Sabato, domenica e lunedì - Miniserie TV (1990)

Sabato, domenica e lunedì (miniserie tv)

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/01/10 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 8/01/10 07:25 - 12388 commenti

I gusti di Galbo

Rosa Priore famosa per il suo ragù (che comincia a preparare il sabato per il pranzo della domenica) è sposata con Peppino che, sentedosi trascurato dalla moglie, è convinto che lei lo tradisca con un amico di famiglia. Trasposizione cinematografica (e televisiva) di una celebre commedia di Eduardo De Filippo, Sabato, domenica e lunedì è ambientato nella Pozzuoli degli anni '30 ed è ben diretto dalla Wertmuller che ricostruisce con eleganza l'ambientazione (con scene e costumi realizzati con gusto). Ottima la prova del cast nel suo complesso.

Gugly 14/08/10 03:20 - 1187 commenti

I gusti di Gugly

Versione in fiction (con sensibili modifiche) di una celebre commedia eduardiana, dove a fare da padrone è l'incomunicabilità, è proprio il caso di dirlo, in salsa napoletana. La Loren gioca in casa nel ruolo di madre nobile, mentre Luca de Filippo riprende il padre. La regista mantiene il nucleo della commedia (i legami familiari) svisando solo qua e là con qualche accenno al sesso. Simpatico De Crescenzo; si vede anche la Mussolini in una piccola parte.
MEMORABILE: Il pranzo in cui esplodono tutti i conflitti.

Mattia22 18/09/10 19:25 - 1 commenti

I gusti di Mattia22

Bellissima interpretazione di Luca De Filippo, che, mai come in questa commedia, somiglia perfettamente al padre! La Loren è fenomenale nella parte della padrona di casa e Pupella... beh Pupella è sempre Pupella! Un misto di Napoletanità spontanea e sapienza poi affiora nel Professore, alias Luciano De Crescenzo, che fa capire a tutti il senso dell'amicizia familiare!

Panza 9/11/13 17:59 - 1841 commenti

I gusti di Panza

Sembrano tutti uguali gli ultimi film della Wertmüller: cercano di trovare un tono autoriale risultando stantii e pesanti. Il testo di De Filippo viene messo in scena in maniera piatta e senz'anima nonostante le location siano di indubbio fascino. Manca proprio la voglia di ricreare in ambito televisivo il teatro partenopeo fra l'altro qui riportato con dialoghi in vernacolo davvero pesanti. Cast sprecatissimo; produce Carlo Ponti. Ah, se avete un figlio piccolo gli consiglio di fare ascoltare le musiche del film: si addormenterà subito.

Myvincent 17/01/22 18:51 - 3739 commenti

I gusti di Myvincent

La Wertmüller non sfigura in questa sua versione della celebre commedia di Edoardo, forte di un cast azzeccato ma anche originale, viste le presenze di De Crescenzo  e Cannavale. Il rituale del sugo evidentemente è nelle sue corde e non potevamo che aspettarci un'opera che risuona delle tipiche atmosfere napoletane di tutti i tempi. La storia in fondo è piccola e si consuma in un delirio di gelosia, fra una coppia borghese che ha bisogno evidentemente di nuovi stimoli. Mancano gli approfondimenti sociali e politici, ma forse questo è chiedere troppo.

Lina Wertmüller HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Questa volta parliamo di uominiSpazio vuotoLocandina Mimì metallurgico ferito nell'onoreSpazio vuotoLocandina Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agostoSpazio vuotoLocandina Io speriamo che me la cavo
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Gugly • 14/08/10 03:15
    Portaborse - 4710 interventi
    riguardo al commento di Galbo: il protagonista si chiama Peppino.
  • Curiosità Gugly • 14/08/10 03:23
    Portaborse - 4710 interventi
    Nel ruolo dell'eccentrica Zia Memè compare Pupella Maggio, che aveva portato negli anni 60 al successo la commedia in teatro nel ruolo della protagonista
  • Discussione Zender • 14/08/10 09:05
    Capo scrivano - 47764 interventi
    E chi è il protagonista? Quello che nel commento Galbo scrive Domenico?
  • Discussione Gugly • 14/08/10 12:27
    Portaborse - 4710 interventi
    Sì Zender, il protagonista si chiama Peppino Priore.
  • Discussione Zender • 14/08/10 14:45
    Capo scrivano - 47764 interventi
    Ok, corretto il commento di Galbo, grazie.
  • Discussione Fedemelis • 15/12/12 19:46
    Fotocopista - 2137 interventi
    Lo sto vedendo adesso in TV su Iris, strano che Neapolis non abbiamo già segnalato e trovato qualcosa.
  • Discussione Neapolis • 15/12/12 20:55
    Call center Davinotti - 3077 interventi
    Non ho il film. Se lo stai registrando puoi cominciare a postare.
  • Discussione Fedemelis • 15/12/12 22:17
    Fotocopista - 2137 interventi
    Non l'ho registrato perché non ho il videoregistratore e onestamente non saprei poi come digitalizzarlo, spero di "rimediarlo".

    Però se intanto vuoi studiartelo:
    http://www.youtube.com/watch?v=nA1sNRHBo2s
    Ultima modifica: 15/12/12 22:20 da Fedemelis
  • Discussione Neapolis • 15/12/12 22:25
    Call center Davinotti - 3077 interventi
    Leggo su wikipedia che le scene esterne sono girate a Trani e Polignano a Mare.
  • Curiosità Gugly • 11/11/13 09:30
    Portaborse - 4710 interventi
    Nella propria autobiografia "Tutto a posto e niente in ordine" Lina Wertmuller racconta che il ragù presente nelle scene del film non veniva consumato freddo durante le inevitabili ripetizioni dei ciak, ma fu allestita una apposita cucina in cui ne veniva preparato continuamente secondo la ricetta tradizionale, in modo che gli attori potessero consumare il prelibato piatto sempre bollente e buono... con il risultato che lo studio di Cinecittà dove furono ricostruiti gli interni di casa Priore aveva un profumo da far resuscitare i morti!