Discussioni su La classe operaia va in Paradiso - Film (1971)

DISCUSSIONE GENERALE

8 post
  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • B. Legnani • 22/05/16 14:43
    Pianificazione e progetti - 14987 interventi
    Come diceva Il Dandi, questo è Guerrino Crivello:



    Ultima modifica: 23/02/18 18:17 da Zender
  • Alex75 • 9/02/18 17:33
    Call center Davinotti - 709 interventi
    Tra l'altro, in questo film Crivello ha un ruolo insolitamente rilevante per lui. L'attore torinese è comparso anche in Todo Modo., nel ruolo dello speaker televisivo.
    Ultima modifica: 23/02/18 18:18 da Zender
  • Alex75 • 19/02/18 13:46
    Call center Davinotti - 709 interventi
    Tra i non accreditati c'è Massimo Patrone, che un anno più tardi avrebbe fatto la parte del bidello nel film Sbatti il mostro in prima pagina. Qui è uno degli ospiti del manicomio (quello che crede di essere un televisore). Da anni Patrone è alla guida della Cineteca Griffith di Chiavari.
    Ultima modifica: 19/02/18 13:46 da Alex75
  • Blondie666 • 27/05/19 16:52
    Galoppino - 68 interventi
    Alex75 ebbe a dire:
    Tra i non accreditati c'è Massimo Patrone, che un anno più tardi avrebbe fatto la parte del bidello nel film Sbatti il mostro in prima pagina. Qui è uno degli ospiti del manicomio (quello che crede di essere un televisore). Da anni Patrone è alla guida della Cineteca Griffith di Chiavari.

    più che un televisore, ho sempre pensato che fosse completamente annichilito dall'intro di carosello, a furia di sentirlo tutte le sere per chissà quanto tempo prima di sbottare!
  • Renato • 28/11/20 21:50
    Addetto riparazione hardware - 376 interventi
    Il film non mi piacque granché, quando lo vidi la prima volta. Lo trovai troppo urlato, troppo grottesco. E diedi solo 2 su 5, ben undici anni fa.

    Da allora l'ho rivisto più volte, e oggi gli assegnerei il doppio dei pallini. Il lato umoristico del personaggio di Ludovico Massa, i dialoghi tra lui e Militina (un immenso Salvo Randone), ma più in generale tutti i dialoghi di Volonté da quando si sveglia la mattina e paragona l'uomo a una fabbrica.

    Raramente cambio idea su un film in maniera così radicale, ma mi è capitato con questo lavoro di Petri.        
  • Zender • 29/11/20 08:57
    Capo scrivano - 47925 interventi
    Se vuoi ripassarmi il commento te lo sostituisco a quello precedente, Renato.
  • B. Legnani • 29/11/20 11:29
    Pianificazione e progetti - 14987 interventi
    Renato ebbe a dire:
    Il film non mi piacque granché, quando lo vidi la prima volta. Lo trovai troppo urlato, troppo grottesco. E diedi solo 2 su 5, ben undici anni fa.

    Da allora l'ho rivisto più volte, e oggi gli assegnerei il doppio dei pallini. Il lato umoristico del personaggio di Ludovico Massa, i dialoghi tra lui e Militina (un immenso Salvo Randone), ma più in generale tutti i dialoghi di Volonté da quando si sveglia la mattina e paragona l'uomo a una fabbrica.

    Raramente cambio idea su un film in maniera così radicale, ma mi è capitato con questo lavoro di Petri.        
    Anche io gli ho data una prova di appello, ma non sono riuscito a rivalutarlo.

  • Xabaras • 11/06/21 12:08
    Galoppino - 63 interventi
    Inspiegabile l' affermazione di Giusti,il quale nel suo dizionario dice che il film sembra girato nei dintorni di Roma e non al Nord. Il film fu realizzato vicino a Novara e si nota,c'è pure la neve! Casomai è un film come Fantozzi che sembra girato al nord,i futuri coniugi Calboni vanno in vacanza a Courmayeur che disterà non so quanti chilometri da Roma(e ce ne accorgiamo che il film è girato a Roma mediante la scena in cui Fantozzi viene malmenato sulla tangenziale dopo aver preso l'autobus al volo,in lontananza si nota infatti Porta Maggiore).