Cerca per genere
Attori/registi più presenti

DISOBEDIENCE

All'interno del forum, per questo film:
Disobedience
Titolo originale:Disobedience
Dati:Anno: 2018Genere: drammatico (colore)
Regia:Sebastián Lelio
Cast:Rachel Weisz, Rachel McAdams, Anton Lesser, Alessandro Nivola, Allan Corduner, Nicholas Woodeson, David Fleeshman, Steve Furst
Visite:69
Filmati:
MEDIA VOTO DEGLI UTENTI: N° COMMENTI PRESENTI: 3
Le impressioni del Davinotti non sono vere critiche ma appunti utili a capire che tipo di film si ha di fronte. Scritte dall'età di 18 anni (vintage e ultra baby vintage collection) su quaderno, per i film che Marcel vede al cinema vengono oggi compilate su pc.

TITOLO INSERITO IL GIORNO 7/8/18 DAL BENEMERITO DEEPRED89

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
  • Quello che si dice un buon film a detta di:
    Bubobubo
  • Non male, dopotutto a detta di:
    Deepred89
  • Mediocre, ma con un suo perché a detta di:
    Myvincent


ORDINA COMMENTI PER:

Deepred89 7/8/18 23:34 - 3047 commenti

Fotografa quarantenne con vita notturna stile In cerca di mr. Goodbar si ritrova ospite, in seguito alla morte del padre, di una famiglia di ebrei ortodossi. Un bel contesto di maniacalità religiosa (l'aria è quella della combriccola di Rosemary's baby) che calza perfettamente con le tentazioni saffiche sulle quali verterà l'intera narrazione, sorretta da una regia robusta e dalla livida fotografia. Il film però si perde però in esiti accomodanti che fanno sfumare le sottili morbosità e le latenti tensioni. Ottima la scelta dei protagonisti.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: I corposi scambi di saliva durante il momento tanto atteso (anche dallo spettatore).
I gusti di Deepred89 (Commedia - Drammatico - Thriller)

Myvincent 28/10/18 19:06 - 2151 commenti

La solita critica agli ambienti ortodossi di una comunità ebraica negli U.S.A. non poteva sottrarsi al tema dell'omosessualità, per di più femminile. Lo sconvolgimento delle regole è totale, dal momento in cui si apprende che il ritorno della pecora nera all'ovile, causa il funerale di un amato rabbino, è proprio a causa di tutto ciò. Purtroppo la retorica prende il sopravvento da allora ed esplode in un finale che più costruito non si poteva proprio. Gli atteggiamenti saffici delle protagoniste sono davvero poco credibili.
I gusti di Myvincent (Drammatico - Giallo - Horror)

Bubobubo 18/11/18 15:29 - 430 commenti

Radici e trasgressione. Una falla autogenerante in un sistema chiuso, autoreferenziale: un ricordo obliato a forza che riemerge con prepotenza; la forza dirompente di una donna indipendente di fronte a fragili simboli di potere maschile. Il modo in cui viene approcciata la storia (con uno sguardo intrigante sulle dinamiche interne alla comunità ebraica londinese) è decisamente interessante e perfetta è la scelta delle protagoniste (incantevoli sia Weisz che McAdams), la cui intesa è totale aldilà dell'erotismo. Un po' di retorica sul finale.

• MOMENTO O FRASE MEMORABILI: Ronit e Esti, nella casa vuota e disordinata del Rav, ascoltando "Lovesong" dei Cure da una vecchia radio; La travolgente scena d'amore.
I gusti di Bubobubo (Drammatico - Horror - Thriller)