Rule number one

Media utenti
Titolo originale: Dai yat gaai
Anno: 2008
Genere: horror (colore)
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/04/10 DAL BENEMERITO GREYMOUSER
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Greymouser 29/04/10 23:17 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Regola numero uno: i fantasmi non esistono. Paradossalmente, è lo slogan di facciata adottato da una bizzarra squadra di polizia che si occupa di fenomeni paranormali. In pratica, una sorta di ghostbusters dagli occhi a mandorla; solo che questi, invece di usare fantasiosi macchinari, prendono sbrigativamente a pistolettate gli umani posseduti da spiriti malvagi. Lento nel ritmo fino alla parte finale, si riprende alquanto con twist e contro-twist da manuale, risultando alla fine non disprezzabile.

Daniela 10/07/10 09:14 - 10359 commenti

I gusti di Daniela

Spettro di bimba col volto coperto dai lunghi capelli neri? C'è. Collegiali/cerbiatte in divisa e calzettoni bianchi ? Ci sono. Però non si tratta di uno dei soliti ormai sfruttatissimi horror orientali, piuttosto di un poliziesco paranormale, di elegante confezione, con qualche venatura di grottesco e spruzzi di horror, impreziosito da un bel personaggio di sbirro solitario, ad alto tasso alcolico, apparentemente cinico, disperatamente romantico, che da solo giustifica la visione. Finale a sorpresa, purtroppo compromesso da una vistosa incongruenza.
MEMORABILE: il ballo con il dinosauro - l'incubo del feto nella zuppa

Schramm 8/06/12 15:16 - 2566 commenti

I gusti di Schramm

Breve è il passo tra guest e ghost, quando il fantasma formaggino usa i corpi come un rimpiattino planetario per scopi tutt'altro che balzani. Tentativo di rinverdire -o se si preferisce, riarrossare- il Cat III e la sadakite con innesti peregrini che al trascendentale mescolano il filosofico (l'ectoplasmaticità erga omnes) e alla pandemia oltretombale il pragmatismo umano troppo umano di contenere i danni di un cospirazionismo ultraterreno. Sulle prime sembra il solito omogeneizzato insapore, a scoppio nemmen troppo ritardato t'avvedi di essere al cospetto di un horror che forse non terrorizza quanto ambirebbe ma reca i salutari germi di orbite narrative impreviste.

Shawn Yue HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.