Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

Location LE LOCATIONLE LOCATION

Commenti L'IMPRESSIONE DI MMJImpressione Davinotti

Con un blando riferimento all'astrologia che spiega il titolo (siamo lunedì 20 maggio 2019) si apre un film che non sembra aver molto da dire, in cui il protagonista Valerio (Morrone) vive a Roma - in uno degli appartamenti di sua proprietà ereditati dalla famiglia - assieme a Omar (Patti) e a Clara (Muscoso), che sulle note della canzone "#Scopamici" di UNA (scelta non casuale) se la spassano a letto facendoci capire come la convivenza sia tutto sommato piacevole. Valerio, perennemente in vestaglia, dice di avere problemi di cuore, di respirazione, ma sembrano più che altro affezioni psicosomatiche dovute a una condizione sociale che non può dirsi granché...Leggi tutto soddisfacente: non esce mai, la ragazza (Radulescu) l'ha lasciato, il suo lavoro di presunto critico letterario adattatosi a dare ripetizioni di italiano non lo assorbe molto e quel che si preoccupa principalmente di fare è riscuotere gli affitti delle sue case, accettando di abbassare i canoni di fronte alle richieste disperate di inquilini che sembrano biecamente approfittare della sua bontà. Le giornate trascorrono tutte uguali mentre in casa sfilano amici e parenti (tra questi ultimi si segnala la "star" David Riondino nel ruolo dello zio), l'ex fidanzata o una prostituta a buon mercato che però lui contatta per ricevere giusto un po' di consolazione e affetto. A tutti non si può dire che Valerio distribuisca perle di saggezza; spesso si limita ad ascoltare i pensieri di chi al contrario di lui ha molta voglia di parlare o a subire le sfuriate della ex imbestialita perché lui non si è fatto più sentire. Mamma cerca di stargli vicino, ma sa bene che è prima di tutto suo figlio a doversi salvare da se stesso. L'impressione è quella del film che gioca tutte le sue carte in sceneggiatura: senza scatti in regia, confinato tra le quattro mura dell'appartamento dal quale non si esce se non per un paio di esterni superflui, è d'altra parte naturale che siano i dialoghi a dover offrire quel qualcosa in più; il problema è che non riescono quasi mai ad elevarsi da una generale mediocrità, per quanto valorizzati da prestazioni attoriali complessivamente convincenti: se Michele Morrone ha poco modo di brillare trovandosi a gestire un personaggio per sua natura grigio e intristito, infatti, chi gli sta intorno esibisce al contrario una certa verve donando parzialmente al film quel ritmo che la regia di Alessandro Zizzo (anche autore unico del copione) non pare in grado di garantire. Difficile in ogni caso rinvenire gran perle nei lunghi discorsi degli studenti che spiegano quanto i social media abbiano ormai cambiato la loro visione del sesso assegnando ad ognuno la possibilità di frequentare più ragazze (differentemente dai tempi di Leopardi o Dante) o in situazioni che ricalcano il quotidiano senza inserire nulla che valga la pensa di essere ricordato. Ci si trascina da un incontro all'altro con l'inserimento di qualche flashback che visivamente in nulla si distacca dal presente confondendo inutilmente le acque. Una telefonata al padre, una alla sorella... parole che riempiono i minuti individuando assai raramente qualcosa di sigificativo da dire, come se ci si accontentasse di assommare piccoli bozzetti un po' qualunquisti che ritraggano senza molte ambizioni il piatto quotidiano di una vita come tante. Qua e là si sorride, si può trovare anche una certa complicità nei personaggi, ma per realizzare un buon film ci vorrebbe anche altro...

Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/11/21 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.