The mad

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The mad
Anno: 2007
Genere: horror (colore)
Numero commenti presenti: 3
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Sorta di parodia degli zombi-movie alla quale si aggiunge una parentesi più legata alle atmosfere di NON APRITE QUELLA PORTA, con una famiglia ridotta (padre rimbecillito e figlio) che vive nella propria fattoria vendendo carne di vacche a cui fa bere un liquido verdastro che le porta ad impazzire. A rimetterci è il vicino bed & breakfast rustico, che compra la carne e i cui clienti finiscono col trasformarsi in zombi assetati di sangue. Tra questi i quattro protagonisti: padre (Zane), figlia teen (Castle) con boyfriend (Flock) al seguito e, a chiudere, la compagna di lui (MacDonald), futura matrigna della ragazzina. Arrivati lì capiscono presto che qualcosa non va e non...Leggi tutto ci vorrà molto per concludere che la causa di tutto siano le bistecche; anche perché queste si muovono da sole, attaccano saltandoti in faccia (!) e si espandono come possedute. Forse il tutto non sarebbe neanche così male se non si cercasse di far imboccare al film la strada della comicità surreale senza avere i numeri per farlo. L'idea è quella di sostituire alle grida disperate, alle fughe, alle lotte (che pure, ovviamente, non mancano) una sorta di understatement col quale affrontare filosoficamente ogni dramma. Soprattutto il padre (un Billy Zane purtroppo per noi doppiato malissimo) pare non scomporsi di fronte a nulla, cercando sempre di minimizzare o di suggerire una soluzione accettabile. Soluzioni ovviamente non ce n'è, ma l'atteggiamento poteva essere quello giusto; difatti qualche buona idea qua e là si ritrova e le divagazioni fuori luogo dette nel momento sbagliato talvolta funzionano (come quando, di fronte al cartello della fattoria, padre e figlia si chiedono se corrisponda a quella di cui hanno sentito parlare e che dovrebbe essere all'origine di tutti i disastri); però il tutto, a ben vedere, si risolve tra noiosi corpo a corpo, banali effetti splatter, hamburger assassini che perdono il confronto coi loro più spassosi predecessori rossi e spenti dialoghi col figlio del fattore attratto dalla bella ragazzina. A mancare è insomma una sceneggiatura all'altezza, che possa sostenere le simpatiche intenzioni originarie e dare sostanza alle dissimulate gag di un Zane ormai lontano dal personaggio ambiguo e fascinoso di un tempo. Epilogo piuttosto spassoso, con la gag sullo sfondo in pieno stile demenziale di qualità.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 1/07/10 DAL BENEMERITO SKINNER POI DAVINOTTATO IL GIORNO 26/11/15
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 4/01/12 13:20 - 3840 commenti

I gusti di Undying

L'odiosa tendenza del grottesco che precede, guida e segue lo splatter ha qui un picco di insopportabile noia. Le scene ad effetto non mancano, come pure la messa in scena ha qualcosa di meticoloso ed efficace, e questo lo si capisce sin dai titoli di testa; ma poi la monotonia, sovrastata da una banale e non riuscita ironia, ha la meglio. Gli zombi qui vengon fatti a pezzi, nei modi piu' disgustosi senza che questo comporti un pur minimo senso di disagio - tantomeno di riflessione - sugli effetti devastanti dell' (in)umano agire. Il cinema, senza dubbio, è ben altra cosa e sta altrove.

Skinner 1/07/10 13:28 - 593 commenti

I gusti di Skinner

Il morbo della mucca pazza colpisce ancora e trasforma ignari mangiatori di hamburger in voraci zombi. Commedia horror piuttosto mediocre, con una sceneggiatura che sembra quasi scritta in corso d'opera, fatta per lo più di siparietti mal sviluppati e quasi indipendenti l'uno dall'altro. Qualche momento discreto (specie nella prima parte), ma manca il "film" e gli intenti satirici vanno perlopiù a vuoto. Da noi direttamente in dvd.

Puppigallo 21/07/13 16:51 - 4509 commenti

I gusti di Puppigallo

Decisamente evitabile questo tentativo mal riuscito di parodia zombica (qui anche gli hamburger sono mordaci), che naufraga quasi subito, dopo un inizio che poteva persino essere accettabile (il fattore taciturno con problemi seri alle gambe non era male come personaggio). Poi però, quando cominciano i banali, dozzinali e piuttosto pietosi siparietti comichorror, la qualità precipita, nonostante Zane si impegni (con tutti i suoi limiti) nell'interpretare l'uomo serio, che prova a mantenere il controllo sempre e comunque. Davvero poca cosa.
MEMORABILE: Il vicino scocciato, perchè era impegnato...con una bambola gonfiabile; La testa nel manifesto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.