Lo trovi su

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

I troll di grandezza abnorme erano già stati sdoganati dal bizzarro e a suo modo fortunato TROLL HUNTER, ma qui si punta direttamente a Godzilla, come dimensioni. Mimetizzato da roccia al suo apparire, anticipato proprio come avevamo visto in Emmerich dalla scoperta di una sua orma gigantesca (che però vedere a forma di piede umano fa subito sorridere), il troll gigante è un King Kong con la faccia d'uno gnomo cattivo, il che difficilmente può portare a prendere seriamente la cosa. Eppure gli autori ce la mettono tutta: cancellano ogni traccia di ironia e mettono da subito una esperta in fossili (Wilmann) sulle...Leggi tutto tracce del mostro, convocata in un amen da una riunione governativa che deve decidere sul da farsi. Ma è davvero possibile che si abbia a che vedere con un troll? Uno di quei bisbetici abitanti delle foreste norvegesi che popolano le favole locali? A quanto pare sì, e allora per combatterlo tocca rifarsi a ciò che per l'appunto raccontano le favole anche in tema di punti deboli. Ad esempio la luce dovrebbe fermarli... ma com'è che la prima volta che compare, il troll, lo fa in pieno giorno?

Molti dubbi da sciogliere, ma ci sarà tempo per farlo, magari chiedendo aiuto al babbo (Eidsvold) della ricercatrice, che fa da anni vita da recluso in un casolare sui monti accusato di complottismo: vuoi vedere che ne sa più di tutti? Effettivamente, in un mare di banalità ovviamente riprese da tutti i vecchi monster-movies (compresa l'arma definitiva da usare forse sì forse no), emerge qualche spunto che tenta di far guadagnare al film una sua personalità: si tirano in ballo il passato, il re, antiche dicerie e una stirpe misteriosa. Per il resto, per l'appunto, siamo alle solite, anche se certe follie tipiche delle favole (i troll odiano la religione cristiana e se sentono le campane d'una chiesa impazziscono) permettono di leggere il film con occhio benevolo, anche perché gli effetti speciali sono di tutto rispetto e il nostro megatroll è ripreso sapientemente da una regia competente, che fa il suo dovere e dirige il cast con buona mano.

La fotografia trova nei toni più scuri il giusto fascino, la sceneggiatura traccheggia e saccheggia (il genere è ormai codificato da tempo), l'aspetto del mostro col nasone genera strane sensazioni negli appassionati di King Kong e Godzilla e induce alla clemenza. Si può vedere, pur non segnando ovviamente una tappa fondamentale nel genere.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/12/22 DAL BENEMERITO DANIELA POI DAVINOTTATO IL GIORNO 17/12/22
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lupus73 11/12/22 14:26 - 1345 commenti

I gusti di Lupus73

Sorta di versione norvegese dei vari storici Godzilla o King Kong, soprattutto per il tema del mostro gigante che distrugge la metropoli (tanto abusato negli anime giapponesi '70-'80). Sicuramente molto interessante e curata la parte che lega la sceneggiatura allo studio sul folclore scandinavo in tema, con citazioni di Kittelsen e approfondimenti sul legame tra il mito pagano del Troll e la successiva cristianizzazione che lo demonizzò/estinse. Sicuramente l'influenza d'oltreoceano ha il suo peso soprattutto nella parte della spettacolarità e dell'azione, ma è godibile.

Daniela 6/12/22 22:43 - 11951 commenti

I gusti di Daniela

Quando le esplosioni per il traforo di una montagna risvegliano una gigantesca creatura di roccia, il governo norvegese ingaggia una biopalentologa il cui padre, ritenuto pazzo,  sostiene che i troll non sono una leggenda... Catastrofico norvegese simile ad analoghi film di genere made in USA da cui purtroppo mutua tutti gli stereotipi più abusati, compreso il rinsaldarsi di un legame familiare compromesso, l'ambientalismo vago quanto pretestuoso, il nerd mago dell'hackeraqggio, ect. Carino ma poco caratterizzato il troll dato che si comporta come un Godzilla qualsiasi.
MEMORABILE: In negativo: gli elicotteri con le enormi campane volteggiano e il troll si incavola mentre i visitatori del parco fuggono in preda al panico.

Roar Uthaug HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.