Discussioni su Senza buccia - Film (1979)

DISCUSSIONE GENERALE

  • Poppo • 19/08/22 12:46
    Galoppino - 462 interventi
    Infatti non c'è volontà registica nel portare oltre le scene erotiche appena accennate, sempre che come tali le si voglia identificare. Il principio di erezione del 15enne infatuato della 30enne non ha una valenza erotica qui, dato che lo stato di nudità ti mette "a nudo" psicologicamente oltre che fisicamente. Il film è pieno di piccole situazioni ilari tipiche di chi si vergogna a mostrarsi nudo in pubblico: la scena della tavolata in terrazza è esemplare. La nudità spogliata dalla tensione erotica è continuamente somministrata allo spettatore in maniera assolutamente realistica e in totale coerenza con la vicenda. Non c'è una sola scena di nudo gratuita finalizzata al classico voyeurismo cinematografico all'italiana; e i protagonisti stanno nudi sempre, i sei ragazzi intendo, mentre l'adulta trentenne mai! E ce lo dice (spettatori) rivolgendosi ai ragazzi: Non vi scandalizzerete se io rimango vestita? - Segue applauso... E scusate se è poco!

  • B. Legnani • 19/08/22 13:03
    Pianificazione e progetti - 14850 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    1) Infatti non c'è volontà registica nel portare oltre le scene erotiche appena accennate, sempre che come tali le si voglia identificare. 
    2)
    Il principio di erezione del 15enne infatuato della 30enne non ha una valenza erotica qui,


    1) E questo è, narrativamente, nella specifica fattispecie, un delitto.
    2) L'erotismo della scena prescinde totalmente dall'erezione: è la situazione che conta, indipendentemente da tale reazione.
    Ultima modifica: 19/08/22 13:03 da B. Legnani
  • Poppo • 19/08/22 14:28
    Galoppino - 462 interventi
    Ascolta questo tipo di puntualizzazioni cosa vogliono dimostrare? Che i due che si mettono a ballare possono suscitare un pensiero erotico nello spettatore? Seppure sia evidente che il ragazzo guardi alla donna adulta con un certo interesse erotico, nel contesto generale del film questa dimensione sessuale è semplicemente identificabile con la vita, con i sentimenti, con l'amore se vogliamo, non si può spogliare l'essere umano dei sentimenti e delle pulsioni sessuali no? Dunque in un film "non erotico" ci può stare benissimo anche la cosiddetta "scena erotica"; ma in questo film proprio non c'è, volutamente crediamo non ci sia, e questo per dare maggior possibile risalto alla nudità non sessualizzata.

  • Poppo • 19/08/22 14:35
    Galoppino - 462 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    1) Infatti non c'è volontà registica nel portare oltre le scene erotiche appena accennate, sempre che come tali le si voglia identificare. 


    1) E questo è, narrativamente, nella specifica fattispecie, un delitto.

    E questo è veramente singolare. Se il tema del film è la nudità di sei ragazzi, semplice e pura nudità, che senso avrebbe lasciarsi andare nel creare un film erotico (o "sentimentale" corredato da alcune scene erotiche)? Forse questo è quello che lo spettatore italiano vuole a tutti costi vedere in quelle nudità, soprattutto quello di una splendida Ilona Staller?
     

    Ultima modifica: 19/08/22 14:37 da Poppo
  • B. Legnani • 19/08/22 15:26
    Pianificazione e progetti - 14850 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Poppo ebbe a dire:
    1) Infatti non c'è volontà registica nel portare oltre le scene erotiche appena accennate, sempre che come tali le si voglia identificare. 


    1) E questo è, narrativamente, nella specifica fattispecie, un delitto.

    E questo è veramente singolare. Se il tema del film è la nudità di sei ragazzi, semplice e pura nudità, che senso avrebbe lasciarsi andare nel creare un film erotico (o "sentimentale" corredato da alcune scene erotiche)? Forse questo è quello che lo spettatore italiano vuole a tutti costi vedere in quelle nudità, soprattutto quello di una splendida Ilona Staller?
     


    Ma no! E cosa c'entra la Staller, peraltro qui leziosa oltre ogni dire? Se interagisci con me, sei gentilmente  pregato di non farmi dire cose che non ho mai scritto o di ipotizzare che io le pensi. Attieniti, per favore, a quanto ho scritto.
    ***
    E' che è narrativamente assurdo partire con una scena erotica in maniera elegante per stroncarla dopo venti secondi, in tale doppia maniera (ridicola la prima - la fuga -, drammatica la seconda, per di più in modalità contraddittoria, visto l'assunto libertario).
    E' la dinamica narrativa che è insensata. O pensi alle sole nudità, come dici tu, e rinunci al momento di erotismo, o, se lo inserisci, per di più in modo elegante, per stroncarlo, commetti un errore imperdonabile. Avrebbe senso se si trattasse di una pulsione reiteratamente e metaforicamente presente e sistematicamente stroncata (pensa al cibo ne IL FASCINO DISCRETO...), ma così proprio no.
    Ultima modifica: 19/08/22 15:34 da B. Legnani
  • Poppo • 20/08/22 00:22
    Galoppino - 462 interventi
    La scena si interrompe, e l'abbiamo già detto, perché il ragazzo si eccita ed essendo nudo la sua erezione lo mette in imbarazzo... Semplice e lineare.

  • B. Legnani • 20/08/22 10:01
    Pianificazione e progetti - 14850 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    La scena si interrompe, e l'abbiamo già detto, perché il ragazzo si eccita ed essendo nudo la sua erezione lo mette in imbarazzo... Semplice e lineare.


    Vabbe': se chiedi spiegazioni e poi ignori quello che uno scrive, rispondendo come se l'altro non avesse scritto nulla, è inutile argomentare con te. Ovviamente succede quel che tu dici, ma la mia perplessità nasce da una considerazione del tutto diversa.
    Io non pretendo mai che gli altri cambino idea, ma chiedo - almeno - che rispondano a tono.


    Ultima modifica: 20/08/22 10:01 da B. Legnani
  • Poppo • 20/08/22 12:01
    Galoppino - 462 interventi
    Che fatica dialogare.... (ti cito così perché non riesco a gestire il quote)

    E' che è narrativamente assurdo partire con una scena erotica in maniera elegante per stroncarla dopo venti secondi, in tale doppia maniera (ridicola la prima - la fuga -, drammatica la seconda, per di più in modalità contraddittoria, visto l'assunto libertario).
    E' la dinamica narrativa che è insensata. O pensi alle sole nudità, come dici tu, e rinunci al momento di erotismo, o, se lo inserisci, per di più in modo elegante, per stroncarlo, commetti un errore imperdonabile.


    ----------- e rispondo...

    Tu trovi assurdo "stroncare" una scena erotica sul nascere ma come ti ho detto io credo la situazione sia volutamente creata per generare l'imbarazzo del ragazzo nudo e mostralo al pubblico come elemento di pensiero appunto "libertario nudista" (ti faccio ridere, pubblico, ma ti faccio notare che sei tu, spettatore maschio, quello che va a nascondersi terrorizzato - ndr); se non entri in questa ottica di lettura del film è ovvio che la scena rimarrà priva di senso. La stessa scena (credo a metà film) del banchetto in terrazza quando il primo dei due giovani si presenta nudo tenendo il piatto di portata davanti al pube è un'altra classica situazione che mostra al pubblico del film l'imbarazzo collettivo di una società che si confronta col nudismo (e non è censura filmica dato che i nudi integrali popolano le scene del film); l'altro ragazzo porta la situazione al parossismo entrando in scena nudo tenendo la grattugia del formaggio davanti al pube.... E tutti scoppiano a ridere...

    Dunque la questione è chiara. Il film vuole sdoganare la nudità non sessualizzata e per farlo usa situazioni comiche che fanno parte degli stereotipi di comportamento soprattutto italiani. Non a caso quando i due turisti nordici nudisti ripartono con la loro barca la prima cosa che vediamo fare ai due ragazzi protagonisti milanesi è infilarsi le braghe.

    Ripeto si deve entrare in questa ottica nudista che sembrerebbe essere un unicum nel cinema italiano. Altrimenti tutte le nostre discussioni verteranno sempre su una idea di erotismo mancato che ci porterà completamente fuori strada.
    Ultima modifica: 20/08/22 12:08 da Poppo
  • B. Legnani • 20/08/22 12:09
    Pianificazione e progetti - 14850 interventi
    Poppo ebbe a dire:
    Che fatica dialogare.... (ti cito così perché non riesco a gestire il quote)

    E' che è narrativamente assurdo partire con una scena erotica in maniera elegante per stroncarla dopo venti secondi, in tale doppia maniera (ridicola la prima - la fuga -, drammatica la seconda, per di più in modalità contraddittoria, visto l'assunto libertario).
    E' la dinamica narrativa che è insensata. O pensi alle sole nudità, come dici tu, e rinunci al momento di erotismo, o, se lo inserisci, per di più in modo elegante, per stroncarlo, commetti un errore imperdonabile.


    ----------- e rispondo...

    Tu trovi assurdo "stroncare" una scena erotica sul nascere ma come ti ho detto io credo la situazione sia volutamente creata per generare l'imbarazzo del ragazzo nudo e mostralo al pubblico come elemento di pensiero appunto "libertario nudista" (ti faccio ridere, pubblico, ma ti faccio notare che sei tu, spettatore maschio, quello che va a nascondersi terrorizzato - ndr); se non entri in questa ottica di lettura del film è ovvio che la scena rimarrà priva di senso. La stessa scena (credo a metà film) del banchetto in terrazza quando il primo dei due giovani si presenta nudo tenendo il piatto di portata davanti al pube è un'altra classica situazione che mostra al pubblico del film l'imbarazzo collettivo di una società che si confronta col nudismo (e non è censura filmica dato che i nudi integrali popolano le scene del film); l'altro ragazzo porta la situazione al parossismo entrando in scena nudo tenendo la grattugia del formaggio davanti al pube.... E tutti scoppiano a ridere...

    Dunque la questione è chiara. Il film vuole sdoganare la nudità non sessualizzata e per farlo usa situazioni comiche che fanno parte degli stereotipi di comportamento soprattutto italiani. Non a caso quando i due turisti nordici nudisti ripartono con la loro barca la prima cosa che vediamo fare ai due ragazzi protagonisti milanesi è infilarsi le braghe.

    Ripeto si deve entrare in questa ottica nudista che sembrerebbe essere un unicum nel cinema italiano. Altrimenti tutte le nostre discussioni verteranno sempre su una idea di erotismo mancato che ci porterà completamente fuori strada.

    Continui a eludere le mie considerazioni.
    Per me questo non-dialogo finisce qui.

  • Poppo • 20/08/22 12:29
    Galoppino - 462 interventi
    Nessun problema. Speriamo altri ci abbiano letto e ci ragionino sopra e soprattutto altri si prendano lo sfizio di guardare il film che comunque merita, anzi di più!

  • Capannelle • 27/08/22 10:03
    Scrivano - 3275 interventi
    Grazie alla vs discussione ho recuperato il film e non mi è dispiaciuto, scanzonato a sufficienza anche se poi il personaggio lamentoso di Naya diventa troppo centrale.
    La penso come Poppo: scene erotiche non ci starebbero bene o quantomeno non sarebbero necessarie per alzare il livello del film, anche nella scena del lento con la Karlatos.

    Ah per chi lo volesse vedere basta registrarsi su Raiplay.
    Ultima modifica: 27/08/22 10:05 da Capannelle
  • B. Legnani • 27/08/22 10:19
    Pianificazione e progetti - 14850 interventi
    Capannelle ebbe a dire:
    Grazie alla vs discussione ho recuperato il film e non mi è dispiaciuto, scanzonato a sufficienza anche se poi il personaggio lamentoso di Naya diventa troppo centrale.
    La penso come Poppo: scene erotiche non ci starebbero bene o quantomeno non sarebbero necessarie per alzare il livello del film, anche nella scena del lento con la Karlatos.

    Ah per chi lo volesse vedere basta registrarsi su Raiplay.

    Un attimo. Io non ho detto che manca - nella sequenza del ballo - una necessaria conclusione erotica. Ho detto che è narrativamente assurdo partire con una scena erotica in maniera elegante per stroncarla dopo venti secondi, in tale doppia maniera (ridicola la prima - la fuga -, drammatica la seconda, per di più in modalità contraddittoria, visto l'assunto libertario).