DISCUSSIONE GENERALE di I racconti della cripta (7 stagioni) (1989)

  • TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/02/10 DAL BENEMERITO RAREMIRKO
  • Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Grande esempio di cinema:
    Raremirko, Ciavazzaro
  • Quello che si dice un buon film:
    Undying

DISCUSSIONE GENERALE

  • Zender • 23/05/19 07:49
    Consigliere - 43823 interventi
    Perfetto, grazie Rufus, aggiunti.
  • Rufus68 • 25/05/19 20:48
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    SECONDA STAGIONE (1990) 01. DIRITTO DI MORTE (Dead Right) ** Come già ne L'avvoltoio si ravvisano echi classici nella sceneggiatura (ognuno pesca dove può, evidentemente). Stavolta è il turno degli inganni oracolari basati sull'errata interpretazione delle parole (dovuta anche alla malizia dell'oracolo): tema famoso ripreso dalla disfatta di Creso, re di Lidia. La superstar Moore è già graziosa e l'antitesi col bombardone Tambor suscita qualche friccico di curiosità. Niente di che, ma nel complesso abbastanza piacevole. Pesa in negativo, e questo vale per tutta la serie, anche l'ambientazione poverella causa budget ridotto. (Rufus68)
  • Rufus68 • 25/05/19 20:49
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    SECONDA STAGIONE (1990) 02. LO SCAMBIO (The Switch) *! Episodio alquanto deludente nonostante le godibili premesse. Dopo pochi minuti si sa già dove si andrà a parare con "lo scambio" tanto che il finale arriva con le polveri bagnate e senza nessun botto da petardo. Gli unici esigui pregi sono ricercarsi nella satira sul mondo dell'apparire e in alcune deboli bizzarie (il mad doctor, il corpo bello a metà). Attori trascurabili. (Rufus68)
  • Zender • 26/05/19 08:14
    Consigliere - 43823 interventi
    Grazie Rufus, aggiunti.
  • Rufus68 • 26/05/19 19:39
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    PRIMA STAGIONE (1989) 04. PECCATI SUPERFICIALI (Only Sin Deep) *! Superficiale come i peccati in questione. La maschera che sugge la bellezza è un topos antico, riattualizzato da Wilde e Poe (Il ritratto ovale). Qui viene declinato con fare assai prosaico (i soldi) e senza alcun riferimento fantastico. Solo la Thompson riesce, pur debolmente, a condensare il bruciante apologo con una certa forza di caratterizzazione. (Rufus68)
  • Rufus68 • 26/05/19 19:40
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    SECONDA STAGIONE (1990) 03. POKER, aka CARTE TAGLIENTI (Cutting Cards) **! In fondo si tratta di una disfida. E i protagonisti funzionano grazie alle diverse caratterizzazioni: mellifluo e irridente Tighe, livido e vendicativo Henriksen. Il bello dello scontro risiede proprio nei continui rilanci del rischio e della posta (loro stessi) che porterà i Nostri all'autodistruzione. L'ultima scena è gustosa come una del più surreale Grand Guignol: farsa, crudeltà e folle ostinazione si miscelano divenendo metafora stringente delle pulsioni indotte dal demone del gioco. (Rufus68)
  • Zender • 27/05/19 07:56
    Consigliere - 43823 interventi
    Grazie Rufus, aggiunti.
  • Rufus68 • 27/05/19 21:18
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    QUARTA STAGIONE (1992) 11. DOPPIA PERSONALITA' (Split Personality) *** Episodio che riceve vita da un bravo Joe Pesci, perfetto nella sua debordante qualità di imbonitore e prendingiro. L'italoamericano domina tutto e tutti col suo scilinguagnolo (esilarante quando improvvisa l'elogio d'una architettura bislacca che poco prima aveva denigrato) che solo il breve imperio del caso riesce a sopraffare (un'abbronzatura mal riuscita ...). Niente male neppure il finale che vira nel macabro senza perdere il tono da commedia nera. (Rufus68)
  • Rufus68 • 27/05/19 21:20
    Gestione sicurezza - 193 interventi
    QUINTA STAGIONE (1993) 05. DOLCE VENDETTA (People Who Live in Brass Hearses) **! La svolta arriva quasi alla fine ed è inaspettata quanto urtante: la trovata fa risalire ulteriormente l'episodio che gode di interpretazioni sopra il livello medio del genere. Vero è che Paxton rimane sempre oltre le righe (sino a un maledettismo ampiamente prevedibile), ma Dourif tiene fede con bel mestiere al proprio personaggio di disadattato mentre l'ambiguo Lerner ammicca con fare quieto e ingannevole celando la rivelazione fatale. Anche la coda si segnala per un suo intrinseco tono weird. (Rufus68)
  • Zender • 28/05/19 08:09
    Consigliere - 43823 interventi
    Grazie Rufus, aggiunti.