Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/06/18 DAL BENEMERITO LOU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lou 12/06/18 17:54 - 1036 commenti

I gusti di Lou

Cantet è un regista sensibile ai problemi dei giovani e alla loro integrazione nel contesto sociale francese sempre più condizionato dall'immigrazione. Questa volta la "Classe" è sostituita da un workshop di scrittura a La Ciotat, località della provincia francese segnata dalla dolorosa conversione industriale dei cantieri navali. Molti gli spunti di riflessione in una storia che vede al centro un ragazzo intellettualmente dotato ma solitario e attratto da pulsioni violente e razziste. Stenta a decollare, ma alla fine il cerchio si chiude.

Daniela 19/11/19 13:44 - 10357 commenti

I gusti di Daniela

Romanziera affermata svolge un seminario estivo di scrittura per un gruppo di adolescenti che vivono a La Ciotad, cittadina un tempo fiorente investita in pieno dalla crisi economica. Fra la donna matura e l'alunno più irrequieto e provocatore si sviluppa un rapporto di attrazione/repulsione... Come nel film del 2008, il microcosmo di una classe utilizzato dal regista per radiografare il disagio delle giovani generazioni, spinte al radicalismo oppure all'apatia rinunciataria dalla mancanza di dialogo e dai pregiudizi. Un approccio non esente da schematismo ma problematico, stimolante.

Pigro 24/01/21 10:21 - 8415 commenti

I gusti di Pigro

Il ragazzo con simpatie destrorse è elemento di disturbo (e di curiosità per l'insegnante) nel laboratorio di scrittura. Ci sono molti spunti stimolanti in un film che punta a entrare in profondità nelle pieghe complesse del pensiero degli adolescenti contemporanei alle prese con le grandi questioni sociali, dal "passato" delle lotte sindacali al presente del razzismo e dell’islamofobia. Ma narrazione e personaggi sono un po’ rigidi e stereotipati e il tutto suona programmatico: una parabola morale, adatta a cineforum scolastici.

Giùan 13/02/21 09:18 - 3305 commenti

I gusti di Giùan

Film di stratificata dialettica con l'unico neo, che rischia progressivamente di allargarsi a macchia, di una didascalica programmaticità (il laboratorio di scrittura, il rapporto intellettuale/neo proletariato giovanile). L'idea, ambiziosa ma ben sviluppata, è gettare un ponte tra l'inquietudine dell'oggi con le sue derive (post)ideologiche e lo svilimento di riferimenti storico/sociali (il cantiere "mitico"), un abisso in cui la frustrazione rischia di sfociare in estremismo. Stride il connubio tra i formalismi di Cantet e Campillo. Finale forzato. Bravissimi Lucci e la Foïs.

Galbo 17/05/21 15:06 - 11618 commenti

I gusti di Galbo

In una cittadina francese, una scrittrice tiene un laboratorio di scrittura creativa per un gruppo di ragazzi in cerca di nuove opportunità. Come già accaduto in passato, il regista Cantet si occupa di giovani in un film dai forti connotati realistici che non tralascia gli aspetti sociali e psicologici della crisi economica che ha reso problematico e poco accessibile il mercato del lavoro. La sceneggiatura ben scritta e le ottime performance degli attori rendono il film interessante e piacevole da seguire fino in fondo.

Laurent Cantet HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.