Desperation

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Stephen King's Desperation
Anno: 2006
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Stephen King Desperation".
Papiro: cartaceo

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 25/01/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 26/01/07 02:14 - 4857 commenti

I gusti di Puppigallo

Era persino iniziato bene, con uno spassoso sceriffo sciroccato che parlava in modo sconclusionato, minacciando di morte due poveretti; un bel personaggio che rinchiudeva tutti i forestieri di passaggio in una prigione di un paese apparentemente disabitato. Poi l’abisso: la solita entità malefica, ragni, scorpioni, serpenti, cadaveri qua e là. Le paure che diventano realtà combattute con la fede e, perchè no, pure i poveri minatori cinesi sfruttati. Un minestrone acido ai limiti del ridicolo.

Schramm 21/11/07 01:28 - 2892 commenti

I gusti di Schramm

In una cosa Garris è abilissimo: nel rendere cartongesso il granito. Altrimenti tradotto, nel rendere caricaturale e nella migliore delle ipotesi grottesca l'opera di King. Naturalmente accentuandone i difetti (leggi: la componente "mistica" è nauseabonda a livelli che nemmeno Radio Maria). King è un asso delle grammatiche dinamiche retoriche narrative: perché perseveri nell'affidarne i risultati a un analfabeta sono i proverbiali misteri del genio. Una buona storia e un'ottima occasione scaraventate tra sterco e ortiche.

Undying 1/03/09 11:42 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Dopo una buona mezz'ora interessante, ricalcata sulla scia delle violenze perpetrate dallo sceriffo Hoyt (R. Lee Ermey) visto in Non aprite quella porta (2003) il film di Garris (ideatore dei Masters of Horror e regista di fiducia del celebre scrittore del Maine) deraglia sulla lungaggine e sulla noia, aggravata da una sceneggiatura poco chiara (l'entità sotterranea sembra una giustificazione tirata lì a caso, tanto per dare senso agli avvenimenti). Non aiuta, poi, il mieloso e banale buonismo di fondo, rappresentato dal bambino prodigioso e dalle sue ideologie fanatico-religiose. Insensato.

Fabbiu 1/10/09 20:31 - 2044 commenti

I gusti di Fabbiu

La prima mezzora è perfetta: ho avuto come l'impressione di avere sotto agli occhi qualcosa di ben concepito, con lo sceriffo psicopatico che bloccava i passanti del deserto. L'ora e mezza successiva è noiosa e lenta come non deve essere un film horror; i soliti demoni del deserto anche stavolta sbucati dal passato intratterranno un gruppo di malcapitati (singoli personaggi tutti mal caratterizzati) nella ennesima città fantasma. Atmosfere troppo da telefilm, con numerosi elementi campati in aria ed un finto risvolto religioso. Da evitare.

Pinhead80 30/03/15 20:19 - 4283 commenti

I gusti di Pinhead80

La disperazione vera è quella che ti assale dopo che hai capito quale china prende la vicenda. L'inizio è di quelli belli tosti, con un cattivone caratterizzato alla grande, ma poi? Il grande boh! Deliri mistici accompagnati da una serie di eventi che sfiorano il ridicolo mandano in fumo quanto di buono scritto da King. Le storie del maestro del brivido meriterebbero di essere rappresentate in altra maniera, sul grande schermo.

Mick Garris HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Undying • 1/03/09 11:49
    Scrivano - 7604 interventi
    DVD nel catalogo della Warner Home Video, che lo propone senza extra alcuno ma in un buon formato audio video (1.85:1 anamorfico, dolby 5.1).

    Lungo (126 minuti) adattamento televisivo di un lungo racconto di Stephen King, diretto dal regista di fiducia (nonché responsabile dei Masters of Horror) dello scrittore.