LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 21/08/07 DAL BENEMERITO G.GODARDI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 21/08/07 17:49 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Ragazzo in crisi di valori (doveva diventare prete) trova impiego, grazie al padre ex agente FBI, in una società di satelliti spia. Qui riceve ogni giorno migliaia di messaggi criptati, tra cui molti della CIA. Scoprendo alcune magagne della stessa, deciderà di venderle ai russi, con l'aiuto di un amico spacciatore. Tratto da una storia vera, è un film interessante ma troppo didascalico nel suo svolgimento; decolla troppo tardi, quando ormai siamo arrivati a fine visione. Però c'è un giovane Sean Penn già bravissimo e la nota canzone di Pat Metheny e David Bowie.
MEMORABILE: Tra gli agenti del FBI vi è anche Jerry Hardin, il "gola profonda" della serie X-Files.

Galbo 29/08/08 07:17 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Film interessante sulla carta che ha per argomento principale il traffico di informazioni governative segrete dagli USA (fonte CIA) alla Russia. Il pur bravo regista John Schlesinger non ha però sfruttato adeguatamente l'argomento, dirigendo un film che affronta tutti gli argomenti trattati diligentemente ma piuttosto superficialmente ed in modo sommario non caratterizzando adeguatamente i personaggi e i rapporti che li legano. Ottima la prova di un giovane Sean Penn.

Fauno 28/04/13 21:26 - 1935 commenti

I gusti di Fauno

L'ho dovuto vedere più volte, poichè il personaggio interpretato da Penn ne combina talmente tante da far scivolare il film nel grottesco. Il dramma è reale: un impulso giovanile è costato qualcosa come 40 anni di carcere. Se si riflette sulla reazione finale del padre di Hutton si capisce anche perché gli americani dominano il mondo... Dare dei comunisti a loro è quasi peggio che dire cristiano a un musulmano. Davanti agli interessi della nazione non c'è pietismo o amore paterno e materno che tengano.
MEMORABILE: I piranha; Le entrate all'ambasciata; Il tentativo di fuga con cammuffamento all'aeroporto; Tutte le volte che Penn straparla; Il premier australiano.

Lythops 6/07/15 09:58 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Schlesinger, autore di capolavori come Un uomo da marciapiede e Il maratoneta, dirige un film drammatico quanto reale ma purtroppo "buttato lì", senza che lo spettatore riesca a immedesimarsi soprattutto nell'indisponente personaggio interpretato da Sean Penn col quale, nonostante si sappiano le azioni del Governo nei confronti di chiunque possa anche solo lontanamente minacciarlo, proprio non si riesce a solidarizzare. Film vero ma buttato lì, perché da sempre i cattivi si sa da che parte stanno e come agiscono. Grande Pat Metheny.

Paulaster 6/11/15 10:18 - 2863 commenti

I gusti di Paulaster

Sorta di guerra fredda fatta in casa in cui un giovane americano deluso pensa di vendicare i suoi moti idealistici. Il tema dello spionaggio è grossolano e le vicende non rendono il pathos dei contenuti soprattutto per colpa di Penn, accentuato nelle sue reazioni. Pure la parentesi amorosa sembra serva ad allungare il brodo. Schlesinger non gira male e ne beneficia Hutton. Centrate la figura metaforica del falco e le musiche di Metheny.

Tarabas 11/04/18 13:32 - 1717 commenti

I gusti di Tarabas

Ex seminarista in crisi passa informazioni all'URSS dopo aver scoperto (bontà sua) che la CIA (per cui lavora) non si occupa di opere pie. Il tutto per scoprire che dall'altra parte si fanno esattamente le stesse cose. Film dall'aria un po' 70es, non tanto per l'ambientazione (era Nixon) ma per i toni. Ben realizzato, con due bravi protagonisti nei ruoli principali, visto oggi appare un po' datato e non molto originale, nonchè forse troppo lungo. Belle le musiche, su cui spicca ovviamente il pezzo di Bowie, "This is not America".

Daniela 15/09/18 00:48 - 9629 commenti

I gusti di Daniela

Resosi conto delle nefandezze commessa dalla CIA, un giovane neo-assunto decide di passare ai russi informazioni segrete servendosi della complicità di un amico d'infanzia, tossico e spacciatore... Lo spunto è interessante ma non viene sfruttato adeguatamente da Schlesinger che si limita a dirigere con diligenza una sceneggiatura farraginosa e poco incisiva. A rendere il film meritevole di visione è la colonna sonora del Pat Metheny Group e la prestazione febbrile di Penn, molto più convincente di quella di Hutton. Nel cast di contorno, da segn
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.