LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/05/10 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 18/05/10 19:52 - 4717 commenti

I gusti di B. Legnani

Cast (Browne, Vargas, Ressel) da spionistico italiano Anni Sessanta, difatti come genere ci siamo vicino. Credevo peggio. Non solo si lascia guardare, ma la carica umoristica pare molto meno mielosa o sciocchina rispetto a prodotti coevi o consimili. Certo: occorre perdonare alcune semplificazioni (furgone senza scorta?) o assurdità (il messaggio criptico detto per radio?), ma alle vicende di 007 si perdona molto di più. C'è di molto peggio. Ultimo film della grande Olga Solbelli. Fra i non accreditati John Stacy.

Galbo 27/11/12 19:59 - 11381 commenti

I gusti di Galbo

Film spionistico italiano ambientato tra la Svizzera e un immaginario paese arabo. Se si è di bocca buona e molto votati al genere lo si potrà apprezzare. Con qualche aspettativa in più non si potrà non notare la mediocrità dell'impianto generale che parte da una sceneggiatura ricca di luoghi comuni che non si fa mancare nemmeno un'insulsa storiella d'amore. Il protagonista è un attore improponibile.

Homesick 1/12/12 17:17 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

La grande rapina e i problemi scaturiti dalla conquista del bottino: un avventuroso di stampo convenzionale, strettamente imparentato con lo spionistico italiano degli anni Sessanta e la sua non sempre stabile mistura di prevedibili missioni in incognito, codici segreti, humour, amori e voltafaccia. I comprimari più caratterizzati (il mangione Dori e il cagionevole Ressel) prevalgono sull'anodina coppia Browne-Sanders. Musichette stile western di Lavagnino.
MEMORABILE: Il "cronometrista ufficiale" dell'albergo, che prende il tempo del lungo bacio tra Browne e la Sanders.

Vitgar 31/07/14 19:43 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Ennesima spy-story di serie B made in Italy. Il regista si chiama Piero Pierotti e confeziona un film in linea con l'abbondante serie di questo filone in quel periodo. Trama standard, cast debole... ma quello che mi piace sono i colori degli anni '60 e l'ingenuità  della cinematografia di allora. Da considerare il budget contenuto e la censura. Il film si fa vedere, ma di certo non ti inchioda sulla poltrona.

Daidae 30/04/15 21:51 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Pregi: le ambientazioni, ormai perse e lontane degli anni 60. Difetti: praticamente tutto il resto. Film di una mediocrità rara, la fiera del semplice e del banale. Sceneggiatura scritta su un fazzoletto, alcune scene da bocca aperta e imbarazzo. Solo per collezionisti e patiti del genere.
MEMORABILE: Il furgone senza scorta che trasporta milioni; I ridicoli colpi di scena del finale.

Myvincent 13/01/19 16:13 - 2546 commenti

I gusti di Myvincent

Un colpo da milioni di dollari viene già suddiviso nelle diverse competenze fra i componenti di un gruppetto di gaglioffi patentati, ma l'esito si profila complesso. Spy-story all'italiana parente povera di Ian Fleming, si fa bere come un bicchiere di vino campagnolo, senza tante pretese in fatto di qualità o di bontà. Attori modesti ma caratteristi di serie A contribuiscono alla buona riuscita di questa "frittata" cinematografica, non certo memorabile.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 18/05/10 23:29
    Consigliere - 13805 interventi
    Per Renato.
    La grande Lina Franchi, nel ruolo di Teresa Simona: