La morte nella mano

Media utenti
Titolo originale: Long hu dou
Anno: 1970
Genere: arti marziali (colore)
Regia: Wang Yu
Note: IMDB riporta come primo titolo "Cinque dita di morte". Aka "The cinese boxer".
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/06/12 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 22/06/12 11:16 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Diao-Ehr, con l'ausilio di tre karateka giapponesi, fa un macello nella scuola d'arti marziali e diventa il boss del villaggio che taglieggia con usura e gioco d'azzardo. Ma un sopravvissuto prepara la vendetta... Rinomato gonfupian del periodo classico, particolarmente gore e privo di sfumature psicologiche (i cattivi sono fra i più cattivi del genere): Wang Yu badava al sodo. Cospicua, ed evidentissima nella costruzione di diverse sequenze, l'influenza del western italiano.

Wangyu 20/10/12 00:06 - 93 commenti

I gusti di Wangyu

Ricorda molto Cinque dita di violenza per carisma e ferocia dei cattivi di turno (Lo Lieh specialmente), per la rivalità tra scuole di paesi diversi e la inevitabile resa dei conti in un bagno di sangue. Sicuramente uno dei migliori film di arti marziali degli anni 70.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Il Gobbo • 22/06/12 11:20
    Contratto a progetto - 771 interventi
    I titolisti italiani sono notoriamente imbattibili, ma sul kung-fu movie i francesi si difendevano: prima di optare per il più passabile La vengeance du tigre questo film è circolato anche come Karaté à Mort pour une Poignée de Soja!
  • Homevideo Il Gobbo • 22/06/12 11:23
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Reperibile in edizione HK Celestial Pictures (titolo inglese The chinese boxer) con impeccabile restauro video, ma musiche chiaramente posticce, dagli inconfondibili suoni di tastiere anni '80. Reperibile anche in edizione francese (La vengeance du tigre) o tedesca (Wang Yu sein Schlag war tödlich), che utilizzano con ogni probabilità lo stesso master.