La scelta

Media utenti
Anno: 2015
Genere: drammatico (colore)
Note: Tratto dal dramma teatrale "L'innesto" di Luigi Pirandello (1919).
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/09/15 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 2/09/15 07:16 - 11314 commenti

I gusti di Galbo

Qualche tempo dopo avere subito uno stupro, una giovane donna sposata scopre di essere incinta. Dramma a forti tinte diretto da Michele Placido che si rifà ad un testo teatrale risalente agli inizi del secolo scorso. Benché curato nella messa in scena, con il contributo di due attori protagonisti motivati e piuttosto efficaci, il film soffre il limite di una sceneggiatura piuttosto povera che non riesce ad attualizzare quanto dovrebbe un testo che pone interrogativi ormai obsoleti e fuori tempo e con dialoghi anacronistici. Arcaico.

Gabrius79 17/01/16 23:15 - 1183 commenti

I gusti di Gabrius79

La regia di Michele Placido non coinvolge più di tanto nonostante il tema trattato, ma a riscattare il tutto c'è una bellissima e intensa interpretazione di Ambra Angiolini che vale da sola l'intero film. Un po' meno bene Raoul Bova, che a volte sembra stridere nel suo ruolo. La pellicola scorre un po' lenta e per fortuna non è molto lunga.

Lucius 28/02/16 15:46 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Se non fosse per Ambra Angiolini (la quale ha dimostrato negli anni di essere un'attrice che sa il fatto suo), il resto sarebbe da buttare, a cominciare da una regia sciatta con forzature d script che presenta situazioni per nulla credibili. Una regia squallida come molte battute del film che quasi fan rimpiangere i cinepanettoni interpretati da De Sica Jr. Ciliegina sulla torta il personaggio interpretato da Placido, con sfaccettature pseudo grottesche. Di una volgarità allucinante.

Manfrin 2/05/16 19:45 - 323 commenti

I gusti di Manfrin

La prova dei due attori protagonisti è ammirevole ma, come spesso accade quando da un breve racconto si vuole trarne un film, le pause, i silenzi, gli sguardi, sono spesso fini a se stessi e danno l'impressione di voler solo allungare i tempi. Un Placido rugosissimo dona con sagacia la giusta dose di esperienza.

Parsifal68 21/07/16 22:40 - 607 commenti

I gusti di Parsifal68

La felicità di una coppia è sconvolta dallo stupro che lei subisce. Rimasta incinta, lui avrà dubbi se il figlio è suo. Lento e noioso, il film di Placido è coinvolgente come una partita di scacchi in un centro anziani. Manca troppa sostanza a questa minestrina che sa di già assaggiato, anche se, va detto, l'Angiolini è sensuale e intensa in un ruolo doloroso. Bova meglio del solito. Placido regista perde colpi e come attore comincia a fare la caricatura di se stesso.

Raremirko 13/01/19 21:45 - 509 commenti

I gusti di Raremirko

Solo medio e dispiace, perché Placido è una autentica colonna del cinema italiano. Per fortuna molto breve (dura solo 80 minuti), è sostenuto da attori discreti; ma il narrato è poco e Pirandello, alla base di tutto (la fonte è la commedia "L'innesto") meritava più profondità. Temi delicati, un po' di tatto. Comunque potabile, anche per più visioni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.