Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ennesimo thriller paratelevisivo con malefica stalker che si mette in testa di vendicare un presunto torto subito anni prima da parte dell'eroina di turno. In questo caso all'origine c'è una disgraziatissima festa di homecoming con relativo ballo ed elezione dei “reginetti”. I prescelti salgono sul palco per essere premiati quando irrompe sulla scena la perfida Andrea, con in testa un mucchio di dalie per provocare la reazione allergica di lui (che infatti quasi soffoca, di fronte allo stupore degli astanti). Al grido di "avete truccato i voti" assalta Isabelle ma nella colluttazione cade giù dal palco. Si salva e la ritroveremo vent'anni dopo, cresciuta in dimensioni fino a diventare un donnone,...Leggi tutto con la sesta di reggiseno e lo sguardo infido tipo Joan Collins. La nuova Andrea (Director) entra presto in contatto con Isabelle (Bowlby), che nel frattempo ha sposato proprio il reginetto di allora (Faiola) e ha trovato la sua dimensione di felicità compresa di figlia diciassettenne (Gayle) e negozio di fiori ben avviato. Il piano di Andrea, che nel frattempo fa fuori il marito con un colpo in testa gettandolo in piscina per fingere un malore, è semplice: andare dall'amica, farle credere di aver dimenticato tutto e combinarle in incognito scherzi feroci (fino a che punto non si sa ancora). Per questo ha in mente una serie di passaggi che scrive col pennarello su un mobile della cucina e che, tramite eliminazione di chi glieli impedisce, non incontra troppe difficoltà a realizzare. In fondo Isabelle è donna di buon cuore, non può certo immaginare che a distanza di vent'anni la squilibrata di allora spunti fuori con l'obiettivo di vendicarsi per una sciocchezza. E invece eccola lì, colla sua voce melliflua e una cortesia di facciata che indubbiamente esibisce con grande predisposizione. Insomma, a penalizzare il tutto è un copione davvero troppo usurato per poter intrigare, che segue fin negli atteggiamenti, nelle parole dei protagonisti, quelli che sono i punti cardine dei mille thriller impostati sullo stesso tema. Con l'aggravante che in alcuni frangenti si rischia di cadere nel caricaturale; non nel caso della bionda Isabelle, interpretata con sufficiente intensità e credibile preoccupazione da April Bowlby, né in quello della figlia cui dà il volto Abbie Gayle, quanto piuttosto nell'Andrea di Kim Director, presentataci come un concentrato di primordiale crudeltà racchiuso in un corpo che mette in mostra forme da maggiorata e trucco carico da femme fatale casereccia. Sa come accattivarsi l'affetto della figlia e persino quello di Isabelle, all'inizio, che ci mette un po' per capire che qualcosa non va. Ma a non andare è soprattutto la sceneggiatura, che incorre in vistosi buchi, sequenze tirate via brutalmente, improbabili coincidenze, fa scomparire le persone senza che si capisca se qualcuno ha mai indagato su di loro, incappa nel complesso in una faciloneria che a lungo andare diventa vistosa soprattutto nel finale, quando si replica con varianti la festa di homecoming di vent'anni prima: la goffaggine raggiunta nella scena clou precipita tutto nel ridicolo involontario e apre a un epilogo decisamente patetico. Deludenti regia e colonna sonora, a salvarsi è il solito ritmo sostenuto, che in film così diventa la componente primaria a cui le produzioni puntano. Salvare lo spettatore dalla noia è l'obiettivo minimo, per tenere in piedi produzioni simili. Il resto però...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/06/21 DAL DAVINOTTI

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.