LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/02/20 DAL BENEMERITO COTOLA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Cotola 17/02/20 15:36 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Un sindaco in crisi di idee fa assumere una ragazza affinché gli dia nuovi stimoli: le conseguenze non mancheranno. Raffinato film francese che cita, tra gli altri, Bloch, Rousseau e Orwell ma non lo fa snobisticamente ma in modo funzionale alla trama, per portare avanti i suoi punti di vista. Ma lungi dall'affermarne uno ed uno soltanto, ha il merito di suscitare domande e dubbi senza voler dare risposte esaustive ed apodittiche ma aprendo sempre al confronto. E l'amaro finale è un'altra freccia all'arco di un bel film. Verboso sì, ma con intelligenza e per necessità.

Galbo 10/05/20 12:42 - 11387 commenti

I gusti di Galbo

Una bella commedia politica, esempio di cinema volutamente anti commerciale, ma di notevole spessore, che si prende il lusso di affrontare temi seri, in modo non serioso. La politica e la filosofia nei dialoghi tra un sindaco disincantato e una giovane assistente che lo rimette in gioco. Magnifico come sempre Fabrice Luchini è affiancato dall' ottima Anaïs Demoustier, fresca e spontanea come il ruolo richiede. Da non perdere, un film come se ne fanno sempre meno.

Kinodrop 8/05/20 19:28 - 1500 commenti

I gusti di Kinodrop

Il sindaco di Lione è rimasto senza idee (politiche) e una giovane laureata con interessi filosofici viene chiamata per "ravvivarne" lo spirito combattivo; ma la cosa è più ardua di quel che sembra, non tanto per ragioni personali quanto per le ferree leggi della politica e dell'economia. Lungo tutto il film viene sciorinata un'intera casistica dei problemi socio-amministrativi attraverso un profluvio di parole e di "quasi-comizi" con qualche citazioncella storico-filosofica, ma l'idea di fondo resta senz'altro artificiosa e intellettualoide.
MEMORABILE: La bella "philosophical-coach" per il sindaco progressista; Il flop di Lione 2500; La preparazione del discorso per la candidatura.

Daniela 9/05/20 11:57 - 9396 commenti

I gusti di Daniela

Politico progressista di lungo corso, il sindaco di Lione sente di aver esaurito la propria carica ideale. I suoi collaboratori assumono allora una giovane studiosa come "stimolatrice" di idee e la cosa pare funzionare ma... Film "colto" per necessità, data l'abbondanza di richiami a filosofi e pensatori, ma anche denso di riferimenti fruibili ai meccanismi della politica, della burocrazia e degli apparati delle amministrazioni locali. Regia al servizio di una scrittura non manichea, pervasa di una fine ironia che sfuma nella realistica amarezza dell'epilogo, interpreti adeguati.

Bubobubo 10/08/20 11:59 - 1199 commenti

I gusti di Bubobubo

Il sindaco di Lione è la perfetta cartina al tornasole della gauche transalpina: ex giovane di belle speranze convertitosi al globalismo liberal, in piena crisi di idee e identità nonostante un possibile approdo alla guida del partito socialista. La giovane filosofa Alice (Demoustier) viene assoldata per rigenerarne la perduta brillantezza retorica... Film di battute, rimandi, argute citazioni, un blob parlato in cui si agita la sostanza di un'irreversibile crisi comunicativa intergenerazionale. Bravi i protagonisti, ma la scrittura nella seconda metà mostra esplicitamente la corda.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.