LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/02/08 DAL BENEMERITO RENATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 6/02/08 14:40 - 1555 commenti

I gusti di Renato

Gruppo di italiani di ogni zona della penisola rinchiusi in un campo di prigionia USA in attesa della liberazione, tra ricordi del passato prebellico e nostalgia del Belpaese lontano. Il neorealismo non c'entra granché in questa pellicola di Francisci, che mira solo a far scendere la lacrimuccia ad un pubblico in vena di emozionarsi ascoltando canzoni popolari del periodo. Certo, il cast da solo vale almeno una visione...
MEMORABILE: Il De Sica incallito giocatore di poker in perenne bolletta dell'episodio napoletano.

Rambo90 28/10/12 23:38 - 6343 commenti

I gusti di Rambo90

Un film sicuramente più difficile da capire oggi rispetto all'epoca in cui è stato girato, ma grazie al cast rimane comunque una commedia efficace, con una spruzzata di neorealismo (alla sceneggiatura e, non accreditato, alla regia collabora anche De Sica). Il cast è ottimo, in particolare il quartetto Fabrizi/Peppino/De Sica/Campanini, mentre stonano un po' le varie canzoni inserite forzatamente. I primi due episodi sono molto divertenti comunque; irriconoscibile Adolfo Celi sergente americano.

Homesick 27/12/14 11:20 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

In seguito pioniere del peplum, Francisci esordisce con una commedia neorealista dalla struttura a flashback per ricordare il dramma bellico e celebrare la solidarietà e l'unità tra gli italiani. Nonostante i vincoli imposti dagli stereotipi e dalle inflessioni regionali - è il punto debole della sceneggiatura - il cast è eccellente in ogni fila: dal marito Fabrizi vessato dalla moglie-padrona Ninchi al finto cattivone Celi, dal nobile squattrinato De Sica all'umanissimo cappellano Campanini. Mario Bava è direttore della fotografia, e si vede. **!/***
MEMORABILE: L'episodio con Fabrizi che, fingendosi scapolo e senza figli, tenta di corteggiare la torinese Carmi.

Gmriccard 23/03/20 19:54 - 116 commenti

I gusti di Gmriccard

La commedia si fonda sui flashback di alcuni internati italiani in un campo di prigionia californiano, raccordato da scenette comiche. Gli episodi non sono di freschezza memorabile e mirano con il regionalismo ad "accalappiare" pubblico da ogni angolo dello stivale. Tra tanti dialetti spesso battuti è piacevole e non comune sentire declamare con disinvoltura la cadenza della città della lanterna. Il cast è ottimo e abbastanza efficace, in particolare Campanini, ma notevole (anche se un po’ troppo isterico), Adolfo Celi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Neapolis • 7/05/16 00:06
    Fotocopista - 2041 interventi
    Al minuto 73' 20'' è presente una seducente e pudica scena di seno nudo in gondola dell'attrice Olga Villi abbastanza inusuale per i film dell'epoca.
    Ultima modifica: 11/05/16 12:14 da Neapolis