LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 10/07/09 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 10/07/09 07:11 - 11520 commenti

I gusti di Galbo

In Etiopia nella metà degli anni ’30, un giovane ufficiale dell’esercito italiano dopo un rapporto sessuale con una giovane indigena, la ferisce per errore. Tratto da un romanzo di Ennio Flaiano, il film di Montaldo non riesce a ricreare il fascino della pagina scritta, risultando inutilmente illustrativo e privo di un’adeguata caratterizzazione psicologica dei personaggi da parte della sceneggiatura. Anche il protagonista Nicolas Cage non convince appieno e migliori appaiono le prove del resto del cast, specie Ricky Tognazzi.

Vitgar 2/02/17 14:00 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Produzione di basso profilo, scarsamente convincente, non riesce a rappresentare le tematiche del libro da cui è tratto. La dinamica narrativa sembra incepparsi in più punti, trasformandosi in una sequenza di scene che spesso sembrano slegate tra loro. Cage totalmente fuori ruolo non funziona proprio.

Alex75 27/04/18 13:46 - 696 commenti

I gusti di Alex75

La trasposizione dal romanzo di Flaiano da parte di Montaldo è più attenta alla ricostruzione storica (mostrando che in Etiopia non fummo brava gente) e ambientale, in particolare nella resa di quella natura “indifferente” che fa da sfondo alla vicenda, ma l’inquietudine che permea il romanzo si percepisce solo a tratti, anche perché il pur valido Cage forse non era l’attore più adatto al ruolo di protagonista. Giannini dà un apporto limitato, ma di peso, in un ruolo chiave.
MEMORABILE: Giannini: "Esigo una risposta immediata, netta e inequivocabile… cognac francese o grappa friulana?"; L’incontro di Silvestri col medico.

Gmriccard 16/01/20 17:09 - 118 commenti

I gusti di Gmriccard

Delusione pressoché totale. Un’ottima occasione per rappresentare uno spicchio di conflitto misconosciuto con regista e attori di rango internazionale, sprecata in dialoghi risibili e lungaggini tediose, che uccidono una storia molto più drammatica di quanto risulti. I personaggi sono poco caratterizzati e le interpretazioni, per leziosità, danno spesso la spiacevole sensazione di sentirsi arrivati a “Ollivùd”. Nessun riferimento alla guerra in corso. Mezzo pallino in più per alcuni automezzi esibiti (non gli autocarri, sanno maledettamente di yankee).

Giancarlo Giannini HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Ciavazzaro • 7/01/10 13:18
    Scrivano - 5618 interventi
    La versione inglese fu tagliata dalla BBFC di 17 secondi per rimuovere la scena di una sigaretta messa nella bocca di una lucertola.

    Fonte:Imdb