Eroi della strada

MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Streets of New York
Anno: 1939
Genere: drammatico (B/N)
Note: Aka "Gli eroi della strada",
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Il giovane Jimmy Keenan (Cooper) ha sani principi: è proprietario di un'edicola a New York e gestisce il lavoro di cinque ragazzi di strada che gli fanno da strilloni. Studia da avvocato, ha come modello Abramo Lincoln ed esibisce in dibattimento una dialettica superiore. I suoi problemi vengono semmai dal fratello gangster (Purcell) e dal bullo del quartiere (Durand), che non perde occasione per mettergli i bastoni tra le ruote. Il ritratto è insomma quello di un ragazzo dall'aria sicura, convinto della strada da seguire, che non concede mai un sorriso ma ha un grande cuore: vive con un vecchierello trasandato fanatico delle scommesse di cavalli (Cleveland) e ospita in casa il più piccolo dei suoi lavoranti, Gimpy...Leggi tutto (Spellman), ragazzino spigliato e irrequieto al quale insegna come vivere rettamente. Non importa se mancano i soldi, se il cibo scarseggia... alla vigilia di Natale è obbligatorio credere in un mondo che possa essere migliore! A renderlo tale arriva un ricco giudice (Irving) col quale Jimmy aveva avuto a che fare in aula dimostrando il suo valore; per celebrare la festività, questi inviterà a casa sua non solo Jimmy ma anche tutti i suoi cinque amici. L'impronta è favolistica, ma l'interpretazione solida di un Jackie Cooper diciassettenne già molto credibile nel ruolo di giovane maestro di vita dà il necessario spessore alla vicenda. Che naturalmente abbonda nella stereotipizzazione dei ruoli separando nettamente il Bene dal Male senza risparmiarci momenti commoventi legati soprattutto al piccolo Gimpy con la sua inseparabile stampella: prototipo del ragazzino di strada ancora poco inquadrato ma volonteroso e tenero, si guadagnerà facilmente spazio pur lasciando che al centro resti sempre Jimmy, attorno al quale ruotano le diverse vicende (compresa quella che regolerà i rapporti col fratello criminale, pronto a offrire soldi e aiuti a chi in realtà da lui non vuole assolutamente nulla). Girato quasi per intero lungo la strada dell'edicola e in interni (di New York si vede giusto qualche panorama notturno e poco più), il film di William Nigh è un onesto esempio di dramma educativo costruito con i crismi dell'epoca e oggi chiaramente assai superato. Non spiacevole però, comunque molto breve e succinto anche quando nell'ultima parte arriva alla sua scontata conclusione con una manciata di riprese action, un accenno di sparatoria e una chiusura pittosto repentina come al tempo usava. Grande bonarietà e comprensione da parte dei rappresentati della legge, momenti chapliniani nell'apertura dei regali, memorabile sfogo di Jimmy quando, studiando il libro su Lincoln regalatogli dal giudice, si lancia in un'infervorata arringa casalinga coinvolgendo Gimpy che lo crede impazzito.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/06/20 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.