar della produzione cormaniana.

    Il vigilantismo caro ai vari Winner/Glickenhaus/Lustig , viene rivoltato come un calzino da Armitage, che ne mostra gli effetti devastanti e deleterei, nella possente e feroce figura di un Kris Kristofferson mai più così cattivo e senza scrupoli (la scena in cui spara, a sangue freddo, alle spalle di Victoria Principal lascia il segno, così come nella feroce sequenza della birra gettatagli in faccia nella sagra con il combattimento dei galli)

    La giustizia sommaria produce altro crimine, suggerisce Armitage, un cane che si morde la coda fino alle tragiche e inevitabili conseguenze

    Realizzato in economia (produce Gene Corman), ma con gran talento e tracce di gran cinema (se c'è dietro un gran regista, in un film, si vede fin da subito), che mischia il western classico moderno al nuovo cinema poliziesco americano

    L'incipit con la violenza che dilaga, gente impazzita che uccide, fà risse, rapina banche, si pesta a sangue che manco i pazzi romeriani de LA CITTà VERRà DISTRUTTA ALL'ALBA, il finale con la sfilata alla festa del 4 luglio, che tramuta il film in una specie di allucinato post atomico misto al viet movie, tra scontri a fuoco e silos in fiamme che esplodono.

    Caratteri grotteschi dei personaggi (il propietario del casinò, la vecchia, il taglieggiatore fuori dalle scuole elementari, la puttana con aspirazioni da cantante, meno oca di quello che potrebbe sembrare-Bernadette Peters-, la varia umanità della cittadina, così pittoresca e folkloristica-i vecchietti armati stile David Crockett-)

    Anche le donne combattono e tirano bombe nel cinema armitageiano (come nel cinema di Walter Hill) e non sono solo mere figurine sexy come questo genere di film richiederebbe


    Le rapine, le estorsioni, i pestaggi, ricordano molto il nostro poliziottesco, e Armitage butta un occhio anche sugli amati classici (LA BELVA UMANA in primis), con soluzioni registiche che, a volte, sono colpi di genio (un membro dei vigilantes folgorato nel fiume con i cavi dell'alta tensione)

    Particine gustose (Armitage da spessore a tutti i suoi personaggi, anche se appaiono per 2 minuti) di Dick Miller (il pianista che segue le note stonate della Peters), Loni Anderson (l'accompagnatrice della bisca) e il carpenteriano Charles Cyphers (uno dei vigilante al soldo di Kristofferson)

    Gran finale con la banda di vigilante vestiti come i componenti di una banda folkloristica musicale, armati di mitragliatori e bazooka.

    Grandissimo Armitage, autore di una personalità travolgente e carismatica (a ogni inquadratura si respirava il suo cinema) che dà una rappresentazione diversa e riflessiva della giustizia fai da te.

    Per me è gia un piccolo cult da rivalutare assolutamente
    Ultima modifica: 25/08/16 20:38 da Buiomega71
  • Discussione Digital • 25/08/16 20:07
    Portaborse - 3222 interventi
    Di questo film possiedo la registrazione da MGM Channel, ovviamente in italiano.
  • Homevideo Buiomega71 • 25/08/16 20:36
    Pianificazione e progetti - 23093 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Warner Home Video:

    Durata effettiva: 1h, 28m e 31s

    Inciso su nastro PDM.
    L'immagine della vhs è a dir poco limpida e pulita (quasi meglio di certi riversamenti in dvd). La versione fu stampata in videocassetta nel 1986 e ha una qualità ancor oggi sorprendente. Venitemi ancora a dire che le vhs, dopo un po', si smagnetizzano o si vedono male :)
    Del tutto incomprensibile il divieto ai 18.

    Ultima modifica: 26/08/16 08:13 da Zender
  • Discussione Buiomega71 • 25/08/16 20:49
    Pianificazione e progetti - 23093 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Di questo film possiedo la registrazione da MGM Channel, ovviamente in italiano.

    Veditelo, Digital, perchè Armitage ha sotto due palle grosse così...Possibile vincitore della rassegna
    Ultima modifica: 25/08/16 20:50 da Buiomega71
  • Discussione Digital • 25/08/16 22:06
    Portaborse - 3222 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Digital ebbe a dire:
    Di questo film possiedo la registrazione da MGM Channel, ovviamente in italiano.

    Veditelo, Digital, perchè Armitage ha sotto due palle grosse così...Possibile vincitore della rassegna

    Non mancherò, tanto più che è da un sacco che voglio farlo!
    Comunque è un gran peccato che non ci sia più Mgm channel, ogni tanto tirava fuori dal cilindro filmetti piuttosto rari (tipo, Senza sosta - quello ce l'hai/lo hai visto?).
    Ultima modifica: 25/08/16 22:08 da Digital
  • Discussione Buiomega71 • 25/08/16 22:28
    Pianificazione e progetti - 23093 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Digital ebbe a dire:
    Di questo film possiedo la registrazione da MGM Channel, ovviamente in italiano.

    Veditelo, Digital, perchè Armitage ha sotto due palle grosse così...Possibile vincitore della rassegna

    Non mancherò, tanto più che è da un sacco che voglio farlo!
    Comunque è un gran peccato che non ci sia più Mgm channel, ogni tanto tirava fuori dal cilindro filmetti piuttosto rari (tipo, Senza sosta - quello ce l'hai/lo hai visto?).


    No, quello mi è sfuggito, ma registrai cose sfiziose, come un miniciclo dedicato alla blaxploitation e ai bikers movie.
    Ultima modifica: 25/08/16 22:29 da Buiomega71