LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 22/01/20 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 22/01/20 16:21 - 6731 commenti

I gusti di Rambo90

Una specie di Carnage all'italiana, con genitori che esplodono durante una festa di bambini, messo in scena con un gusto molto teatrale e una bella sceneggiatura ricca di umorismo cinico. Il cast è perfetto, con una Foglietta volutamente sotto le righe a rappresentare il buon senso in una situazione che sfugge man mano al controllo. Molto bene la coppia Calabresi-Mascino (i più divertenti e anche irritanti), mentre la regia fa del suo meglio per non rendere pesante l'unica location. Da vedere.

Daniela 25/01/20 01:14 - 10336 commenti

I gusti di Daniela

Madre single invita i compagni di scuola del figlio ad una festicciola in occasione del suo ottavo compleanno. Mentre una ragazza intrattiene i bambini, tra i genitori si scatena la bagarre... Commedia dai molti debiti cinematografici che tuttavia si fa seguire con piacere grazie all'empatia in grado di suscitare la situazione, alla galleria di tipi umani ben variegata anche se ai confini della macchietta e alla buona prova corale degli attori. Finale che appare incongruo rispetto alla morale della favola impartita in precedenza, ma forse è stato giusto chiudere con una ventata di ottimismo.

Galbo 31/01/20 14:24 - 11613 commenti

I gusti di Galbo

Commedia italiana sulle nevrosi “genitoriali”. Basata su una sceneggiatura ben scritta che mette in discussione i concetti di normalità e diversità, il film ha dei buoni tempi comici, pur non essendo una commedia brillante in senso stretto quanto un film che mette in mostra delle personalità decisamente borderline. L’impianto “teatrale” è funzionale ad una storia interpretato da un cast ben scelto e ben diretto. Un buon film.

Paulaster 7/08/20 09:30 - 3152 commenti

I gusti di Paulaster

A una festina di compleanno si scatena il putiferio per una questione di sessualità. Classiche madri nevrotiche, padri assenti e modelli poco educativi. Qualche battuta si salva sul versante “bio”, ma l’ultima parte sbraca tra urla e strozzamenti vari solo per permettere la moralina finale. Foglietta a cui manca la simpatia della Cortellesi e ruolo migliore, anche se solo accennato, per la Occhionero, che in un paio di scene cattura l’attenzione. Balletto conclusivo peggiore persino di quello di Da zero a dieci.
MEMORABILE: L’animatrice col test della gravidanza; Truffaut e Cosso; La favola dei mostriciattoli; Il cobra.

Pinhead80 3/09/20 19:03 - 4089 commenti

I gusti di Pinhead80

Una mamma single e moderna decide di organizzare una festa di compleanno per il figlio a casa sua invitando i compagni di classe. Ci penseranno i genitori a rendere l'occasione indimenticabile. Laura Chiossone adatta per il cinema lo spettacolo teatrale "Palloncini" di Gabriele Scotti e Gianna Coletti e lo fa centrando bene il bersaglio. Il campionario delle schizofrenie genitoriali è rappresentato in tutta la sua varietà e attinge a piene mani da una realtà, che ha reso gli adulti in balia di una vita che non riescono a controllare/accettare. Un film poco rassicurante.

Nando 16/09/20 10:27 - 3554 commenti

I gusti di Nando

Commedia corale in cui si mostrano le nevrosi di un gruppo genitori durante la festa di compleanno di un bambino. Abbastanza realistica nonostante alcune personalità vengano esasperate in maniera forse poco naturale. Nel cast emerge la Foglietta ma anche le interpretazioni di Calabresi e della Mascino non sono da sottovalutare. Finale leggermente buonista con balletto.

Capannelle 13/12/20 01:28 - 3875 commenti

I gusti di Capannelle

Tralasciando le parti musicali in cui la Foglietta si diverte a fare la superstar è un buon film, che punta al bersaglio del genitore italiano, nevrotico e in cerca di vetrina sociale e che richiama alla mente Perfetti sconosciuti. Brava la Chiossone a gestire i tempi narrativi e a far ruotare un cast ben calibrato, sia come grandi che come piccini. Decisamente esilaranti le stilettate verso quelli bravi a parlare che, ahimè, non mancano mai nella realtà. Qualche estremizzazione di troppo nel finale ma che rimane confinata in un ambito accettabile.
MEMORABILE: Calabresi e lo spumante; "Allora sei disoccupato".

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Capannelle • 14/12/20 22:54
    Scrivano - 2633 interventi
    Oshima, Kitano, Mijazaki e Koreeda i registi orientali famosi citati da Calabresi durante il suo amplesso amoroso