Cerca per genere
Attori/registi più presenti

MERCY

All'interno del forum, per questo film:
Mercy
Titolo originale:Mercy
Dati:Anno: 2014Genere: horror (colore)
Regia:Peter Cornwell
Cast:Chandler Riggs, Dylan McDermott, Frances O'Connor, Mark Duplass, Harley Graham, Hana Hayes, Joel Courtney, Shirley Knight, Amanda Walsh, Chris Browning, Joe Egender, Eddie Jones, Jack Carter, Conrad Bluth, Pepper Binkley
Note:Tratto da "La nonna", racconto di Stephen King presente nlla raccolta "Scheletri".
Visite:476
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 10
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/3/15 DAL BENEMERITO DIGITAL

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Daniela 18/2/20 1:18 - 8740 commenti

Due ragazzini si trasferiscono con la loro madre presso la nonna che vive in campagna, scoprendo poi che l'anziana compie strani rituali... Da un racconto di King piuttosto modesto, un horror che, pur apportando varie modifiche (in origine era solo uno dei due fratelli a dover fronteggiare la nonna e la vicenda si svolgeva tutta nell'arco di una notte), non sa affrancarsi dal testo di partenza. Ne risulta un horror non indegno ma piuttosto di routine, dalla trama confusa e con personaggi non del tutto centrati, in cui la cosa più interessante è costituita dalla colonna sonora.
I gusti di Daniela (Azione - Fantascienza - Thriller)

Rebis 4/2/16 11:32 - 2075 commenti

Horror Blumhouse, piccolo, veloce, compatto, che nell'adattare "Gramma", terrificante gemma della produzione kinghiana, ne esplicita il tema lovecraftiano sotteso: divinità ancestrali che albergano oltre le colline esaudiscono i desideri degli uomini, tacendone le conseguenze. Mercy si allinea così all'immaginario di Pet Sematary, evocato da Cornwell e Greenberg sia nell'atmosfera necrofora che nelle soluzioni narrative. L'anima fulciana, che aveva vitalizzato The haunting in Connecticut, qui è in parte inficiata da un regime paratelevisivo e da un finale che mostra decisamente troppo.
I gusti di Rebis (Drammatico - Horror - Thriller)

Rambo90 24/7/19 1:43 - 6158 commenti

Un racconto di King poco interessante, difficile da trasportare su schermo (come dimostrava già un episodio del revival ottantiano di Ai confini della realtà). Qui bisogna dire che la prima parte costruisce una bella tensione e un discreto senso di inquietudine, che si affloscia subito però quando bisogna iniziare a mostrare un po' di sostanza. Gli ultimi 20' sono infatti confusi, con svolte di sceneggiatura che restano insolute (perchè McDermott fa ciò ?) e un finale che sa di niente di fatto. Mediocre.
I gusti di Rambo90 (Azione - Musicale - Western)

Buiomega71 23/1/16 0:50 - 2148 commenti

Ci sono atmosfere e acri sapori necrofori (la vecchiaia) come nel primo gioiellino cornewelliano, squarci visivi bellissimi alla Koyaanisqatsi e la reverenza fulciana del regista (le lacrime di sangue che sgorgano dalla nonna zombi). Idee affascinanti (il libro delle lacrime), narrazione in crescendo (i notevoli flashback sul patto faustiano della giovane Mercy) e schegge splatter (il suicidio con l'ascia). Peccato che nel finale vada sgonfiandosi, tra situazioni abusate, descrizioni frettolose e brutti demoni in CG. Pregevole lo score di Reza Safinia. Geriatrico.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: La nonna dà di matto, aggredisce i nipoti o si colpisce a sangue con una siringa; La ragazzina immaginaria che parla con George; I dipinti di Charlotte.
I gusti di Buiomega71 (Animali assassini - Horror - Thriller)

Taxius 19/1/20 11:31 - 1569 commenti

Tratto da un racconto breve di King, il film è la solita storiella del patto col diavolo con annesse conseguenze. Nonostante tutto l'insieme non è poi così male e questo grazie a una bella fotografia scura e soprattutto alla breve durata (75 minuti circa), che evita inutili annacquamenti alla trama. A lasciare perplessi è però il personaggio di McDermott, che compie azioni senza senso che non vengono assolutamente spiegate. Il classico horrorinino che si fa vedere e dimenticare nel giro di due giorni.
I gusti di Taxius (Commedia - Horror - Thriller)

Rigoletto 24/12/17 19:36 - 1454 commenti

Un horror con qualche novità rispetto ai soliti cliché può dirsi una rarità, ed effettivamente il lavoro di Cornwell, pur presentando delle naturali imperfezioni, mostra una certa perizia, con tocchi di dark fantasy che arricchiscono l'opera. Abbastanza bravo il giovane protagonista (Riggs), che regge bene alla distanza e del quale, col tempo, sentiremo ancora parlare.
I gusti di Rigoletto (Avventura - Drammatico - Horror)

Anthonyvm 14/6/19 23:32 - 1408 commenti

Se si pensa al potenziale di questo "Mercy" e se a fine visione si confronta ciò che poteva essere con ciò che in effetti è, l'amaro in bocca è assicurato. Un horror di atmosfera che riesce a inquietare con poco e a dipingere un ottimo quadro di follia, antiche e misteriose entità maligne, disagi familiari. Lovecraftiano come era il racconto di King, con punte artistiche (i montaggi velocizzati) ma senza strafare. Poi arriva un finale confuso, banale e che si chiude in insulso sentimentalismo, ben lontano dalla cupezza del testo. Gran peccato.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Il flashback della storia di Mercy narrata dal prete; Il racconto dello zio circa la sorte della sorella; Il terrificante quadro del lupo.
I gusti di Anthonyvm (Animazione - Horror - Thriller)

Pumpkh75 25/4/15 18:13 - 1248 commenti

Il racconto di King era un piccolo gioiellino di paura, ma andava comunque rimpolpato: ecco quindi buone trovate (il notevole prologo con l’ascia, il libro delle lacrime), ma anche scelleratezze varie (il lupo e il fantasma della bambina abbacineranno gli aficionados). Il ritmo è discreto e nel complesso il film è abbastanza piacevole, anche se, sulla figura della nonna, il confronto resta a favore del re del Maine. Il giovane Riggs si libera con perizia dei morti viventi; dura poco ed è il vantaggio finale.
I gusti di Pumpkh75 (Fantastico - Horror - Thriller)

Jena 16/2/20 14:55 - 1116 commenti

Stephen King incontra Lovecraft e il meeting non poteva che essere intrigante. Quando Cornwell filma le colline e gli alberi antichissimi e contorti che le popolano sembra veramente di essere nei pressi di Dunwich, in un'atmosfera veramente lovecraftiana. Non manca poi una specie di Necronomicon (qui libro delle Lacrime) e un Grande Antico (Asturth). Bellissima fotografia, regia efficace e attori in palla (bravi i ragazzini e la malefica nonnina). Perde mezzo punto secco per il finale mal reso e buonista e per i mediocri effetti speciali in CGI.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Le braccia che fuoriescono dalla nonna; Il "funzionamento" del libro delle Lacrime; Il dipinto con la cagna infernale; Lo svelamento finale.
I gusti di Jena (Fantascienza - Fantastico - Horror)

Digital 2/3/15 19:43 - 1089 commenti

Ennesimo horror spazzatura che rimastica senza originalità alcuni tòpoi del genere (il classico patto con il diavolo). Ciò che lo rende perlomeno guardabile è una confezione dignitosa e un paio di scene “forti”, per il resto ci troviamo a commentare un filmino che si dimentica immediatamente dopo essere arrivati ai titoli di coda. Nel cast colui che emerge con più vigore è il giovane Riggs; McDermott sembra essere lì per caso più che per scelta, mentre la Knight “indemoniata” tende più che altro a smuovere il sorriso.
I gusti di Digital (Fantascienza - Horror - Thriller)