Il pensionato - Corto (1958)

Il pensionato
Media utenti
Anno: 1958
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Note: Cortometraggio (9').

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 18/12/09 DAL BENEMERITO RENATO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Renato 18/12/09 12:43 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Breve cortometraggio di Ermanno Olmi, sempre pagato coi soldi della Edisonvolta presso la quale lavorava ma in questo caso meno legato ai temi industriali. In pochi minuti il regista tratteggia il ritratto di un uomo che torna in qualche modo alla vita, ed in più ci mostra un mondo (quello delle vecchie case di ringhiera lombarde, con la sua povera solidarietà umana) che, semplicemente, non esiste più. Bello.

B. Legnani 8/03/16 20:18 - 5506 commenti

I gusti di B. Legnani

Garbato, dolcissimo cortometraggio che racconta di troppe cose che non ci sono più. Una Milano quasi scomparsa nei fatti, e nelle cose, e nelle persone, e nelle generosità. La storia di questo pensionato che passa dalla lotta all'alleanza con i giovani tipografi ha anche qualche tocco umoristico. Decisamente piacevole e girato con sicurezza.

Paulaster 23/02/17 09:59 - 4341 commenti

I gusti di Paulaster

La visione dell’operaio che una volta giunta l’età della pensione cerca di rendersi utile. Narrato come un cinegiornale di una volta, è descritto con una cura per gli ambienti che mostra il senso di appartenenza sociale (la camera da letto, il cortile, l’impalcatura) e con una voce fuori campo gentile e rasserenante. Piccolo mondo antico dove la laboriosità era necessaria per sopravvivere e la carretta veniva tirata assieme.
MEMORABILE: Il dialetto milanese.

Pigro 28/05/23 14:18 - 9599 commenti

I gusti di Pigro

Ritratto bonario, un po’ umoristico, un po’ macchiettistico e molto umano, di un neo-pensionato, alle prese con la noia e con tutti i classici e tipici "vizietti" dell’ex lavoratore anziano, un po’ brontolone, un po’ impiccione e molto tenero nella sua cocciutaggine. Spiritosa la sceneggiatura che si sviluppa circolarmente e simpaticamente. Interessante il quadro di quella società italiana degli anni 50, delle dinamiche, dei luoghi quotidiani, umili e scarni, che costituiranno sempre più lo spazio della visione di Olmi.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Sinfonia della fattoriaSpazio vuotoLocandina Il paese della ninna nannaSpazio vuotoLocandina The pelican and the snipeSpazio vuotoLocandina Johnny Appleseed
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.