Cerca per genere
Attori/registi più presenti

UN VIAGGIO CHIAMATO AMORE

MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 6
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 25/9/07 DAL BENEMERITO LELE EMO

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione


ORDINA COMMENTI PER:

Galbo 2/3/08 9:46 - 10980 commenti

La storia d'amore tra i due poeti Campana e Aleramo viene portata sullo schermo da Michele Placido in un film lodevole per il tentativo (riuscito) di ricostruire attraverso una storia d'amore tutto il clima di un'epoca. Il film ha però una sceneggiatura piuttosto lacunosa con alcune lungaggini di troppo e che tende ad eccessivi toni di melodramma accentuati da una recitazione esasperata dei due pur bravi protagonisti.
I gusti di Galbo (commedia - drammatico)

Pigro 21/10/08 9:32 - 7359 commenti

Storia dell'amore tra Dino Campana e Sibilla Aleramo. Film febbrile e sconvolto, con una storia ricostruita per frammenti attraverso le frammentarie lettere del loro carteggio. Ma la narrazione sincopata non giova all'equilibrio narrativo (si parla di amore, ma non ce n'è l'ombra: solo isterie viscerali, litigi e sesso). Lascia perplessi la decisione di non approfondire il piano storico-culturale-biografico, a cui si accenna soltanto con poesie mal recitate (alla fine è solo la storia di un matto e una svitata che si mettono insieme). Inutile.
I gusti di Pigro (Drammatico - Fantascienza - Musicale)

Lele Emo 25/9/07 9:40 - 173 commenti

Discutibile versione cinematografica della tormentata storia d'amore fra il poeta Dino Campana "il pazzo" e la poetessa Sibilla Aleramo. Film eccessivamente pomposo e visionario, che finisce col perdersi troppe volte durante il percorso senza lasciare minima traccia del percorso biografico soffocato da una visionarietà opulenta. Uno Stefano Accorsi per niente adatto, accademicamente isterico, non poderosamente pazzo. Laura Morante nell'ennesima interpretazione sempre uguale, che sia poetessa o camionista.
I gusti di Lele Emo (Drammatico - Erotico - Musicale)

Rufus68 28/1/17 15:36 - 2688 commenti

Irricevibile polpetta maledettista. La vita agra di Campana e Aleramo ridotta a formato televisivo. Accorsi esagitato h24 è insopportabile, la Morante piangina che imita sé stessa che imita Margherita Buy pure: le due performance alla lunga sfiniscono persino lo spettatore più volenteroso. Nessun accenno alla poetica, alle vere idiosincrasie: in compenso abbiamo una colata di poeticismo. Non mancano i consueti, allucinanti, quadretti hot; e la confezione, pur curata, è solo l'involucro di un pacco vuoto.
I gusti di Rufus68 (Drammatico - Fantascienza - Horror)

Giacomovie 26/8/11 18:20 - 1320 commenti

Lo avrei titolato “Un tormento chiamato amore” per avvicinare il titolo alla dialettica poetica della trama, dal momento che l’amore è sempre un viaggio, con la differenza che può anche non concludersi quando sembra arrivato. Il film mostra una buona ambientazione d’epoca e un amore eccessivo e malsano con l’astrattismo tipico della poesia, con l’effetto che Placido, proprio come in una poesia, lascia il film sulla carta più del dovuto. La Morante riesce meglio nelle parti nevrotiche e sa essere molto femminile.
I gusti di Giacomovie (Drammatico - Erotico - Sentimentale)

Cinecologo 15/1/19 13:14 - 30 commenti

Film che "per la tv" sarebbe apprezzabile, troppo poco per il grande schermo. La regia, che per le scelte estetiche (a tratta vagamente sperimentali) è apprezzabile, assume tuttavia un taglio eccessivamente melodrammatico e pomposo. La critica più grande va però rivolta a una sceneggiatura che mistifica la relazione, finendo per far apparire l'Aleramo come vittima passiva nei suoi rapporti con l'universo maschile: nella realtà della storia con Campana Sibilla ebbe la sua parte nell'alimentare gli eccessi del poeta. Buone prove attoriali.
I gusti di Cinecologo (Commedia - Drammatico - Horror)