La Gomera - L'isola dei fischi

Media utenti
Titolo originale: La Gomera
Anno: 2019
Genere: gangster/noir (colore)
Note: Aka "The whistler". Presentato al XXXVII Torino film festival nella sezione Festa mobile.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/12/19 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 8/12/19 22:33 - 7696 commenti

I gusti di Cotola

Noir rumeno, ambientato in un'isola delle Canarie (la Gomera del titolo originale), che ha la sua freccia più originale e divertente, nella lingua dei fischi che viene usata dai protagonisti per non farsi capire dalla polizia. I canoni del genere vengono rispettati ed anche se la storia non è molto originale è però godibile, ben raccontata e ben gestita nei suoi continui andirivieni temporali. La sceneggiatura ha qualche piccola smagliatura. Il finale non è così scontato come si potrebbe aspettare. Visivamente, molto bello l'epilogo.

Bubobubo 12/02/20 15:59 - 1327 commenti

I gusti di Bubobubo

L'assodatissimo binomio tra polizia e corruzione che avvolge molto del cinema rumeno contemporaneo fa un passo in avanti, in direzione di un sofisticato noir d'ambientazione isolana in cui non sempre è chiaro chi siano le vittime e chi, invece, i carnefici. Sprazzi di umorismo nero (il regista in cerca di nuove location per il suo prossimo film), vampe splatter e un leggero sottotesto politico non rimescolano granché le carte in tavola: la scrittura, anche se un po' discontinua, rimane di buon livello. Interessante l'epilogo.
MEMORABILE: Gli ultimi 15'.

Daniela 28/11/20 21:15 - 9833 commenti

I gusti di Daniela

Poliziotto corrotto viene implicato in un piano per far evadere un trafficante di droga che prevede l'utilizzo di un linguaggio che pochissimi conoscono.. Thriller rumeno in cui, al di là della trovata originale dei fischi, a colpire non è tanto la trama quanto l'eleganza della messa in scena, evidente sia punto di vista visivo con inquadrature curate nei dettagli che sotto il profilo sonoro (splendido il mix nella ost). Richiede pazienza perché a tratti non è facile capire come sono schierati tutti i personaggi in campo, ma ripaga con un epilogo di inaspettato romanticismo.  
MEMORABILE: Il dono del prete; Nell'epilogo, il colpo di pistola all'esterno viene mascherato da quelli sparati nel film proiettato in tv. 

Capannelle 6/12/20 17:04 - 3782 commenti

I gusti di Capannelle

Porumboiu è abile nel mescolare personalità e furbizia. Già l'assunto del linguaggio dei fischi è più una trovata pubblicitaria che qualcosa di essenziale. Aggiungiamo una femme fatale subito generosa, quegli spezzoni di vecchi film che fanno tanto cinema d'autore e la suddivisione in atti. Si può definire un noir moderno che sa osare e nel quale si rimescolano continuamente le carte ma che esagera con il tutti contro tutti, mettendo a rischio la credibilità ed essenzialità di alcuni personaggi (Paco, Alin, Kiko). Non mancano comunque battute taglienti e riuscite.
MEMORABILE: L'aria musicale per educare i clienti; Scontro istituzionale sulla scena del crimine.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Cotola • 8/12/19 22:36
    Consigliere avanzato - 3653 interventi
    La lingua dei fischi usata dai protagonisti esiste davvero: si chiama silbo gomero ed è diventata patrimonio immateriale dell'Unesco nel 2009.

    Fonte: Wikipedia.
  • Discussione Bubobubo • 12/02/20 15:55
    Capo call center Davinotti - 235 interventi
    In italiano La Gomera - L'isola dei fischi (mado'...).
  • Discussione Caesars • 12/02/20 17:18
    Scrivano - 11691 interventi
    Titolisti a briglia sciolta...