Discussioni su A 30 secondi dalla fine - Film (1985)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Buiomega71 • 7/10/17 16:11
    Pianificazione e progetti - 24637 interventi
    Questo lo affermi tu, opinione rispettabile ma non affatto condivisibile

    Io non ho mai scritto che la versione originale e pessima

    Ho solo ribadito che il doppiaggio e la versione italiana sono impeccabili (per me, ovviamente)

    Ma non mi permetterei mai di scrivere di lavavetri o invocare stilemmi forcaioli (un assolutismo che non ho mai condiviso)

    Adesso, che mi si venga a dire che il doppiaggio (o l'adattamento) italiano di Runaway Train faccia "pena" , lo trovo francamente poco credibile

    Poi ripeto, se in originale è migliore tanto meglio, e solo valore aggiunto

    Io sono paladino del doppiaggio italiano, sempre e comunque e di certo non mi sogno di dire che uno e meglio dell'altro

    Solo questione individuale di vedersi un film

    E un motivo c'è se ripudio a morte i film ridoppiati...
    Ultima modifica: 7/10/17 16:14 da Buiomega71
  • Zender • 7/10/17 16:19
    Pianificazione e progetti - 46718 interventi
    Allora Schramm, la tua battaglia continua, ossessionante, stucchevole contro il doppiaggio qui non attecchisce. Limitati a dire che non ti piace senza tirar fuori sentimenti forcaioli che son fuori luogo. Che i doppiatori italiani sian bravi è risaputo quasi quanto il fatto che a te toccare una voce è come stritolare i gioielli di famiglia. Detto questo, avrai aperto 89754 post per dire sempre la stessa cosa, non giova a nessuno. Scrivilo su davibook se vuoi, e se vuoi qui spieghi perché non ti piace nello specifico il doppiaggio del film senza dover per forza far sembrare dei poveretti quelli che i doppiaggi li apprezzano. Sposterò tutto su davibook quando torno
    Ultima modifica: 7/10/17 16:30 da Zender
  • Schramm • 7/10/17 16:24
    Scrivano - 7485 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Ho solo ribadito che il doppiaggio e la versione italiana sono impeccabili (per me, ovviamente)

    nel mio ovvio "per me" no, e come a te manda in bestia il ri-doppiaggio a me, per motivi già altrove svisceratissimi che sfocerebbero nell'OT e sui quali comunque non si verrebbe mai a patti o a compromessi, fa orrore il doppiaggio in sé, a partire da chi l'ha imposto culturalmente. d'altronde rovesciando i termini inorridiresti pari o rimarresti quanto meno spiazzato nel sentire gassman, mastroianni, tognazzi bene o banfi doppiati (anche in italiano) da una seconda voce, no?

    Buiomega71 ebbe a dire:
    Ma non mi permetterei mai di scrivere di lavavetri o invocare stilemmi forcaioli (un assolutismo che non ho mai condiviso)

    ...tenebruccia mia, c'mon! ma davvero nell'anno di grazia 2017, dopo almeno un decennio che ci si legge e confronta, mi vorresti dire che non cogli il senso lato e di coloritura delle mie affermazioni? che pure hanno del vero, perché resto indomabile purista linguistico e quando scopro come un film che ho amato è stato malamente adattato o stravolto resto davvero sbalordito, il 95% delle volte in negativo. questo è uno di quelli in cui posso ribadirti che il doppiaggio è buono ma esce malconcio se raffrontato con le voci a monte, e che l'adattamento sì, lo ripeto, mi manda il sangue in ebollizione.

    poi non capisco perché te la prendi tanto visto che comunque non intendi nemmeno provare a passare dall'altra sponda e il godimento del tuo modo di fruire il cinema resta immutato.
    Ultima modifica: 7/10/17 17:31 da Schramm
  • Schramm • 7/10/17 16:54
    Scrivano - 7485 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Allora Schramm, la tua battaglia continua, ossessionante, stucchevole contro il doppiaggio qui non attecchisce. Limitati a dire che non ti piace senza tirar fuori sentimenti forcaioli che son fuori luogo. Che i doppiatori italiani sian bravi è risaputo quasi quanto il fatto che a te toccare una voce è come stritolare i gioielli di famiglia. Detto questo, avrai aperto 89754 post per dire sempre la stessa cosa, non giova a nessuno. Scrivilo su davibook se vuoi, e se vuoi qui spieghi perché non ti piace nello specifico il doppiaggio del film senza dover per forza far sembrare dei poveretti quelli che i doppiaggi li apprezzano. Sposterò tutto su davibook quando torno

    non è una battaglia e non ho sollevato io la diatriba, insistendo a capocciate sull'alimentarla. io mi ero, per l'appunto, limitato a dire la mia, e se è per quello anche motivandola. se un adattamento stravolto per più di metà rispetto all'originale mi fa venire le bolle da capo a piedi non posso farci niente e spero che si possa sempre avere la libertà di esprimerlo, come anche spero che si capisca il senso lato e il tra le righe di quanto esprimo, che mi pare anche abbastanza palese. non trovo inoltre pertinente spostare tutto sul davibook dato che mi sono strenuamente sforzato di attenermi a questo caso, e dato che comunque che l'adattamento e il doppiaggio sono una parte del film che può fartelo apprezzare, disprezzare, rivalutare o svalutare, e che quindi non vedo dove stia l'OT nel rimarcarlo di caso in caso. io non ho inoltre mai scritto che chi apprezza il doppiaggio è un poveretto: dico e ripeto che il doppiatore di voight non può surclassare per importanza lo stesso voight. mi sembra diverso, come certamente mi sembrerebbe surreale proclamare l'inverso.
    Ultima modifica: 7/10/17 17:23 da Schramm
  • Capannelle • 7/10/17 17:13
    Scrivano - 3047 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    se un adattamento stravolto per più di metà rispetto all'originale mi fa venire le bolle da capo a piedi
    Secondo me, se passi dall'enunciato generale a degli esempi concreti il buon Zender non sposta la discussione nel davibook.
  • Schramm • 7/10/17 17:29
    Scrivano - 7485 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    se un adattamento stravolto per più di metà rispetto all'originale mi fa venire le bolle da capo a piedi
    Secondo me, se passi dall'enunciato generale a degli esempi concreti il buon Zender non sposta la discussione nel davibook.


    capa, vale(va) proprio l'enunciato generale (che era consustanziale al film de quo e non certo contro chi, come buio, apprezza il doppiaggio), anche perché se si fosse trattato di due tre esempi non avrei certo svalutato così l'adattamento. non credo infine saranno due tre esempi isolati a scongiurare il dirottamento.
    Ultima modifica: 7/10/17 17:30 da Schramm
  • Zender • 7/10/17 17:44
    Pianificazione e progetti - 46718 interventi
    Gli esempi concreti, se generici, su davibook, non qui. Battaglie ideologiche va benissimo ma su davibook, non qui, si tratta solo di capire il luogo adatto. Se invece vuoi fare esempi specifici di "libertà" nel riadattamento italiano del film (non so se a questo si riferiva Capannelle), Schramm, ben vengano, è ovvio che non lo dirotterei su davibook né l'avrei fatto prima.
    Ultima modifica: 7/10/17 17:58 da Zender
  • Buiomega71 • 7/10/17 17:55
    Pianificazione e progetti - 24637 interventi
    Non credo di aver aizzato nessuna polemica, leggere bene post precedenti
  • Digital • 7/10/17 18:13
    Portaborse - 3742 interventi
    Mi sembra di tornare ai tempi di quando ero iscritto in un noto forum: c'era gente che puntualmente ti entrava a gamba tesa dicendo che i film si debbono guardare in originale e che il doppiaggio è il male del mondo. Io dico di vivere e lasciare vivere: oggidì si può scegliere come si preferisce fruire un determinato film, all'epoca delle vhs o si guardava in italiano o nisba. Per cui il problema non sussiste. Poi è chiaro che io stesso quando sento un doppiaggio non all'altezza mi cadono le palle a terra e spesso rinuncio a visionare un determinato film, ma questa è un altra storia...
  • Schramm • 7/10/17 18:31
    Scrivano - 7485 interventi
    Digital ebbe a dire:
    Mi sembra di tornare ai tempi di quando ero iscritto in un noto forum: c'era gente che puntualmente ti entrava a gamba tesa dicendo che i film si debbono guardare in originale e che il doppiaggio è il male del mondo. Io dico di vivere e lasciare vivere: oggidì si può scegliere come si preferisce fruire un determinato film, all'epoca delle vhs o si guardava in italiano o nisba. Per cui il problema non sussiste. Poi è chiaro che io stesso quando sento un doppiaggio non all'altezza mi cadono le palle a terra e spesso rinuncio a visionare un determinato film, ma questa è un altra storia...

    digital se ripercorri i post a ritroso noterai che quel che io dico non è un diktat dittatoriale su come vanno fruiti i film, ma in buona sostanza che 1) l'adattamento è parzialmente stravolto 2) il doppiatore di voight non può sopravanzare per bravura e importanza lo stesso voight, così come lo sceneggiatore non può essere ritenuto secondario rispetto all'adattatore (e qui parliamo tra gli sceneggiatori di un edward bunker, mica gusci di sementine). siccome lo si voglia o meno ambedue le funzioni sono supplementari rispetto al prodotto originario/originale, mi pare cosa ovvia e naturale (che poi sia anche buona e giusta può avere sostenitori come detrattori) giudicarli in quanto elementi costitutivi (anche se non fondativi) del film nè meno e né più di altri. io li giudico di più, e in negativo, dato che è un fatto che nel bene e nel male lo snatura, e di conseguenza condiziona anche in parte il giudizio di chi lo guarda. con ciò non dico né intendo dire che tu o chi per te dobbiate vedere per forza i film in originale pena il rastrellamento fascista casa per casa. però spero si possa avere la libertà di dire che un film doppiato e riadattato è falsato, e che la cosa possa non piacere neanche un po', per quanto formidabile il doppiatore (e il bello è che in tal caso ho pure convenuto con buio sulla bontà dell'esito).

    far notare che parte delle frasi dette avevano tutt'altro senso a monte a me sembra invece un bel di più sulla conoscenza complessiva del film, come rivelare una curiosità o parlare di altre sue caratteristiche. però che dire, se è fuffetta, mi scuso.
    Ultima modifica: 7/10/17 18:36 da Schramm
  • Zender • 7/10/17 18:51
    Pianificazione e progetti - 46718 interventi
    Non è questa la fuffetta, Schramm. Se dici che l'adattamento di questo film è stravolto sarebbe interessante sapere dove, magari con esempi e la cosa sarebbe interessante, senza alcun dubbio. Quindi è OVVIO che si può dire che è falsato il film, ma lasciamo perdere di allargarci a tutti i film riadattati, perché è cosa ovvia su cui non serve ragionarci ancora.

    Però il fatto è che l'impressione è sempre che poi tu ci metta il carico allargando il campo. E lì scattano il flame e l'OT. Quindi ripeto, parliamo del film, del doppiaggio e di come nello specifico è stato falsato che va benissimo. Altrimenti è ovvio che sono costretto a spostare tutto su davibook, perché ripeto, di discussioni sul doppiaggio ne abbiamo a centinaia sparse nei forum dei film e si finisce sempre col solito muro contro muro. Su davibook si può continuare, qui no.
    Ultima modifica: 7/10/17 18:52 da Zender
  • Digital • 7/10/17 19:33
    Portaborse - 3742 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    far notare che parte delle frasi dette avevano tutt'altro senso a monte a me sembra invece un bel di più sulla conoscenza complessiva del film, come rivelare una curiosità o parlare di altre sue caratteristiche. però che dire, se è fuffetta, mi scuso.
    Se effettivamente ci sono frasi distorte non è una bella cosa però ripeto il problema non sussiste, sopratutto per chi ha dimestichezza con l'inglese. Poi come ha detto Zender, è utile in questi casi, portare alla luce parte dei dialoghi, facendo vedere la differenza tra il doppiaggio italiano e quello originale. Quella sì che è una cosa interessante.. ;)
    Ultima modifica: 7/10/17 19:34 da Digital
  • Capannelle • 7/10/17 19:39
    Scrivano - 3047 interventi
    Infatti intendevo fare degli esempi concreti su "A 30 secondi dalla fine" per capire Schramm cosa avrebbero combinato i doppiatori italiani e se può valer la pena cercarlo in originale.

    Per un confronto cacchio cacchio https://www.youtube.com/watch?v=p0plg_ffRdc

    A titolo di esempio quando il direttore incontra per la prima volta Voight in prigione gli dice "On your feet convict" che italiano diventa "In piedi idiota". Non stravolge la sequenza ma indica una certa libertà interpretativa.

    Sulle voci è sempre opinabile: Voight è diverso ma secondo me hanno scelto bene. Il direttore è meglio in italiano. Il ragazzo e la De Mornay in originale dimostrano più carattere.
    Ultima modifica: 8/10/17 11:15 da Capannelle
  • Kanon • 7/10/17 22:59
    Fotocopista - 830 interventi
    Comunque, per dovere di cronaca, tempo fa andai a cercare in lingua originale la metratura del salto fognario, perché in italiano Voight parla di "100 m" (e lì si pensai ad una castroneria nel doppiaggio). Così già che c'ero andai a cercare alcuni momenti per me salienti e ne venne fuori che :

    - il salto dallo scarico fognario che fanno Voight & Roberts è davvero di circa 100 metri (300 feet = 91 m) ed è la cosa che mi lascia più perplesso....

    - il piccolo monologo di Ranken rivolto ai detenuti è depurato (in italiano) di qualche oscenità ma per me resta intatta (grazie a Rossi) la sua carica di disprezzo

    - il monologo di Manny riguardo al lavoro da lavacessi è praticamente uguale ed anzi, sempre per i miei gusti, la voce di Rizzini lo esalta
    Ultima modifica: 7/10/17 23:00 da Kanon
  • Schramm • 8/10/17 17:22
    Scrivano - 7485 interventi
    Zender ebbe a dire:
    se è stravolto sarebbe interessante sapere dove, magari con esempi

    la mia considerazione è stata generale perché come già detto a capa non si tratta di una porzione da niente. fare esempi specifici significherebbe riprendere il dvd, starci sopra una giornata e stilare tutte le comparazioni frase per frase. purtroppo anche volendolo non ne ho modo e tempo, non essendo neanche mio il dvd. volevo farlo per distretto 13, dove i dialoghi son stravolti quasi al 100%, e ancora non ce l'ho fatta (nel frattempo le visioni si accavallano e purtroppo la vita lontano dallo schermo è fatta di mille impedimenti)

    Zender ebbe a dire:
    parliamo del film

    eh, io quello facevo... ;)

    tutto il resto è sul db.

    ad ogni buon conto ho appioppato al film ***! per motivi altri, ed è pur sempre un voto mica da chiodi.