DISCUSSIONE GENERALE di Crush (2013)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/10/15 DAL BENEMERITO BUIOMEGA71
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film:
    Lupus73
  • Non male, dopotutto:
    Buiomega71
  • Mediocre, ma con un suo perché:
    Anthonyvm

DISCUSSIONE GENERALE

  • Se ti va di discutere di questo film e leggi ancora solo questa scritta parti pure tu per primo: clicca su RISPONDI, scrivi e invia. Può essere che a qualcuno interessi la tua riflessione e ti risponda a sua volta (ma anche no, noi non possiamo saperlo).
  • Buiomega71 • 17/10/15 10:01
    Pianificazione e progetti - 24009 interventi
    Di fatto , ormai, lo stalking movie , misto a amoretti adolescenziali, passioni amorose che si trasformano in vere e proprie ossessioni morbose fino a sfociare nell'omicidio e nel rapimento, non ha più nulla da dire.

    In un atmosfera alla Cruel Intensions, passando per le attrazioni (più o meno) fatali, per arrivare a Twisted Love (che ne riprende pure il pre finale con il ragazzo tenuto prigioniero dalla pazza psicotica di turno) e finire con Swimfan (il ragazzo bello e figo bramato da tutte le ragazze, soprattutto le più instabili mentalmente)

    Crush rimescola i già collaudati ingredienti, ma nonostante il sentore di dejàvù sia terribilmente dietro l'angolo, riesce nel miracoloso intento di non annoiare, di tenere in tensione per tutta la sua durata, e di risultare finanche godibile

    Scott (Lucas Till) ha tutto dalla vita, bello come un angelo, forte nello sport (curioso come sia il calcio e non il classico football americano), intelligentissimo, fisicato e ambito da parecchie ragazze del suo college

    Soprattutto da Jules (Sarah Bolger), stracotta di lui, ma che Scott vede solo come un'amica, e da Bess (Crystal Reed), classica nerdona alla Carrie, che segretamente lo spia, lo segue in ognidove, si immagina storie d'amore con lui (al cinema a vedere La signora del venerdì), lasciandole bigliettini d'amore, creando con il photoshop impossibili fidanzamenti virtuali, rodendosi di gelosia in quella che sembra più un ossessione (che sfiora la follia) che una semplice cotta (immergendosi nella vasca da bagno trattenendo il respiro, tra le altre cose)

    Bess piange, si dispera nella sua cameretta, e intanto legge Il Collezionista

    Però, cominciano a fioccare pure episodi funesti. Il rivale sportivo di Scott viene fatto cadere dalla scalinata dello stadio mentre si allena e per poco non ci rimette la schiena, qualcuno uccide, con una bastonata ben assestata, la professoressa di Scott che le "ronzava troppo intorno" mentre faceva jogging, scritte minacciose sulla finestra della camera di Jules, Jules stessa rischia di finire soffocata con un cuscino...

    Ma chi è che ha perso la trebisonda per Scott fino a quel limite?

    Bess? Che pare ormai sull'orlo del tracollo amoroso e vive misteriosamente da sola in una casa che non può permettersi? Oppure Jeffrey (Reid Ewing), uno "sfigatello" a sua volta innamorato della carrieosa Bess?

    La verità non sarà così semplice e scontata come apparrebbe a prima vista

    A Scott le ragazze le si buttano addosso (letteralmente), quando corre o addirittura sotto la macchina

    Ma l'amore malato sfocerà ben presto in pazzia, e quindi gran finale miseryano, con Scott tenuto prigioniero in uno scantinato, tra gambe spezzate, matite piantate nelle cosce, lotte corpo a corpo, ritratti da "rifare" e una chiusa da brividi di doppie e triple personalità stile Sybil

    Se la minestra appare riscaldata, e condita dal regista di origini libanesi con spezie davvero gustose

    Bader gira bene, non molla mai la tensione, regala anche qualche colpo basso (l'incipit d'infanzia sul tetto della casa "Un penny per i tuoi pensieri"), sfrutta al meglio la fotografia di Scott Kavan e riesce a incollare allo schermo pur con il sentore di aria fritta

    Scott che fà pesi in palestra e la mano dell'ammiratrice che lo tocca di spalle (quasi a un passo da Compleanno di sangue), in piscina con lo smartphone buttato in acqua, l'appuntamento mancato alla piscina con la disperazione di Bess, l'autolesionismo della psicopatica (le chiavi di casa che le sfregiano la gamba), i messaggini che arrivano a Scott, la psicopatica che si infila in casa sua, si nasconde nell'armadio e lo guarda dormire, il violento finale, che anche se derivativo, tiene bene, il bellissimo e crudele incipit.

    Follie psicopatologiche femminee, un Twisted Love 2.0 nei tempi degli smartphone, di Facebook e di whatsapp (altri mezzi che alimentano la mente malata della stalker)

    Ottimo il cast (plauso per Caitriona Balfe, ebbè, con quel nome) e regista da tenere assolutamente d'occhio

    Qualcuno lo troverà simile a mille altri (e posso capire, l'originalità latita), ma io mi sono divertito abbastanza e la fibrillazione non vien meno.

    Le frecce di Cupido scoccano ancora insanguinate.
    Ultima modifica: 17/10/15 13:46 da Buiomega71
  • Raremirko • 17/10/15 23:18
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    Ma è una roba tipo So cosa hai fatto?

    Perchè io adoro quel film...
  • Buiomega71 • 18/10/15 10:35
    Pianificazione e progetti - 24009 interventi
    Raremirko ebbe a dire:
    Ma è una roba tipo So cosa hai fatto?

    Perchè io adoro quel film...


    No, assolutamente no, non e uno slasher ma uno stalking movie, dove la vittima e il maschietto e il carnefice la femminuccia. Dalle parti di Swimfan, scecherato con Twisted Love e sprazzi di Misery.
    Ultima modifica: 18/10/15 10:38 da Buiomega71
  • Raremirko • 19/10/15 00:29
    Addetto riparazione hardware - 3820 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Raremirko ebbe a dire:
    Ma è una roba tipo So cosa hai fatto?

    Perchè io adoro quel film...


    No, assolutamente no, non e uno slasher ma uno stalking movie, dove la vittima e il maschietto e il carnefice la femminuccia. Dalle parti di Swimfan, scecherato con Twisted Love e sprazzi di Misery.



    Ok, mi informerò