La casa della gioia

Media utenti
Titolo originale: The House of Mirth
Anno: 2000
Genere: drammatico
Note: Dal romanzo "The House of Mirth" di Edith Wharton.
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/06/13 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Daniela 27/06/13 16:03 - 8965 commenti

I gusti di Daniela

Di modesto patrimonio personale ma colta ed abituata a frequentare famiglie ricche ed ambienti agiati, giovane donna si ritrova vittima di invidie e maldicenze... Stessa autrice letteraria e stesso milieu della splendida Età dell'innocenza, ma risultato molto inferiore per demerito soprattutto di un cast poco ispirato, a cominciare dalla monoespressiva Anderson che non suscita la minima empatia nonostante le varie traversie del suo personaggio. Una certa cura formale e la scelta delle musiche (Mozart) salvano solo in parte il film dalla sensazione di tedio polveroso.

Galbo 18/02/17 06:30 - 11271 commenti

I gusti di Galbo

Una donna non sposata cerca a fatica il suo posto nell' alta società newyorkese dei primi del 900. Impossibile non pensare a L'età dell' innocenza ma siamo lontani dal capolavoro di Scorsese. Alla raffinata sottigliezza psicologica di quello, si contrappone una messa in scena tanto formalmente impeccabile quanto vuota di partecipazione emotiva. In più la protagonista G. Anderson non sembra l'interprete più adatta per un ruolo che avrebbe richiesto maggiore profondità. Per chi si accontenta, l'ambientazione è di ottimo livello.

Giacomovie 16/04/19 16:01 - 1337 commenti

I gusti di Giacomovie

Lily ambisce a entrare nell'alta società ma alcune scelte sentimentali e finanziarie sbagliate la avvicinano alla povertà. Film che lambisce i confini della monotonia ma che si guarda con piacere per la ricchezza formale dei bei costumi e di alcuni bellissimi paesaggi. L'ambientazione newyorkese di inizio Novecento estende il formalismo anche alla storia, sia ai dialoghi che ai rapporti umani, trasmettendo un'aria di distacco che la penalizza.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.