Discussioni su La vestale di Satana - Film (1971)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Undying • 29/10/09 11:13
    Controllo di gestione - 7587 interventi
    Inserisco qui, in quanto non si riesce a collocare tra gli altri link, un curioso omaggio, circolante su Youtube, al film.

    Les lèvres rouges

    Approfitto per segnalare la rimarchevole colonna sonora, la bellezza di una scenografia data da un'Ostenda piovosa, notturna, solitaria e fuori stagione con personaggi sperduti negli interni liberty di un vecchio e deserto albergo sul lungomare.
    Ricordo inoltre che il regista Kumel era un grandissimo ammiratore di Delphine Seyrig, attrice qua in un ruolo ambiguo e femminista, vagamente somogliante, per via di un trucco mirato, alla grande Marlene Dietrich.

    Tra i film derivati dal celebre Carmilla di Le Fanu, questo La vestale di Satana è uno dei più originali, intriganti, affascinanti sconfinato e sperduto tra braccia femminili che si cercano, in una deriva dell'amore lesbico che predomina nettamente (e con grazia sublime) sulla componente horror.
    Ultima modifica: 29/10/09 11:24 da Undying
  • Zender • 29/10/09 16:14
    Pianificazione e progetti - 46712 interventi
    A me non ha mai convinto troppo, il film, ma devo dire che le location a Ostenda sono notevolissime. Mi pare si veda anche Bruges, quella della film In Bruges...
  • Ciavazzaro • 2/12/10 00:23
    Scrivano - 5611 interventi
    Me lo chiedo proprio chi diavolo doppia la protagonista...
  • R.f.e. • 2/12/10 09:19
    Fotocopista - 850 interventi
    Volevo provare a chiedere a Palmara...
  • Ciavazzaro • 3/12/10 20:44
    Scrivano - 5611 interventi
    Mi sembra una buona idea.
  • Rebis • 30/06/11 15:34
    Compilatore d’emergenza - 4370 interventi
    ATTENZIONE SPOILER!

    S'interroga il Sommo Davinotti sull'identità sessuale della madre di Stefan: perché farla interpretare a un uomo, dice lui... Ma perché non si tratta della madre! Ma del suo amante...
    Ultima modifica: 30/06/11 15:35 da Rebis
  • Zender • 30/06/11 20:06
    Pianificazione e progetti - 46712 interventi
    SPOILER
    A sto punto m'interrogo io sulla sanità mentale del "sommo". Cercherò di capire lo svarione. Purtroppo qui in vacanza non ho contatti con lui e fatico a realizzare... Magari gli abbatterò il papiro e via... Grazie Rebis. Poi ti chiederò di spiegarmi meglio la cosa magari... Ma ne sei certo? Ehm, perdona... Mi potresti rispiegare la cosa?
  • Rebis • 1/07/11 12:52
    Compilatore d’emergenza - 4370 interventi
    Certo caro Zender :) Diciamo che la cosa è narrata da Kumel con dovizia di ambiguità e quindi si presta (credo intenzionalmente) ad essere interpretata: Stefan è in viaggio di nozze con Valerie e le promette che la porterà presto a conoscere sua madre, ma in realtà noi capiamo che non ha nessuna intenzione di farlo perché, dice lui, questa madre è gelosissima del figlio e non accetterebbe nessuna donna al suo fianco. L'atteggiamento di Stefan è ambiguo, sembra che forzi le cose per non prendere il battello che li condurrà dalla madre e una volta in albergo chiede al portinaio di chiamarla ma allo stesso tempo (di nascosto) gli fa capire di darla per non raggiungibile. A cena quando Valerie gli propone di andarci da solo, lui non perde tempo ad accettare la proposta, come se in fondo non avesse aspettato altro... Quando però Valerie comincia a scalpitare perché la loro permanenza in albergo si prolunga oltremodo e comincia a sospettare delle parole di Stefan e della sua psiche (la picchia selvaggiamente, fa sesso con lei solo al buio, è attratto dalla morte), questi si vede costretto a chiamarla: ed ecco che salta fuori che è un uomo molto facoltoso. Il dialogo telefonico - che Valerie non può sentire - è indubbiamente quello tra due amanti (almeno in lingua originale... "Cosa farà Valerie quando saprà di noi? Cosa ce ne faremo di lei?"). Ora o Stefan deve raggiungere il suo amante (per soldi?) e spaccia alla moglie il loro viaggio come visita alla madre solo che poi non sa più come liberarsi di Valerie, oppure (meno probabile) costretto da Valerie a prendere contatto con la madre chiama il suo amante facendole credere che sta parlano con la suocera ma commette un'altro errore perché il suo amante capisce che Stefan si è sposato...
  • Zender • 2/07/11 18:06
    Pianificazione e progetti - 46712 interventi
    Grazie Rebis, capito, ora. Eliminata l'ultima frase del papiro e riscritto a pc.