La luce sugli oceani

Media utenti
Titolo originale: The light between oceans
Anno: 2016
Genere: drammatico (colore)
Note: Soggetto dal romanzo omonimo dello scrittore australiano M.L. Stedman, pubblicato nel 2012.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/09/16 DAL BENEMERITO TAXIUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Taxius 2/09/16 15:21 - 1643 commenti

I gusti di Taxius

Guardiano di un faro e consorte non riescono ad avere figli ma a un certo punto su una barca alla deriva compare un bebè e i due decideranno di tenerlo; ma la verità prima o poi verrà a galla. Cianfrance mette in piedi un dramma senza precedenti troppo lungo e melenso e senza un attimo di respiro in cui ci si possa riprendere. Esteticamente è comunque ben girato, con una bella fotografia e due affiatati protagonisti. Peccato perché in certi punti il film poteva essere gestito meglio, magari alleggerendo un po' la pressione. Guardabile (una volta).

Daniela 24/03/17 23:16 - 9210 commenti

I gusti di Daniela

A caval donato non si guarda in bocca e Lucy sembra proprio un dono del cielo per il guardiano di un faro e per la moglie, angosciata dall'impossibilità di portare a termine le sue gravidanze. Ma un'altra donna reclama la bimba... Dopo due "piccoli" film di valore, C., messo al timone di una grossa produzione che mira a coniugare cassetta e autorialità, si arena in un filmone estetizzante zavorrato da un surplus di depressioni, strazi, angosce, sospiri e pianti, troppo programmatico e a tratti anche respingente (cfr: il personaggio interpretato da Vikander). Mono-tono, ricattatorio.

Galbo 18/08/17 05:50 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Drammone sentimental esistenziale interpretato da divi "stilosi" e glamour come Fassbender e la Vikander. L'ambientazione e la "confezione" tecnica sono di primo piano e il regista ci punta giustamente molto. Purtroppo la storia non ha la forza sufficiente per emozionare lo spettatore e procede languidamente verso un epilogo lacrimevole facilmente intuibile già nella prima parte. Non aiuta l'eccessiva lunghezza di una pellicola raccomandabile solo agli appassionati del genere.

Redeyes 30/10/17 11:03 - 2130 commenti

I gusti di Redeyes

Cianfrance, il cui talento conosciamo abbondantemente, qui finisce per arenarsi come la barchetta di Grace in balia di correnti malevole. Da una parte le luci delle fotografia ci ammaliano, dall'altra la storia, pur piuttosto convenzionale, è sovraccaricata da un recitazione fin troppo drammatizzata che, affaticandoci, non riesce a depositarsi e farsi gradire. Va riconosciuta la capacità recitativa degli interpreti, ma qualcosa continua a sfuggire e quindi, nonostante una lacrima spontanea nel finale, non si riesce ad esser soddisfatti.

Nando 30/01/18 02:16 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Melodrammone d'altri tempi che regala un'interessante riflessione sulla figura della madre vera o trovata per caso. Ottime ambientazioni e un cast che si avvale di tre ottimi protagonisti; Fassbender è bravo, la Vikandrer intensa mentre la sofferenza della Weisz appare costruita. Nel complesso un film ove è giusto commuoversi senza aver paura di essere sbeffeggiati.

Noodles 7/10/19 23:47 - 805 commenti

I gusti di Noodles

Pur scivolando spesso nel patetico ma mai nello scontato (e questo era facile) il film è un interessante viaggio attraverso la coscienza di un uomo, il bravissimo Michael Fassbender, personaggio tormentato e destinato alla sofferenza. Drammone che probabilmente commuoverà anche i cuori più duri. La tematica è delicata, il regista ci dipinge bene sopra. A contorno della pellicola c'è una fotografia davvero sensazionale e una recitazione magistrale, in tutto il cast.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.