LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/06/09 DAL BENEMERITO SALVODS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Salvods 5/06/09 02:31 - 3 commenti

I gusti di Salvods

Orlando bravo anche nel drammatico; un film anonimo e patetico come pochi altri. Mmmm arrivare a duecentocinquanta caratteri per questo film significherebbe sprecare inchiostro e carta, ma per fortuna ci sono tastiera e monitor. La Massironi per niente in parte, ma anche la Buy. Menomale che Silvio c'è (Orlando ovviamente).

Stefania 4/12/09 22:37 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Film meneghino, ma potrei immaginarmele ovunque queste storie di gente che cerca un posto "fuori dal mondo": un convento per isolarsi nella preghiera, un monolocale per isolarsi nell'amarezza. Ma il mondo li tira per la giacca: un neonato abbandonato ha bisogno di loro... Anche loro hanno bisogno di lui, hanno bisogno di tutti: si sta mica bene, fuori dal mondo. Piccioni maneggia con cura una materia rischiosa: sa come smorzare i toni per non cadere nel sentimentalismo. Felicissima la scelta degli attori, anche nei ruoli di contorno.
MEMORABILE: La strampalata Missironi e la pungente Lojodice: veramente le facce, gli sguardi e le voci giuste.

Cotola 24/05/10 22:53 - 7458 commenti

I gusti di Cotola

Il miglior lavoro di Piccioni è un film molto delicato ed anche molto audace nella sua ricerca di uno stile personale e lontano dalle mode che riesce ad evitare le trappole del patetismo e delle blande e volgari risate che solitamente condiscono i film italiani. Funzionale fotografia di Luca Bigazzi e discrete musiche di Ludovico Einaudi. Meritoriamente interessante e (finalmente!) per nulla banale.

Galbo 4/09/13 07:04 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Sono davvero fuori dal mondo i protagonisti di questo film di Giuseppe Piccioni, peraltro uno dei suoi migliori. Lontano da esercizi letterari e da sceneggiature autoreferenziali, l'autore descrive personaggi reali e di spessori e racconta una storia di solitudini ed insoddisfatte emarginazioni. Una scrittura sobria e un testo interpretato da attori di grande spessore, con la Buy e Orlando in grande forma. Da vedere.

Paulaster 26/03/14 10:21 - 2731 commenti

I gusti di Paulaster

Piccioni riesce nell'intento di rappresentare la doppia visione tra sacro e profano attraverso la maternità. La Buy azzecca un ruolo felice e Orlando non fatica nei panni dell'ansioso. Le musiche e i comprimari (eccetto la Massironi) servono ad ammorbidire la tensione tra dialoghi profondi e umani. Peccato per la parte del matrimonio, che rimane incollata alla storia. Il finale è meno toccante e poteva essere girato meglio, ma non pregiudica un buon esito.
MEMORABILE: La partita a tombola.

Lou 25/10/15 17:21 - 941 commenti

I gusti di Lou

Sono due diverse espressioni del disagio di vivere quelle trasmesse sullo schermo con grande intensità da Margherita Buy e Silvio Orlando: da un lato la suora che ritrovandosi tra le braccia un neonato abbandonato diventa preda di dubbi sulla sua scelta definitiva, dall'altro il titolare di una lavanderia che trascina i suoi giorni dedito solo al lavoro e incapace di slanci e attenzioni per se stesso e per gli altri. Una prova riuscita di Piccioni, completata dalla ottima fotografia di Milano di Bigazzi e dalla musica appropriata di Einaudi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.