Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dramma psicologico di quelli con la clinica specializzata chiamata a guarire chi in realtà non pare averne affatto bisogno. Nello specifico la "vittima" è un'insegnante di danza, Ann Forbes (Principal, la Pamela di DALLAS), sicuramente turbata dalla perdita di un figlio e da un rapporto non sempre facile col marito avvocato (Campbell), ma tutto sommato sana di mente. A mutare la situazione interviene il padre (Vaughn) di lui, che non appena solo con la donna, in sauna, con la scusa della crema le mette subito le mani addosso! Non contento la va a prendere una sera dopo la lezione di danza e quasi la stupra sul pavimento della scuola... Un genitore non...Leggi tutto proprio per la quale, insomma, che il figlio non riesce però a immaginare in quelle vesti giudicando i racconti della moglie fantasie da addebitare alla sua variabile stabilità psichica. Il padre, naturalmente, nega ogni addebito con fare fintamente comprensivo e spinge il figlio a metterla nelle mani del solito specialista (Welsh), il quale mostra fin dal primo momento di tenere soprattutto a imbottirla di psicofarmaci fino a internarla nella clinica di cui sopra, gestita in modo più simile ad un lager che a un reale ospedale rieducativo: banditi i contatti con l'esterno, infermiere perfide ai limiti del sadismo, assistenti rudi... tutti trattano la povera Ann come una pericolosa psicopatica da ridurre al silenzio. Suo marito nutre seri dubbi sulla terapia scelta, ma almeno in un primo momento abbozza. Quanto ci vorrà prima che si renda conto della situazione? Tutta l'attenzione del regista è concentrata su Ann, chiaramente il personaggio attorno al quale ruota l'intera vicenda, e va detto che la Principal regge bene la parte senza indulgere troppo in lacrime e lamenti (che non mancano, com'è ovvio, ma senza mai diventare eccessivi). Sa essere credibile, a tratti commovente, unico personaggio davvero a tre dimensioni in un cast che, per quanto offra interpretazioni corrette e mai sopra le righe, finisce spesso per cadere nello stereotipo. Il senso della storia (basata su fatti realmente accaduti) sta nello scoprire dove risieda la responsabilità vera di un trattamento tanto barbaro nei confronti di una donna indifesa, se nell'ingenua fiducia di un marito che comunqua ama la moglie o in chi agisce in un certo modo per interessi economici nascosti. Tra lo psichiatra e il vecchio padre porcellone c'è imbarazzo nello scegliere il più spregevole, che si nasconde dietro una maschera di professionalità (il primo) o di assoluta integrità morale (il secondo) per perseguire invece i propri obiettivi senza preoccuparsi di calpestare una vita umana. Si percepisce l'acutizzarsi progressivo del dramma, si sta al gioco sapendo bene come evolverà (gli esempi in tal senso non mancano, a cominciare dal fondamentale CORRIDOIO DELLA PAURA di Samuel Fuller) ma restando curiosi di capire come si concluderà. Si avverte la limitatezza di mezzi tipica dei tvmovie, ma nel complesso non ci può troppo lamentare del risultato, per quanto privo di ogni tensione e di una regia in grado di incidere davvero.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/05/21 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Anthonyvm 11/06/21 02:05 - 2737 commenti

I gusti di Anthonyvm

Moglie di un avvocato accusa il suocero di aver cercato di violentarla, ma poiché nessuno le crede viene rinchiusa in una clinica psichiatrica. Dramma per la TV che punta al senso di frustrazione dello spettatore davanti alle continue angherie patite dalla protagonista, fra docce gelate e notti passate in isolamento in stanzette fatiscenti. Lo script è ingenuotto (dai dialoghi al finale ottimista), sebbene il reiterato (e non sempre credibile) sadismo di infermieri e medici irriti a dovere. Film anonimo e non necessario, ma vedibile. Nel cast Robert Vaughn si distingue per viscidità.
MEMORABILE: Gli effetti delle pillole; Il marito allontanato di peso dagli infermieri dell'ospedale; Il materasso preso a bastonate; Il confronto con il suocero.

Nicholas Campbell HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.