Passaggi tv di Euforia - Film (2018)

IN TV/SATELLITE

  • Per segnalare il passaggio in tv seguite le istruzioni scritte qui sopra nel modulo di segnalazione. Se volete semplicemente rispondere cliccate su RISPONDI.
  • Buiomega71 • 19/05/20 19:02
    Pianificazione e progetti - 24431 interventi
    Venerdì 29 MAGGIO ore 21:20 su RAI 3
    Dice Xamini: Un po' tanta camera a mano, forse non necessaria, ma in ogni caso una regia intimista e assai gradevole. Piacevole e, d'improvviso, intenso.
  • Gestarsh99 • 6/12/20 14:42
    Vice capo scrivano - 21549 interventi
    9/12/20 ore 21:00 su Rai Movie
    "Valeria Golino (al suo secondo film, dopo il già apprezzato Miele) mi costringe a fare la pace con Scamarcio: il rapporto tra la camera da presa e il protagonista è senz'altro l'aspetto più interessante e ne esalta il lavoro di costruzione di un personaggio istrionico, oltreché la recitazione. Da Mastandrea la solita gestualità, il solito piglio, qualcosa che affettuosamente ci si aspetta da lui. Un po' tanta camera a mano, forse non necessaria, ma in ogni caso una regia intimista e assai gradevole. Piacevole e, d'improvviso, intenso. "
    Xamini
  • Xamini • 30/08/21 10:38
    Call center Davinotti - 527 interventi
    30/08/21 ore 21:20 su Rai Premium
    "Come in Miele il "concept" del film è certamente audace e la Golino si prende i suoi bei rischi. Tutta la fase di presentazione è svolta con bella lucidità registica fornendo un non comune approfondimento dei protagonisti, una coerente rappresentazione degli ambienti e del milieu. Poi però, come nel precedente lungometraggio, sembra mancare un guizzo di irrazionalità e ci si impantana un po' nelle secche dell'"autoraggio" all'italiana. Un vero regalo d'amore il personaggio "donato" a Scamarcio, invero bravissimo. Mastandrea crepuscolarmente a suo agio."
    Giùan
  • Caesars • 11/04/22 09:35
    Scrivano - 16356 interventi
    11/04/22 ore 22:15 su Rai 5
    "Una storia non facile da raccontare e due interpreti che non siamo abituati a vedere insieme. La mano della Golino è capace e versatile, non vuole ricorrere a facili espedienti ma manca quel quid in grado di far decollare il racconto con continuità: si anima in certe sequenze ma non acquista profondità. Scamarcio conferma le sue qualità e Mastandrea fa da contraltare tormentato, prigioniero però di un personaggio indolente e senza un'adeguato background. Trascurabili gli altri personaggi."
    Capannelle