Cerca per genere
Attori/registi più presenti

• MEDEA

All'interno del forum, per questo film:
• Medea
Titolo originale:Medea
Dati:Anno: 1988Genere: drammatico (colore)
Regia:Lars von Trier
Cast:Udo Kier, Kirsten Olesen, Henning Jensen, Solbjørg Højfeldt, Preben Lerdorff Rye, Baard Owe, Ludmilla Glinska, Vera Gebuhr, Jonny Kilde, Richard Kilde, Dick Kaysø, Mette Munk Plum
Visite:303
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 4
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/12/09 DAL BENEMERITO LUCIUS

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Davvero notevole! a detta di:
    Pigro
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Lucius, Bubobubo
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Schramm


ORDINA COMMENTI PER:

Pigro 24/8/10 9:00 - 7273 commenti

Il mito classico, raccontato come rivalsa di una donna contro un uomo che l'ha tradita per il potere, è calato in un ambiente medievale nordico, rievocato da spettacolari e simboliche location (tra l'acquatico e il terrigno in una natura pulsante e protagonista), trattate con una fotografia digitale che reinventa sfondi e cromatismi. L'incommensurabile dolore di Medea (una intensa ed enigmatica Olesen) si presenta fin dall'inizio e ha il suo culmine nella straziante impiccaggione dei figli. Espliciti i rimandi alla visionarietà di Dreyer.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Schramm 20/5/15 13:11 - 2286 commenti

Lars Von Dryer impugna la magica bacchetta della vaniloquenza ma il suo magicabula riesce solo a metà: se l’apparato visivo si rivela vaniloquente a strabilianti livelli che di lassù avranno commosso Carl Th, l’ombra della commissione tradisce una freddezza e una svogliatezza narrativa ossequianti più la filologia testuale euripidea che le egomanie dell’autore, che pure non si lascia sfuggire la metafisica occasione di immergere il testo in una purgatoriale e limacciosa palude nebbiosa: ma la radiazione emotiva sta a zero in nome della rincorsa al realismo poetico e all'esercizio di stile.
I gusti di Schramm (Drammatico - Fantastico - Horror)

Lucius  17/12/09 2:37 - 2741 commenti

Un film nato per la televisione danese ma che, grazie all'abilità del regista, tutto sembra tranne che un prodotto televisivo. Le immagini particolari sono la cosa più interessante del film, che presenta una figura di Medea ancora più vendicatrice del solito. Peccato per la rarissima visibilità che ha avuto da noi, perché merita assolutamente una visione.
I gusti di Lucius (Erotico - Giallo - Thriller)

Bubobubo 17/12/18 17:37 - 843 commenti

Ed ecco la Medea espressionista, una magnetica figura femminile il cui spettro si aggira per una terra arida e desolata, tra l'ocra delle lande brulle e il blu delle profondità marine, internamente priva di vita. Film criptico e difficile, pervaso da quell'autorialità a tutti i costi che contraddistingue gli esordienti bravi ma preda di ansia da prestazione: il soggetto, reinventato un'infinità di volte, possiede comunque una sua originalità, specialmente nelle simboliche battute conclusive (che meriterebbero trattamento a parte).
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)