Eurovision Song Contest - La storia dei Fire Saga

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga
Anno: 2020
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 2
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Poco considerato in Italia (citato giusto quando si specifica che il vincitore di Sanremo vi verrà ammesso di diritto), l'Eurovision song contest ha invece i suoi ammiratori, in Europa. Tra questi anche i piccoli Lars e Sigrit, che vedendo dal loro paesino in Islanda gli Abba cantare "Waterloo" in tv si scatenano in balli e grida per la gioia dei loro genitori. Molti anni dopo i due sono cresciuti, ma la loro passione per l'Eurovision song contest è rimasta. Soprattutto in Lars (Ferrell), il quale fin lì pare non aver pensato ad altro dopo aver fondato con Sigrit (McAdams) i Fire Saga, una band che ha ottenuto solo un piccolo successo con un brano che Lars non ne può più di ripetere "live"....Leggi tutto La fiamma non s'è spenta però, e quando a Reykjavík i Fire Saga vengono selezionati per una sorta di Sanremo locale il cui vincitore dovrà concorrere all'Eurovision, Lars vive un periodo di esaltazione che si trasforma in gioia assoluta quando lo yacht che ospita tutti i concorrenti tranne lui e Sigrit esplode in mare uccidendo ogni loro avversario. L'Islanda è terrorizzata all'idea, ma non può che spedire all'Eurovision song contest proprio loro, i Fire Saga! L'avventura prosegue quindi a Edimburgo, in Svezia, dove i due conoscono i partecipanti degli altri paesi (per la cronaca l'Italia non viene citata mai una volta in tutto il film, limitandosi a comparire anonimamente su qualche tabellone dal quale poi presto scompare) e si dedicano a provare il loro pezzo. Un po' fesso come buona parte dei personaggi che Ferrell interpreta (qui è suo pure parte dello script), Lars è il solito bambinone con manie di grandezza, assecondato da una partner che lo guarda con amore non corrisposto. Prima viene la musica, naturalmente, ma poi capita che alle feste conosci le persone sbagliate, quelli che ci provano... Le canzoni in gara, inserite per alzare il ritmo, non sono presenti in gran numero: sentiamo il brano del russo (Lemtov) e della bella greca (Mahut) perché sono i personaggi che più intervengono nella storia, ma per gli altri pezzi quasi sempre qualche accenno o poco più. Se si escludono una riproposizione della canzone "ufficiale" dei Fire Saga e un simpatico medley di gruppo alla festa orgiastica, a fare il film è il rapporto tra Lars e Sigrit, che guarda con l'usuale verve parodistica a quelli tradizionali del cinema americano ma senza che la commedia riesca ad essere mai veramente comica come vorrebbe. Un po' per la regia poco agile di Dobkin, un po' per certe divagazioni che goffamente si agganciano a tradizioni del nord Europa (gli elfi a cui Sigrit crede pregandoli), un po' per la difficoltà di infilare battute veramente divertenti (nonostante si ricorra ai tipici nonsense ferrelliani), il film non decolla mai davvero. Ripropone le stesse dinamiche senza variazioni di rilievo, segue il classico canovaccio del film da "sogno americano" (anche se poi diverte Lars deluso che consiglia un bambino: "Rinuncia ai tuoi sogni adesso, finché sei ancora giovane!") e disegna gli islandesi come dei perfetti americani dai vestiti diversi. L'idea era insomma interessante, la realizzazione molto al di sotto del suo potenziale, nonostante qualche gag simpatica e musiche azzeccate (molto bella l'ultima esibizione). Happy ending di rigore.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/06/20 DAL BENEMERITO ZOLTAN POI DAVINOTTATO IL GIORNO 5/07/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Zoltan 26/06/20 14:00 - 74 commenti

I gusti di Zoltan

Dopo il flop del suo Sherlock Holmes, Will Ferrell si affianca alla sempre splendida e talentuosa (per quanto a cantare non sia realmente lei) Rachel McAdams e cambia il tiro, proponendo un film meno fracassone del solito. Il film è una commedia musicale dallo sviluppo piuttosto usuale, senza particolari picchi. Di certo si ridacchia, specialmente nel primo terzo di film, si evince il rispetto di Ferrell per l'Eurovision Song Contest, ma questo non basta: non c'è nessun momento realmente memorabile, la storia può essere graziosa ma è anche vista e stravista.

Daniela 29/06/20 00:31 - 9106 commenti

I gusti di Daniela

Fans degli Abba fin da bambini,  l'imbranato Lars e la valente Sigrit cercano da anni di sfondare nel mondo della musica con il loro gruppo. La possibilità di rappresentare l'Islanda all'Eurovision Song Contest sarà l'occasione giusta? Musical luccicante nella messa in scena e piuttosto piacevole nella colonna sonora che però, per essere un film comico, fa ridere troppo poco, riuscendo al massimo a strappare qualche raro sorriso a causa di una sceneggiatura sfilacciata e povera di gag. Pur in un ruolo per lui abituale, Farrell appare sottotono, più pimpanti McAdams e Stevens. 
MEMORABILE: Dopo un'esibizione sul palco "rivelatrice", Stevens si ostina a negare: "No, no, io sono russo e non esistono gay in Russia".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zoltan • 27/06/20 10:54
    Galoppino - 4 interventi
    Ciao.
    Mi scuso in anticipo qualora l'intervento risulti fuoriluogo (leggevo il sito da una marea di anni, ma essendo relativamente nuovo come partecipante "attivo" del sito posso incorrere in errori in buona fede).
    Volevo chiedervi, notavo dalla pagina che ancora non era stata inserita la locandina di questo film: per caso ve ne serve una?
    Nel caso ce l'ho.

     
    Ultima modifica: 27/06/20 16:52 da Zender
  • Discussione Zender • 27/06/20 16:51
    Consigliere - 43820 interventi
    Non preoccuparti. A parte che non è fuoriluogo, anche se lo fosse non è un problema. Il punto è che ero certo di averla inserita, molto strano. L'ho rimessa, grazie.