Pollock

Media utenti
Titolo originale: Pollock
Anno: 2000
Genere: biografico (colore)
Regia: Ed Harris
Note: Il film ottenne due nomination agli accademy awards, per Ed Harris (come migliore attore) e a Marcia Gay Harden (come miglior attrice non protagonista).
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/11/07 DAL BENEMERITO LELE EMO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lele Emo 20/11/07 11:44 - 173 commenti

I gusti di Lele Emo

Ottima trasposizione cinematografica della folle e distruttiva vita del grande artista americano, nonché ottima vetrina della sua arte e tecnica pittorica geniale. In questo biografico la prima cosa ad esaltarne la fattura è il fatto che i personaggi trasposti dal reale sono ottimamente ricostruiti, risultando pertinenti e mai caricaturali. Ed Harris è semplicemente perfetto. Bravissimo anche nella realizzazione delle complicate scene di "action painting". Un gran bel film.

Sabryna 14/04/09 14:58 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Stupendo Ed Harris in duplice veste di regista e protagonista. Il film merita davvero la visione. La figura di Pollock viene presentata in maniera schietta e sincera, anche cruda in alcuni punti. Vita, successo e morte dell'action-painter vengono descritti al meglio da Harris. Ottima anche l'interpretazione di Marcia Gay Harden, perfetta come co-protagonista. Assolutamente da vedere per approfondire il profilo di un grande artista del nostro tempo.

Galbo 17/04/09 10:51 - 11310 commenti

I gusti di Galbo

Jason Pollock artista alcolizzato ma molto celebrato dopo la sua morte, è una figura assai controversa al di là del suo talento. L'attore e regista Ed Harris lo ricorda degnamente in questa biografia che si concentra sul percorso artistico del pittore non tralasciando gli impeti autodistruttivi della sua vita tormentata. Pur non riuscendo sempre ad evitare i clichè del genere biografico, Ed Harris realizza un film crudo e sincero ben diretto ed interpretato.

Herrkinski 19/02/10 17:27 - 4961 commenti

I gusti di Herrkinski

Eccellente prova di Ed Harris, sia in regia che (soprattutto) come interprete di questa biografia del pittore rivoluzionario Jackson Pollock. L'impersonificazione dell'attore con l'artista newyorkese è totale, anche grazie alla somiglianza fisica e gestuale; si nota che Harris ha fatto questo film per pura passione ed omaggio a Pollock. Il film può vantare anche un cast di contorno molto valido, una bella ricostruzione d'epoca e una notevole aderenza alla realtà. Un film d'autore, non per tutti ma comunque molto interessante.

Luchi78 3/09/10 12:33 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Film biografico di alto livello, soprattutto grazie all'interpretazione di Ed Harris che riesce a trasmetterci la caratura artistica di questo importante artista del nostro tempo. Senza mai scadere nel melodramma della tormentata vita di Pollock, ci presenta un mondo dell'arte (di chi la fa e di chi se ne interessa) meno kitch del solito, anzi quasi sobrio ed elegante. Da non perdere.

Nando 28/03/11 10:34 - 3454 commenti

I gusti di Nando

La sofferta vita dell'innovativo artista Pollock ben interpretato e diretto da Harris. Buona l'analisi introspettiva del personaggio con particolare attenzione al suo grave problema di alcolismo. La ricostruzione del periodo è accurata. Interessante il variegato cast di contorno, tra cui un premio oscar come miglior attrice non protagonista alla Harden.

Tarabas 31/12/11 12:23 - 1681 commenti

I gusti di Tarabas

Vita d'artista, apparentemente è inevitabile una certa quota di autodistruzione. Jackson Pollock non faceva eccezione. Quel che colpisce del film è l'autentica immedesimazione di Ed Harris nel personaggio, la cosa migliore di questo biopic che centra l'obiettivo sull'inventore dell'action painting, senza spiegare molto della sua arte, preferisce analizzare la sua incapacità di vivere al di fuori dello spazio protetto del suo studio, tra tele e colori. Nulla di veramente originale, ma vale la pena di vederlo.

Homesick 17/02/14 11:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Lasciando agli esperti il giudizio su quanto i dati biografici esposti siano precisi o meno, dal punto di vista cinematografico Ed Harris ha svolto un buon lavoro di sintesi, rendendo conto di Jackson Pollock sia come rivoluzionario artista sia come uomo problematico e intemperante nella vita privata e sentimentale. La sua nervigna interpretazione risalta soprattutto nelle situazioni di eccesso ed eccentricità – le scenate a tavola e in pubblico, l’alcolismo - trovando in Marcia Gay Arden una vigorosa controparte.
MEMORABILE: Il camino come gabinetto; il soccorso al cane.

Ira72 22/02/17 11:39 - 906 commenti

I gusti di Ira72

Lavoro acuto, asciutto e certosino quello di Ed Harris regista. Generoso, veritiero e toccante quello di Harris attore (peraltro aiutato da una somiglianza fisica impressionante). Ottimamente supportato dalla moglie (Marcia Gay Harden), che ha meritatamente vinto l'Oscar per la sua interpretazione autentica. Pollock ci trascina nelle sue vorticose e innovative creazioni, nei suoi abissi di sregolatezza, negli usi dei pennelli e negli abusi di psicofarmaci fino all'inevitabile finale. Un film che sa mantenersi appassionato senza scivolare nel pietismo.

Capannelle 7/01/18 14:01 - 3689 commenti

I gusti di Capannelle

Film che Harris imposta in modo scarno, scontroso, per far emergere tutte le asprezze e difficoltà che l'artista ha incontrato nel suo percorso artistico e umano. Questo rifugge ogni tentativo di patinatura e rende abbastanza pesante, meditabondo l'avvio della pellicola, al limite del prodotto televisivo. Poi la materia e i dialoghi prendono forma, grazie soprattutto alle prove di Harris e della Gay Harden, lasciando che subentri l'empatia necessaria anche se certe forme di ripresa o sonore avrebbero meritato una maggiore fluidità.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Tarabas • 31/12/11 12:26
    Formatore stagisti - 2051 interventi
    L'idea del film è nata perchè il padre di Ed Harris regalò al figlio un libro su Pollock, colpito dal fatto che la foto del pittore sulla copertina avesse una notevolissima somiglianza con l'attore. Il libro, "Jackson Pollock: An American Saga" di Steven Naifeh, è stato la base per la scrittura del soggetto.